La Delegazione FAO in visita alla Fascia Olivata Assisi-Spoleto

Giovedì 16 febbraio 2017, la Delegazione FAO visiterà il territorio della Fascia Olivata Assisi Spoleto, soffermandosi in luoghi significativi dove forte è il connubio tra produzione agricola e paesaggio. Per i Comuni di Trevi, Spoleto, Assisi, Spello, Foligno e Campello sul Clitunno, uniti nella sfida di valorizzazione paesaggistica, culturale ed economica del loro territorio, sarà l’occasione per presentarne la forte caratterizzazione dal punto di vista agricolo, tradizionale, alimentare nonché culturale, ed avviare pertanto il processo di candidatura al Programma GIAHS (Sistemi di patrimonio agricolo di importanza mondiale) della FAO. La visita avrà inizio alla Rocca Maggiore ed alla Rocchicciola di Assisi, dove ancora oggi tracce della coltivazione dell’olivo sono visibili dentro le antiche mura della città. Si procederà alla volta di Spello, percorrendo la Stradetta di Assisi e l’acquedotto romano. Successivamente si visiterà la zona di Sassovivo nel Comune di Foligno, dove sorge l’omonima Abbazia e dove è situata una sorgente e lo stabilimento di imbottigliamento di acqua minerale. A Trevi la Delegazione sarà accolta presso Villa Fabri, dove è situata l’omonima Fondazionale finalizzata, tra l’altro, alla tutela e valorizzazione dell’ambiente. Presso Villa Fabri ha sede anche l’Osservatorio Regionale per la Biodiversità, il Paesaggio Rurale e la Progettazione Sostenibile, quale centro di ricerca di respiro interregionale, finalizzato al monitoraggio di specie ed habitat di importanza comunitaria. Nel territorio del Comune di Campello, la Delegazione visiterà una struttura ricettiva situata nella zona di Pettino, dove si pratica l’allevamento allo stato brado e la raccolta di tartufi. La visità avrà un momento conviviale al Castello di Poreta e si concluderà con la visita all’azienda agricola Bachetoni situata in Località Paradiso, Silvignano nel comune di Spoleto, dove si produce, tra l’altro, anche olio.

Fascia olivata Assisi-Spoleto, evento di presentazione

Quello di sabato 28 gennaio (ore 9.00), presso il Centro Agroalimentare – Località Portoni di Sant’Eraclio, Foligno, sarà un incontro pubblico organizzato dal comitato promotore per la fascia olivata Assisi – Spoleto e rappresenterà un’occasione di confronto con le istituzioni pubbliche e di dialogo con gli stakeholders regionali per sensibilizzare il territorio nei confronti delle attività portate avanti dalla sua costituzione. Saranno presenti Nando Mismetti (Sindaco di Foligno), Bernardino Sperandio (Sindaco di Trevi, capofila referente del comitato), Ciro Becchetti (Direzione Regionale agricoltura, ambiente, energia, cultura, beni culturali e spettacolo dell’Umbria), Bianca Maria Torquati (Università degli Studi di Perugia) e Fernanda Cecchini (Assessore alla qualità del territorio e del patrimonio agricolo, paesaggistico, ambientale e alla Cultura della Regione Umbria). Read More

Altro dibattito pubblico sul Turreno. Ad oggi niente di concreto

Lunedì 16 gennaio alle 15 si terrà l’incontro pubblico presso la Sala del Consiglio sul tema “Prospettive per l’ex Cinema Turreno”. Un incontro che dovrebbe in qualche modo aprire la strada verso le tante riserve che ci sono dietro alla riqualificazione del Teatro Turreno. Infatti dopo l’incontro avvenuto al PostModernissimo qualche tempo fa sembra che la strada sia ben più che in salita. L’incontro di lunedì dovrebbe vedere la presenza di esperti professionisti, associazioni ed organizzatori, università e istituzioni culturali, anche alla luce del protocollo d’intesa tra Regione Umbria, Comune di Perugia e Fondazione Cassa di Risparmio sottoscritto il 27 luglio del 2015. Per ora quello che la città sa è che sia il Comune di Perugia che la Regione dell’Umbria non hanno fatto che passarsi la palla a vicenda. Per poter partecipare e parlare basta iscriversi qui. “La città di Perugia – commenta il consigliere Pd, Tommaso Bori – necessita di un progetto di rigenerazione urbana innovativo che possa dotarla di un auditorium dalle dimensioni adeguate ad ospitare concerti e spettacoli, in grado di competere a livello regionale e nazionale con le più importanti strutture funzionanti. L’assenza di un luogo con queste caratteristiche ne limita l’attrattività, oltre che le potenzialità in campo musicale, artistico e culturale in genere. Sempre più spesso gli operatori del settore sono costretti a spostarsi negli auditorium limitrofi o ad utilizzare strutture non acusticamente adeguate, come ad esempio il PalaEvangelisti o il Santa Giuliana, creando difficoltà e incomprensioni con gli utilizzatori “principali” di tali spazi. Ad oggi non risulta che il Comune di Perugia abbia presentato alcun progetto di riqualificazione dell’ex cinema Turreno con analoghe finalità – continua Bori – nonostante la Regione Umbria abbia già stanziato un ingente investimento di risorse per il recupero funzionale del Turreno, per un totale di 3 milioni e 100 mila euro. In quanto bene pubblico e patrimonio cittadino, riteniamo fondamentale promuovere un momento di incontro e di ascolto sia dei cittadini che dei portatori d’interesse del settore: per tutti questi motivi, lunedì prossimo auspichiamo la più ampia partecipazione di quanti riterranno utile portare il proprio contributo alla discussione“.

Nuovo Turreno, Ambroglini pone questioni e interrogativi

Parla il presidente della Fondazione SergioPerLaMusica, Virgilio Ambroglini, che pone alcune questioni e interrogativi ai cittadini e alle istituzioni: «Da qui passa il futuro di Perugia e dell’Umbria anche in un’ottica di macroregione». Per tutti quelli che ricordano una Perugia cosmopolita, curiosa e coraggiosa, e per quelli che ancora la vorrebbero così, l’ex cinema-teatro Turreno è uno dei luoghi simbolo: un luogo di cultura e d’emozione, amato da tutta la città. La spinta a lavorare idealmente e fattivamente per la sua riapertura è sembrata fin da subito il primo passo verso il rilancio di uno spazio di cultura necessario, di Perugia come capoluogo di regione e dell’Umbria intera. Read More

La fascia olivata Assisi-Spoleto prossima al riconoscimento

Venerdì 7 ottobre alle ore 11.00, nel Centro Congressi di Eataly, è stato presentato il progetto “Paesaggi storici e prodotti tipici: le unicità dell’Italia”, che intende valorizzare le aree inserite nel Registro Nazionale dei Paesaggi Rurali Storici e i loro prodotti. La fascia olivata umbra, che interessa aree dei comuni di Assisi, Spello, Foligno, Trevi, Campello sul Clitunno e Spoleto, è prossima al riconoscimento e inizia il percorso verso FAO e UNESCO. Uno strumento di tutela e insieme di promozione, che valorizzi come elemento di unicità e competitività il rapporto tra bellezza paesaggistica, agricoltura tradizionale ed eccellenze enogastronomiche. Read More

Miles’ Footprint: musica e cinema, note e immagini

Le “impronte” del jazz di nuova generazione e delle nuove generazioni. ‘Footprints’ è il tema di Young Jazz Festival 2016, in programma a Foligno e Trevi dal 12 al 16 ottobre prossimi per un viaggio che nasce dall’incontro di innumerevoli identità, generi e situazioni, a livello musicale, culturale, sociale, etnico e generazionale. La 12esima edizione del festival sarà presentata al pubblico e alla stampa in esclusiva al Postmodernissimo di Perugia, in collaborazione con la nuova associazione culturale St.Art, con un evento dal titolo Miles’ Footprints che coniuga musica e cinema, note e immagini, in programma martedì 20 settembre dalle ore 21 (ingresso 10 euro, concerto + film). Read More

The Duel Of Wine, la celebrazione dell’Umbria del vino

In The Duel of Wine, il secondo film diretto da Nicolas Carreras presentato il 6 settembre al Lido di Venezia come evento collaterale della 73^ Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica, si celebra anche l’Umbria del vino e non solo. Protagonisti infatti insieme a Charlie Arturaola e Luca Gardini, anche Marco Caprai, produttore vinicolo di Montefalco, famoso per il Sagrantino, che interpreta la parte di se stesso e Gianfranco Vissani, celebre chef umbro. Il film vuole essere un modo per indagare dall’interno croci e delizie del mondo del vino, coinvolgendo importanti marchi, come Zenato, Caprai, Prunotto, e alcune delle principali aree vinicole del mondo, fra cui spiccano, per restare in Italia, la Valpolicella e la zona del Sagrantino. Nel viaggio del protagonista nei territori e nelle cantine italiane prende vita un gioco di specchi in cui ciascuno interpreta sé stesso. “Oggi da più parti c’è un comune consenso ad investire nel cinema per promuovere la regione, questo film è il nostro contributo per superare questa difficile fase dell’emergenza terremoto e attrarre enoturisti e visitatori da tutto il mondo in Umbria” ha sottolineato Marco Caprai. The Duel of Wine sarà proiettato a Perugia presso il cinema Zenith sabato 1 ottobre.

Read More

A Venezia arriva Duel Of Wine, film sul vino che racconta un po’ di Umbria

Il film, che verrà presentato oggi alla Mostra del Cinema di Venezia, vedrà insieme ai protagonisti Charlie Arturaola e Luca Gardini, anche Marco Caprai, produttore vinicolo di Montefalco, famoso per il Sagrantino, che interpreterà la parte di se stesso e Gianfranco Vissani, celebre chef umbro. Il film propone la storia di due celebri sommelier e di una competizione mondiale, un viaggio a tratti ironico e onirico per raccontare un universo “affascinante e complesso” come quello del vino, The duel of wine, film di Nicolas Carreras in cartellone alla Mostra di Venezia. Nel viaggio del protagonista nei territori e nelle cantine italiane prende vita un gioco di specchi in cui ciascuno interpreta sé stesso. “Oggi da più parti c’è un comune consenso ad investire nel cinema per promuovere la regione, questo film è il nostro contributo per superare questa difficile fase dell’emergenza terremoto e attrarre enoturisti e visitatori da tutto il mondo in Umbria” ha sottolineato Caprai. Se tutto andrà secondo i piani, The Duel of Wine sarà proiettato a Perugia nel mese di ottobre.

Alla Polvese torna Isola di Einstein, raccontare la scienza in modo diverso

Tutto è pronto per trascorrere tre giornate nella natura all’insegna della scienza e del divertimento intelligente. Prende infatti il via con la prima giornata, domani venerdì 2 settembre, la V edizione dell’Isola di Einstein, la prima rassegna internazionale di spettacoli scientifici in Italia che andrà avanti all’Isola Polvese fino al 4 settembre. Esperti scienziati, comunicatori e artisti di strada provenienti da diverse parti del mondo si ritroveranno in Umbria, nel meraviglioso contesto dell’Isola Polvese del Lago Trasimeno, per un evento unico nel panorama nazionale e internazionale. La meraviglia della scienza sarà narrata da 50 ospiti, per 88 tra spettacoli e attività dedicate alla scienza. Read More

Capossela a Perugia con il tour ‘Polvere’ per omaggiare Sergio Piazzoli

“Vi aspettiamo, ne vale veramente la pena, visto pure che quella di Perugia è l’unica data del tour estivo ‘Polvere’ che abbiamo in Umbria e quindi non ce ne saranno altre”. È un Vinicio Capossela molto carico quello che invita con queste parole ad assistere al concerto in programma martedì 30 agosto alle 21 ai Giardini del Frontone di Perugia. Una location ideale per mettere in scena la sostanza della ‘Polvere’, fatta di timbri forti, marcati e netti per unire in forma di quadri i blocchi di cui è costituita la materia emotiva del concerto: e cioè l’ancestrale, l’arcaico, il folk, la serenata, la ballata, la frontiera, la fiesta y feria, e la mitologia. Read More

70 mongolfiere sopra il cielo di Montefalco, torna l’Italian International Balloon Challenge Cup

Prenderà il via da oggi fino al 31 luglio la seconda edizione del Sagrantino Italian International Balloon Challenge Cup che vedrà la presenza di 70 Mongolfiere che sorvoleranno Montefalco e i suoi meravigliosi vigneti. L’evento sportivo di alta risonanza internazionale vedrà coinvolte mongolfiere ed equipaggi provenienti da tutto il mondo, inclusi gli Stati Uniti. Gli equipaggi in gara si sfideranno in una competizione dal forte fascino sportivo, per aggiudicarsi l’Arnaldo Caprai Prestige Winemaker’s Trophy, sfidando il croato Igor Miclousic, vincitore del I° Sagrantino Italian International Challenge Cup. Tutte le mattine alle 6.30 le 70 mongolfiere si leveranno in cielo da Parco Acquarossa, a Gualdo Cattaneo. Read More

Caos mense con prodotti avariati. E il Comune cosa dice?

I Nas confermano la presenza di cibi avariato nelle mense di alcune strutture per bambini. Il Comune di Perugia latita come suo fare in tutte le cose. Però risulta chiaro a tutti che i dirigenti comunali hanno preso un sostanzioso premio di produzione in base ha parametri che detta la giunta. Forse nel risparmio era compresa anche la muffa sul pane visto che nessuno ha controllato l’appalto, le cui regole sono state completamente disattese. La serietà vuole che politica e burocrazia facciano dimettere le persone coinvolte, ma questo rimarrà un sogno.

Tutto pronto per Umbria Jazz 2016

Luglio è finalmente giunto, e con lui ferve l’impazienza per uno degli appuntamenti musicali più rinomati del mondo. Ma l’attesa sta per finire: Umbria Jazz va in scena dall’8 al 17 luglio. Le conferme sono nella formula che riesce a sommare la grande musica e le suggestioni del centro storico di Perugia. Lo scenario dei grandi eventi è come da tradizione l’Arena Santa Giuliana dove, tra gli altri, si potranno ascoltare Mika, Massimo Ranieri, Buddy Guy, Diana Krall, Stefano Bollani, Chick Corea, Pat Metheny & Ron Carter, la reunion di Steps Ahead, l’inedita partnership John Scofield- Brad Mehldau – Mark Guiliana, Marcus Miller, il quartetto di Branford Marsalis con Kurt Elling.I concerti nei due teatri cittadini (la rilettura di Bach di Ramin Barhami-Danilo Rea, Roberto Gatto, The Golden Circle, l’omaggio “Duke” di Fabrizio Bosso, la novità Jacob Collier, Ezio Bosso, la Cosmic Renaissance di Gianluca Petrella e molto altro) propongono musica di qualità per veri jazz fans. I palchi all’aperto (musica in piazza e gratuita) rappresentano la continuità con l’Umbria Jazz delle origini e la sua vocazione popolare. Con il funky di Fred Wesley, i ritmi cubani di Pedrito Martinez, la classica vocalità di Alan Harris e lo swing-jive di Ray Gelato, e naturalmente con i Funk Off, ci sarà da divertirsi. Read More

Arriva in Umbria il Giro D’Italia di ISWA

Lunedì 13 giugno l’Italian Signature Wines Academy fa tappa alla cantina Arnaldo Caprai. Dopo le tappe da Allegrini in Veneto, da Fontanafredda in Piemonte, da Frescobaldi in Toscana e da Planeta in Sicilia, è ora il turno di Arnaldo Caprai in Umbria. Le Cantine ancora una volta saranno le protagoniste e, durante la giornata, si potranno conoscere i vini, le Aziende e le persone che ogni giorno danno vita agli Ambasciatori di Eccellenze Italiane che costituiscono Italian Signature Wines Academy. La giornata da Arnaldo Caprai si svolgerà dalle 10:30 alle 16:00 nella splendida cornice della cantina di Montefalco e offrirà la possibilità agli ospiti, tra cui winelovers, giornalisti, ho.re.ca., ristoratori, esperti del settore, di conoscere anche le realtà di tutte e sette le Aziende. Read More

Tutto pronto per Moon in June

Lunedì 6 giugno alle ore 11 presso Palazzo della Penna verranno presentati i due giorni di musica che si svolgeranno il 25 e 26 giugno all’Isola Maggiore. L’evento è organizzato dalla Fondazione SergioPerLaMusica grazie al sostegno della Regione Umbria, del Comune di Tuoro, della Provincia di Perugia e dell’Arci Perugia. Dopo il grande successo dello scorso anno con la prestigiosa direzione artistica di Vinicio Capossela, quest’anno Moon in June ha voluto rendere omaggio a Robert Wyatt, presidente onorario della Fondazione oltre che ispiratore del nome della stessa manifestazione (Moon in June è infatti il titolo di un suo celebre brano). Così domenica 26 giugno, insieme per uno spettacolo unico ed  ideato proprio per l’occasione dal titolo “L’Isola di Wyatt” si ritroveranno alcuni componenti dei Csi (Francesco Magnelli – Massimo Zamboni – Giorgio Canali – Ginevra Di Marco) insieme a Brunori Sas e Cristina Donà. Il giorno prima, sabato 25 giugno, altri suoni e contaminazioni dall’Isola con “Morbid Dialogues” di Alessandro Deledda e Piccola Orchestra Moon in June (Peppe Stefanelli, Alberto Argirò, Stefano Tofi) accompagnati da ospiti speciali come Ares Tavolazzi, Gianluca Petrella e Francesco Bearzatti. E saranno proprio Deledda al pianoforte e Stefanelli alle percussioni, al temine dell’incontro con la stampa di lunedì 6 giugno, ad esibirsi nel salone di Palazzo della Penna per un breve assaggio dei “morbidi dialoghi” musicali che si potranno ascoltare sabato 25 giugno alla Maggiore.

Street Food On the Road, torna a Perugia il cibo di strada

Dal 26 al 29 maggio, ai Giardini del Frontone, tornerà protagonista il tanto a lungo bistrattato cibo di strada, che negli ultimi anni, si è preso la sua rivincita conquistando sempre più palati, anche tra i più esigenti e raffinati. Gli organizzatori di Eve srl, Cristiana Mariani e Francesco D’Arcangelo, renderanno a breve noto il programma per il 2016, ma anticipano che: “Quest’anno l’offerta gastronomica si apre a nuove frontiere internazionali, con l’ingresso di nuovi operatori food, provenienti direttamente dai paesi di origine, Brasile, Spagna, Argentina e Austria; inoltre sarà allestita un’area di ristoro con tavoli e sedute”. Ma oltre a poter gustare ottimo cibo, una serie di eventi collaterali, faranno da cornice all’evento, come camminate per il quartiere, lezioni di fitness e concerti e dj set e spettacoli per bambini. Qui tutto il programma

Porchettiamo, torna il festival delle porchette d’Italia

Torna, con l’ottava edizione, Porchettiamo, l’evento ideato e organizzato dall’agenzia Anna7Poste Eventi&Comunicazione, in collaborazione con il Comune di Gualdo Cattaneo. I migliori produttori di quello che è considerato uno dei cibi più gustosi, antichi e popolari della tradizione gastronomica italiana si danno ancora una volta appuntamento in Umbria, a San Terenziano di Gualdo Cattaneo (in provincia di Perugia) nella “Piazza delle Porchette”, per una tre giorni (13-14-15 maggio 2016) dedicata alla regina del cibo di strada. Tutto in abbinamento alle birre artigianali, selezionate da Fermento Birra, e ai vini della Strada del Sagrantino. Un percorso gastronomico dai “cru” della porchetta Umbra fino alla Calabria, passando per la Sicilia e la Sardegna della sezione Porchettiamo&Friends dedicata allo street food, insieme a  musica, passeggiate e giochi. Un’occasione irrinunciabile, unica in tutta Italia, per gustare le diverse varianti di questo succulento cibo di strada con gli estimatori della porchetta che potranno quindi ritrovarsi al Festival delle Porchette d’Italia. Nella piazza principale del piccolo borgo umbro, rinominata per l’occasione “La piazza delle Porchette”, si riuniranno stand attentamente selezionati dall’organizzazione, con la conferma di produttori che arrivano anche da fuori dei confini produttivi classici e di regioni italiane meno consuete per questo cibo. Anche quest’anno, quindi, a San Terenziano saranno presenti, per un confronto tra alcune delle produzioni “top” della tradizione italiana. Read More

Arti audiovisive e performance con Segnali 2016. Tutto pornto per la VI edizione

La sesta edizione si apre il 2 maggio 2016 alle ore 16.00 all’insegna del suono delle onde: che siano quelle gravitazionali vicine alla musica dell’universo o che siano il 3 maggio quelle pure e sinusoidali di un algoritmo digitale che va a porre in risonanza, grazie a degli eccitatori acustici, un’installazione monolitica nel cui ambiente si può fare un’esperienza fisica del suono. Il 4 maggio invece saranno le onde cerebrali e i loro stati emozionali a tentare di controllare le immagini e i suoni, per poi passare dal corpo-mente al “corpo senza organi” 3D modellato in tempo reale come il suo disegno sonoro. Il 5 maggio sera invece i suoni saranno improvvisati e condotti verso la creazione collettiva di un complesso ecosistema orchestrale e relazionale. Infine, il 6 maggio sera, si ritorna alla materia sonora ma in stretta correlazione con la texture delle immagini in movimento, dove l’interazione profonda tra l’uditivo e il visivo ci porta dentro l’audiovisione senza confini definiti… Read More

Oscar del Vino 2016, Arnaldo Caprai trionfa con il Grecante

Altro importante riconoscimento per il vino di Montefalco che ottiene un premio di notevole rilevanza. Questa volta ad arrivare al primo posto agli Oscar del Vino organizzati a Roma da Bibenda non è stato il famoso Sagrantino ma il Grechetto Colli Martani Doc annata 2014, vino prodotto dalla cantina di sua sagrantità Marco Caprai. «Si chiude un capitolo importante nel percorso di ricerca dell’eccellenza qualitativa che da sempre ha ispirato l’azienda – afferma Caprai – storia, tradizione, anni di ricerca e sperimentazione e know how enologico si uniscono alla ormai chiara vocazione enologica del territorio». Il Grecante 2014 di Caprai ha avuto la meglio sul Riesling Schulz di Ronco Del Gelso 2013 (Friuli Venezia Giulia) ed il Verdicchio dei Castelli di Jesi di Garofoli 2013 (Marche). Caprai ha ritirato il premio a Roma all”Hotel Cavalieri ed è stato premiato dalla conduttrice Rai, Caterina Balivo. Ennesimo riconoscimento che rende orgogliosa un’intera regione.

Segnali 2016, tutto pronto per la VI edizione

Torna Segnali 2016, la rassegna internazionale di arti audiovisive e performance che si svolgerà a Perugia dal 2 al 6 maggio. I luoghi in cui si svolgeranno seminari e incontri sono quelli Conservatorio di Musica di Perugia “Francesco Morlacchi”, del Centro per l’Arte Contemporanea Trebisonda e del Cinema PostModernissimo. Dal suono delle onde gravitazionali all’audiovisione delle onde cerebrali… L’edizione 2016 della rassegna internazionale si apre con il seminario tra musica, arte e scienza “Suono e materia” e si conclude con l’interplay tra suono granulare e grana dell’immagine analogica e digitale in movimento. Il programma comprende seminari, laboratori, ascolti acusmatici e improvvisazioni elettroacustiche, concerti audio-video, sonorizzazioni di film e docufilm musicali, performance multimediali con EEG e installazioni con eccitatori sonori, attraverso la presenza di artisti europei ed italiani. I Workshop e le Masterclass si terranno il 4, 5, 6 maggio dalle ore 10.00 e saranno condotti da: Alberto Novello a.k.a. JesterN (dalla ‘brainwave art’ al controllo della performance audiovisiva con ElettroEncefaloGrafia) http://www.jestern.com/ – Franz Rosati (sulla modellazione 3D e il sound design procedurali in tempo reale nel concerto audio/video e nelle installazioni multimediali) http://www.franzrosati.com/ – Bjarni Gunnarsson (Institute of Sonology) & Cédric Dupire (sulla loro ‘audio visual performance’ basata sull’interazione profonda dal vivo tra suoni e immagini granulari) http://www.bjarni-gunnarsson.net/ ; http://cargocollective.com/cedricdupire. La partecipazione è gratuita previa iscrizione tramite form qui. Per ulteriori informazioni si può scrivere a: rassegna.segnali@gmail.com o visitare la pagina Facebook https://www.facebook.com/Segnali.Perugia

Vino & Cultura, torna #Caprai4love con testimonial d’eccezione

In occasione della 50^ edizione di Vinitaly, che si terrà a Verona dal 10 al 13 aprile, la Arnaldo Caprai lancia un fundraising 2.0 con una limited edition di sei bottiglie esclusive del cru Montefalco Sagrantino Docg Vigna del Lago 2012 che potranno essere acquistate online, per completare il restauro del ciclo di affreschi di Benozzo Gozzoli nell’abside della chiesa di San Francesco a Montefalco (in tutto, 1.200 bottiglie numerate, su: www.arnaldocaprai.it/shop). La cantina leader del Sagrantino di Montefalco scrive un nuovo capitolo di #caprai4love, progetto fondato sulla sostenibilità intesa come massima valorizzazione del territorio, per restituire un “dividendo sociale” alla comunità che dà il Sagrantino, sviluppo della “Montefalco New Green Revolution”, e lo fa, questa volta, con al fianco anche sei testimonial d’eccezione, @coccodj, @DIavolo, @LiaCeli, @matteograndi, @insopportabile e @Iddio, tra i più seguiti e popolari “influencer” di Twitter che diffonderanno sui social l’hashtag del progetto. Segui la campagna su #Caprai4love

Tunnel sotto il centro di Perugia, altro che ponte sullo stretto

Eccola lì! Non poteva mancare la “bomba” del venerdì! Tipica del fine settimana e capace di scatenare l’inferno. E’ notizia di questa mattina infatti, come riporta Michele Nucci su La Nazione, che il Comune di Perugia sembra stia pensando ad un’idea alquanto stramba ma che potrebbe trovare risorse ed entrare nel prossimo piano della mobilità. Di cosa si tratta? Di cosa stiamo parlando? Di un’opera al pari del ponte sullo Stretto, un tunnel che colleghi Ponte Rio a Pian di Massiano, consentendo così di dare un taglio netto al traffico sulla E45 e lungo la Perugia–Bettolle, così da smaltire il carico di mezzi che ogni giorno da Ponte Felcino attraversa la città per approdare in zona Fontivegge-Cortonese. Facile che ci vuole?!! Come riporta Nucci, nel 2000 si parlò della Gronda Nord, un progetto poi ovviamente tramontato. Però in questo caso il progetto sarebbe più leggero e prevederebbe una galleria che passerebbe sotto l’Università, Elce, a lato di Santa Lucia e fino alla zona dello stadio. Questa idea rivoluzionaria che rasenta la follia è trapelata ieri in Commissione bilancio mentre si discuteva di un ordine del giorno presentato dal Movimento 5 Stelle sulla viabilità cittadina. Leonardo Naldini, l’addetto alla mobilità del Comune, dopo essersi confrontato con l0amministrazione, ha così illustrato il progetto del tunnel: «Si tratta di un progetto di modifica della viabilità a nord della città – ha detto – che a partire dal vecchio progetto della ‘Gronda Nord’, troppo costosa per essere realizzata (circa 150 milioni di euro, ndr), possa prevedere la realizzazione di due gallerie in grado di collegare, passando sostanzialmente sotto il centro storico, Ponte Rio con Pian di Massiano, per un costo complessivo di 35 milioni di euro che potrebbero trovare copertura nei fondi strutturali tramite la Regione». E la novità è questa: un progetto di portata ridotta e con un costo pari a un quinto rispetto a quello precedente (che risale ormai all’anno 2000) potrebbe riscontrare interesse da parte di Palazzo Donini: sul piatto infatti ci sono innanzitutto i Fondi strutturali e di investimento europei relativi alla programmazione 2014-2020. Ma anche un eventuale contributo da parte del Ministero delle infrastrutture e trasporti. Fermamente contraria a questa ipotesi il capogruppo M5S, Cristina Rosetti, che ha ribadito che «non si può guardare solo alla mobilità in auto, utilizzando la città come passaggio. Si tratta di una scelta sbagliata che poi si tramuterà in un ulteriore costo per la collettività». Certo la cosa è buffa! Un’amministrazione che ha dovuto chiudere una strada per due anni per uno smottamento a ridosso del centro (Sant’Antonio), che non ha soldi per mettere a posto (decentemente) le strade esistenti, che ha una metropolitana di superficie, il Minimetrò, che costa più di quello che incassa, che non riesce a terminare le opere iniziate e mai concluse, che sarebbe di vitale importanza per la regione (raddoppio ferroviario Roma-Ancona/Strada Flaminia), si può permettere di spendere 35 milioni di euro per costruire un tunnel sotto Perugia? Ovvio che si, a quanto pare!

Fabbrica Birra Perugia eletto “Birrificio dell’Anno”

È a Perugia il miglior birrificio d’Italia. Fabbrica Birra Perugia eletto “Birrificio dell’Anno” dopo un concorso con più di 1000 birre, giudicate da 60 esperti del settore. Notizia straordinaria per il movimento enogastronomico umbro. Il prestigioso riconoscimento è stato attribuito nell’ambito del concorso “Birra dell’Anno” che si svolge in occasione dell’evento Beer Attraction a Rimini, con il patrocinio dell’associazione di categoria Unionbirrai. Quello di Birra dell’Anno è il più importante concorso nazionale sulla birra artigianale. Basti pensare che la giuria, presieduta dal guru Lorenzo Dabove, in arte Kuaska, era composta da 60 esperti, italiani e stranieri, e che le birre partecipanti erano quest’anno 1.146, in rappresentanza di 220 produttori italiani (record assoluto). “E’ un’emozione fortissima che arriva dopo l’oro dell’anno scorso con la Calibro 7 e altri straordinari riconoscimenti internazionali, tra cui quelli in Germania all’European Beer Star”. Read More

Anteprima Sagrantino 2012, si alza il sipario a Montefalco

Il 22 e il 23 Febbraio a Montefalco si alza il sipario sull’Anteprima Sagrantino 2012, appuntamento enologico organizzato dal Consorzio Tutela Vini Montefalco, dedicato al debutto sul mercato dell’annata 2012 del grande rosso umbro e volto ad allargare la cultura delle denominazioni montefalchesi presso gli addetti ai lavori. Una due giorni in cui Montefalco accoglie esperti provenienti da tutto il mondo, stampa e di settore, per presentare l’annata 2012 di uno dei vini più conosciuti in tutto il mondo: il Sagrantino. Nel corso delle due giornarei, riservata a giornalisti, ristoratori e buyers, insieme al grande rosso umbro, saranno presenti anche altri gioielli enologici del territorio: nella cornice del Chiostro di Sant’Agostino e del Complesso Museale San Francesco si assaggeranno Montefalco Sagrantino DOCG 2012, Montefalco Rosso DOC 2013, Montefalco Rosso DOC Riserva 2012 e Montefalco Bianco DOC 2014. Saranno inoltre premiati i vincitori dei concorsi “Etichetta d’Autore 2012″, dedicato a giovani fumettisti, italiani e stranieri, “Sagrantino nel piatto”, rivolto ai ristoratori che si sono distinti nella preparazione dei migliori piatti realizzati con il Sagrantino e abbinati ai vini di Montefalco, “Miglior Carta dei Vini Montefalco”, che seleziona la miglior carta dei vini dedicata alle denominazioni di Montefalco, e infine “Gran Premio del Sagrantino”, una vera e propria competizione professionale tra oltre quindici sommelier. Qui tutte le informazioni relative alle iniziative e alle cantine

Umbria protagonista a Linea Verde

Domenica, la puntata di Linea Verde sarà interamente dedicata all’Umbria e alle sue eccellenze agroalimentari. Un viaggio tra Trevi, Montefalco, Norcia, Vallo di Nera e Deruta. Il viaggio del conduttore Patrizio Roversi inizierà nei pressi di Trevi per raccontare un uliveto biologico dove si produce l’olio extra vergine. Si arriverà poi a Montefalco, patria del vino “Sagrantino”, per proseguire in un importante salumificio locale la cui visita permetterà di raccontare come nasce il famoso prosciutto di Norcia. Con la conduttrice Daniela Ferolla si andrà invece alla scoperta del suino nero cinghiato, partendo da alcuni affreschi risalenti al XV secolo e perfettamente conservati nella Chiesa di Santa Maria a Vallo di Nera. Più tardi, in compagnia del nutrizionista Ciro Vestita, si parlerà dei legumi e delle lenticchie di Castelluccio, altra Igp di eccellenza dell’Umbria. 
Un’incursione a Deruta permetterà di raccontare da vicino come nascono le ceramiche famose in tutto il mondo.
 Nel corso della puntata ci sarà inoltre spazio per scoprire come le nuove tecnologie stanno cambiando il modo di fare agricoltura: Linea Verde andrà a curiosare infatti tra i padiglioni di “Fieragricola”, la più importante manifestazione di questo settore, che si è appena conclusa a Verona.

Firmato il protocollo d’Intesa della fascia olivata Assisi-Spoleto

Con la firma dei Comuni di Assisi, Spello, Foligno, Campello sul Clitunno, Trevi e Spoleto, è stato ratificato il Protocollo d’Intesa per la salvaguardia e la promozione del paesaggio olivato compreso tra Assisi e Spoleto. Ieri, presso la Sala del Consiglio Comunale di Trevi, i Sindaci dei Comuni hanno ufficialmente dato avvio al percorso finalizzato alla tutela dell’area, unica nelle sue caratteristiche: eccellenze paesaggistiche, spirituali, storiche, culturali, artistiche, produttive ed enogastronomiche, che fanno del paesaggio olivato un territorio di straordinaria rilevanza ambientale e storico-artistica. Il comitato ha recentemente inoltrato al Ministero delle Politiche Agricole, Forestali e Alimentari la richiesta di adesione al Registro Nazionale del Paesaggio Rurale, delle Pratiche Agricole e Conoscenze Tradizionali; ponendo le basi per la creazione di una rete operativa, impegnata in un’attività di salvaguardia e promozione integrata, il comitato confida di poter gettare le basi per una futura candidatura del territorio quale bene UNESCO, grazie alla presenza di beni già riconosciuti, come Assisi con i luoghi francescani e l’Italia Langobardorum tra Campello sul Clitunno e Spoleto. L’Assessore alla Qualità del Territorio del Patrimonio Agricolo, Paesaggistico e Ambientale dell’Umbria Fernanda Cecchini ha presieduto alla firma, ribadendo la centralità della tradizione olivicola e del suo prodotto principale: l’olio extra-vergine rappresenta un bene unico e fondamentale, emblema della cultura alimentare mediterranea e dell’attenzione al benessere e alla salute che da sempre la contraddistingue; l’Assessore ha altresì riconosciuto il valore del paesaggio olivato quale testimonianza della qualità ambientale umbra: “l’intera regione potrebbe idealmente essere patrimonio dell’umanità”.

Paesaggio olivato Assisi-Spoleto, domani la presentazione ufficiale

Sarà presentato ufficialmente in data 3 febbraio 2016, presso la Sala del Consiglio Comunale di Trevi alle 18.30,  il Protocollo d’Intesa costitutivo del comitato per la promozione del paesaggio olivato compreso tra Assisi e Spoleto; il comitato, istituito dai comuni di Assisi, Spello, Foligno, Trevi, Campello sul Clitunno e Spoleto, è finalizzato alla salvaguardia, alla valorizzazione e alla promozione del paesaggio olivato compreso tra Assisi e Spoleto. Riconosciuto il ruolo del comune di Trevi quale capofila, le istituzioni hanno così intrapreso un percorso finalizzato alla tutela dell’area, unica nelle sue caratteristiche: in virtù della compresenza di eccellenze paesaggistiche, spirituali, storiche, culturali, artistiche, produttive ed enogastronomiche, è possibile riconoscere il carattere di eccezionalità del territorio. Grazie alla promozione della fascia olivata nella sua straordinaria rilevanza paesaggistica e storico-artistica, l’intero contesto umbro balzerebbe in primo piano con il suo ruolo di tradizionale “culla” dell’olivicoltura. Read More

Città della Cultura o della rappresentazione?

Il dibattito sviluppatosi intorno al Turreno fino a questo momento porta con se una triste conclusione: 900 posti o 1200. Eppure la proposta di Mauro Agostini, uscita nel Corriere dell’Umbria qualche giorno fa, parlava di uno spazio da modellare secondo le esigenze e le potenzialità di una città, che grazie ai suoi molteplici punti di riferimento – Accademia delle Belle Arti, Conservatorio, scuole di danza e di alta formazione tecnologica e Università varie – spiccherebbe a livello nazionale e non solo. Purtroppo però la consolidata mancanza di un vero luogo di riferimento in cui far incontrare le diverse forme culturali costringe a rimediare su “scarti” che poco rendono onore al potenziale culturale di Perugia. Tutto questo senza dimenticare che i garage e i fondi in genere sono utilizzati per parcheggiare macchine o clandestini. Nulla nella parole di Agostini (pare) viene negato, neppure i concerti che forse in un non spazio riuscirebbero a trovare 1200 posti. Purtroppo va constatato che se non esistessero spettatori non ci sarebbero neanche i direttori artistici

Turreno, una scommessa che Perugia non può perdere

E’ di questi giorni la notizia che la giunta comunale, in vista della scadenza dell’opzione della Fondazione Carisp sull’acquisto dell’immobile, ha commissionato uno studio di fattibilità dal costo di 70mila euro e finanziato dalla Fondazione per fare chiarezza sul futuro del Turreno. Ancora sembrano esserci dubbi sul teatro e l’assessore Michele Fioroni, dopo una partenza a razzo, sembra aver tirato un po’ il freno a mano, forse conscio dell’impegnativo progetto. A tal proposito riportiamo un articolo uscito nel Corriere dell’Umbria e firmato da Mauro Agostini, direttore di Sviluppumbria, il quale analizza la situazione esprimendosi coerentemente su ciò che il Turreno dovrebbe essere, subito. Parole positive che speriamo trovino quanto prima un riscontro per uno dei luoghi da rivalorizzare più importanti di Perugia. “Dopo un accordo di massima infatti, il passaggio di proprietà avverrà con un piano di recupero ben definito. Con una intelligente, e poco valorizzata, opera di collaborazione istituzionale il Comune di Perugia, la Regione e la Fondazione Cassa di Risparmio, superando qualche piccola diffidenza iniziale, hanno posto le condizioni per la restituzione all’uso urbano di un contenitore fondamentale del centro storico, il Turreno. Che farne? Read More

La Regione “ingaggia” Augias nel Cda del Festival di Spoleto

Che Corrado Augias sia una persona più che rispettabile e di grande cultura non vi è alcun dubbio. Che però riesca ad ottemperare ai compiti di controllo nella gestione amministrativa del Cda ci lascia un po’ perplessi. Infatti i membri del consiglio di amministrazione sono detti amministratori e sono chiamati ad amministrare appunto. Una figura autorevole quella di Augias che speriamo sia sta chiamata anche per riuscire a fare da tramite tra l’aspetto artistico del festival e quello amministrativo del Cda. E comunque sembra che nemmeno nella cultura in Umbria c’è rinnovamento. Per ora in bocca al lupo.

Dalla Regione un Cin-CinA di troppo?

Il sospetto è di quelli pesanti e viene insinuato dal centro-destra in Regione dai consiglieri regionali Raffaele Nevi (FI), Sergio De Vincenzi, Claudio Ricci (Rp), Emanuele Fiorini, Valerio Mancini (Lega nord) e Marco Squarta (FdI): “Il capo di gabinetto della presidente Marini, Valentino Valentini, avrebbe partecipato a una fiera mercato in Cina con la propria azienda, mentre ad altre imprese umbre era stata comunicata la mancanza di spazi espositivi”. Il tutto a margine della missione di sistema organizzata dalla Regione Umbria a Chengdu in Cina dal 14 al 22 novembre scorsi. Organizzata ovviamente con soldi pubblici e guidata da un trio di frequent flyers istituzionali: la presidente Marini, il vice presidente Paparelli e il capo di gabinetto Valentini. E fin qua tutto secondo un copione noto e metabolizzato (al netto delle polemiche che si potrebbero sollevare sull’opportunità di certi viaggi e sulla corposità delle delegazioni). Il vero bubbone scoppia però  quando si viene a scoprire che l’azienda vinicola Bocale, di proprietà dello stesso Valentini, era presente con un proprio stand a una fiera agroalimentare a Chengdu per la quale era stata prevista, con delibera, la partecipazione gratuita con uno stand a 21 imprese umbre. Successivamente la partecipazione alla fiera era però stata disdetta dalla stessa Regione a causa di mancanza di spazi. Salvo scoprire che l’azienda di Valentini era comunque presente. Di qui le accuse e l’interrogazione del centrodestra. A che titolo e perché l’azienda di Valentini c’era e le altre no? Domande legittime, ma accuse rimandate al mittente con tanto di minaccia di querele. Ma un dubbio ancora più inquietante aleggia nell’aria: considerando quanto sono bravi i cinesi a copiare vuoi vedere che quello in foto non era Valentino Valentini ma un clone?

Umbria Calling – Winter Edition, spazio alle nuove band e tendenze musicali della regione

Torna così grazie alla Fondazione SergioPerLaMusica lo storico marchio di fabbrica targato Rockin’Umbria e dedicato ai gruppi emergenti. Da gennaio ad aprile, 5 gruppi umbri (The Soul Sailor & Mara’s Acoustic Fire, Quiver with Joy, Snow in Damascus, Elephant Brain, Assenza) si esibiranno dal vivo in altrettanti concerti all’Opificio di Umbertide per tenere accesi i riflettori anche in inverno su Rockin’Umbria. Il progetto, che prende spunto dal nome che il celebre festival rock usa per le serate dedicate a band umbre, avrà in futuro sviluppi con il coinvolgimento di altre band e spazi live regionali. Read More

La cantina Caprai si accorda con Wilson Daniels per l’importazione in USA

La cantina Arnaldo Caprai sta puntando a dominare il mercato americano ancor più intensamente. Infatti dal 1 Gennaio farà parte del portfolio dello storico marchio d’importazione americano Wilson Daniels che contribuirà a distribuire negli Usa il suo pregiato Sagrantino. “Essere insieme a nomi di eccellenza, come Romanée-Conti, farà di questo accordo un grande trampolino di lancio per nuovi traguardi” ha commentato Marco Caprai parlando di “un’operazione commerciale da tre milioni di euro in tre anni”. La cantina Arnaldo Caprai è presente sul mercato americano da più di 25 anni. Senza dubbio una bella notizia che fa ancor più del Sagrantino, Montefalco e l’Umbria un’affermata eccellenza a livello internazionale

Prorogata la mostra dedicata alla Madonna della Cintola

Il grande successo di visitatori della mostra dedicata alla “Madonna della Cintola” sancisce la sua proroga. La pala di Benozzo Gozzoli, tornata a Montefalco dopo 167 anni, rimarrà esposta fino al 30 aprile. “Il miracolo di azzurro e di oro” continuerà ad incantare. Oltre 17.000 sono i visitatori registrati fino ad oggi al Museo San Francesco di Montefalco, venuti ad ammirare la “Madonna della Cintola”, la straordinaria Pala d’altare di Benozzo Gozzoli tornata nel borgo umbro dopo 167 anni. La prestigiosa operazione di restauro è stata eseguita dai Musei Vaticani grazie al contributo della felice sinergia tra pubblico e privato, con la partecipazione importante di imprenditori del territorio. Antonio Paolucci, Direttore dei Musei Vaticani e curatore della mostra, su espressa richiesta del sindaco Donatella Tesei, ha concesso la proroga, con pieno apprezzamento dell’organizzazione generale e dell’ottima risposta di pubblico e critica. Read More

Fascia olivata pedemontana, nasce il comitato di salvaguardia

Costituito su iniziativa dei comuni di Assisi, Spello, Foligno, Trevi, Campello sul Clitunno e Spoleto, il comitato punta a contribuire alla salvaguardia e alla valorizzazione degli oliveti presenti sul territorio, tramite un percorso che unisce la tutela ambientale alla sensibilizzazione storico-culturale. Con la firma dei comuni di Assisi, Spello, Foligno, Trevi, Campello sul Clitunno e Spoleto, si è costituito il comitato per la salvaguardia e la valorizzazione della fascia olivata pedemontana compresa tra la città di San Francesco e l’antica capitale del Ducato longobardo. Riconosciuto il ruolo del comune di Trevi quale capofila, le istituzioni hanno così intrapreso un percorso finalizzato alla tutela dell’area, unica nelle sue caratteristiche. La presenza secolare della coltivazione dell’olivo in queste zone ha assunto una connotazione peculiare, grazie al rapporto con il contesto naturalistico e con insediamenti e attività antropiche; in virtù della compresenza di eccellenze paesaggistiche, spirituali, storiche, culturali, artistiche, produttive ed enogastronomiche, è possibile riconoscere il carattere di unicità del territorio. Read More

Qualità della vita, Perugia scende. Effetto retroattivo o mal gestione?

Come ogni anno il Sole 24 Ore pubblica la classifica della Qualità della vita nelle province italiane. Secondo la ricerca il capoluogo umbro perde 30 posizioni mentre Terni è 65esima. Perugia perciò si attesta in 57esima posizione (per dovere di cronaca: Bolzano prima, Milano seconda e Trento terza, ultima Reggio Calabria), perdendo 30 posizione rispetto all’anno passato. Verdetto senza dubbio negativo per la città, che lo scorso anno si era piazzata in 27esima posizione. Una discesa repentina che ha sollevato una mare di polemiche e strumentalizzazioni politiche. Stessa sorte però anche per Terni che si attesta al 65esimo posto, tre posizioni in meno rispetto all’anno precedente. La posizione delle due province umbre rispecchia i dati raccolti nelle sei “aree tematiche” della ricerca: tenore di vita, affari e lavoro, servizi, popolazione, ordine pubblico e tempo libero. Nel dettaglio le due province umbre si sono posizionate così: Tenore di vita (Perugia 60, Terni 67), Affari e lavoro (Perugia 55, Terni 64), Servizi, ambiente, salute (Terni 52, Perugia 60), Popolazione (Perugia 35, Terni 78), Ordine pubblico (Terni 55, Perugia 63), Tempo libero (Perugia 34, Terni 42). Un duro colpo per la città e per l’attuale amministrazione che però sembra aver alzato la testa ribattendo alle critiche dell’opposizione. In particolare il sindaco Romizi che ha sottolineato come i dati si riferiscano alla provincia tutta e non solo al comune di Perugia aggiungendo che a sentenziare la deludente classifica hanno contribuito anche elementi che si riferiscono in parte al 2014 e perciò non imputabili in toto all’attuale amministrazione. Che sia vero o meno, l’opposizione non ha perso l’occasione per punzecchiare il lavoro dell’attuale amministrazione forse senza approfondire i parametri utilizzati. Giochi di partito vecchi e inutili (anche se l’attuale giovane classe politica dovrebbe esprimere il futuro alternativo) e non più in linea con le esigenze della cittadinanza e di Perugia che sta vivendo un momento delicato e che avrebbe bisogno dell’appoggio di tutti. Ma tanto ora ci sono le feste… poi si vedrà! Qui la classifica

Umbria Jazz 2016, Mika sul palco del Santa Giuliana

Ecco un altro nome “pesante” del panorama musicale internazionale che approda per la prima volta alla corte di Pagnotta & Co . Umbria Jazz ha infatti appena reso noto che il 10 luglio salirà sul palco del Santa Giuliana Mika. Il cantautore libanese naturalizzato britannico, dopo il tour sold out nei palazzetti ed il concerto con l’Orchestra Sinfonica “Affinis Consort” al Teatro Sociale di Como, sarà a Umbria Jazz  domenica 10 luglio 2016.  Le prevendite dei biglietti avranno inizio alle 18 di lunedì 14 dicembre. Un altro colpo che senza dubbio attirerà molto pubblico per quello che senza dubbio sarà un concerto da non perdere! Per il concerto perugino i prezzi saranno questi: I° Settore numerato: € 70,00 + prev. – II° Settore numerato: € 50,00 + prev. – Gradinata non numerata: € 30,00 + prev.

Il Vespasia di Norcia viene premiato con una stella dalla Guida Michelin

Ora che meritatamente il ristorante Vespasia di Palazzo Seneca a Norcia ottiene la sua prima stella Michelin, l’Umbria può iniziare a sentirsi un po’ meno Vissani-dipendente (il quale ne ha due). Dopo la prevedibile esclusione de Il Postale, la guida gastronomica premia uno dei luoghi già più blasonati dell’Umbria. C’è voluta la determinazione e la passione della famiglia Bianconi che a Norcia fa ristorazione e ospitalità dal 1850, con lo chef Emanuele Mazzella (con i suoi 32 anni uno dei più giovani chef stellati d’Italia) , per riuscire nell’impresa. Un gioco di squadra e condivisione che ha visto eccellere un team composto da giovani provenienti da diverse regioni d’Italia, che ha portato energia e originalità nella cucina del Vespasia. In sala, dall’apertura del ristorante Vespasia, il primo maître Mauro Clementi, umbro, innamorato del suo lavoro e della sua terra e con una grande passione per il vino. Secondo maître, Andrea Dell’Armi, con un bagaglio di esperienze internazionali. Il tocco femminile in sala è assicurato da Laura Santoro di Salerno, la gioventù e l’energia di Hasim Sulejmani rappresentano la proiezione di questo ristorante verso il futuro. Grazie alla stella Michelin, il Vespasia fa del Relais & Chateaux Palazzo Seneca l’hotel gourmet più blasonato dell’Umbria. C’è voluta la determinazione e la passione della famiglia Bianconi che a Norcia fa ristorazione e ospitalità dal 1850, con lo chef Emanuele Mazzella e tutto lo staff per riuscire nell’impresa. «Siamo convinti che questo successo darà nuova luce ed energia a tutta la ristorazione della regione e della Valnerina e rappresentera’ ancor di piu’ un’opportunita’ per i piccoli produttori di eccellenza» affermano soddisfatti Vincenzo e Federico Bianconi, titolari, insieme ai genitori Carlo e Anna, di questa azienda. La filosofia della cucina del Vespasia si riassume in un concetto: “Tradizione con Innovazione”. Qui si trovano i migliori prodotti gastronomici e vinicoli del territorio che si fondono, di volta in volta, con le eccellenze di altre regioni. Il ristorante rappresenta una vera e propria vetrina multisensoriale che segue le stagioni.  In questo luogo, autentico, la magia è data dall’armonia “benedettina” tra cielo e terra, cibo, interior design, ricercato ma semplice, una ospitalità professionale e familiare.

I kraftwerk ad Umbria Jazz 2016

Con questo rumors si inaugura il toto nomi per l’edizione 2016 di Umbria Jazz. Sembra ormai fatta per band tedesca di musica elettronica. Una bella notizia per tutti gli manti della musica e non solo per coloro che nell’elettronica hanno trovato un punto di riferimento. Infatti i Kraftwerk, considerati i pioneri della musica eletyrtonica, hanno influenzato non poche generazioni, come la popular music della fine del XX secolo così da determinare la nascita di nuovi generi musicali. Lo stile dei Kraftwerk, ispirato al minimalismo, alla musica colta di Stockhausene alla new wave,si distingue per le sonorità volutamente fredde e in qualche modo vicine all’estetica futurista.Le loro sonorità ritmiche e robotiche li hanno resi importanti antesignani di innumerevoli tendenze della musica elettronica (quali la techno, la musica house e la musica industriale)e dell’hip hop,nonché gli inventori del synth pop:un genere che sarebbero andati a definire con Autobahn (1974),l’album della loro svolta “commerciale”. In seguito al successo di quest’ultima pubblicazione, la formazione iniziò a promuoversi all’estero pubblicando, parallelamente ai loro album cantati in tedesco, edizioni cantate in inglese. Le voci, inoltre, vedrebbero la direzione di artistica di Umbria Jazz trattare anche per David Gilmour, storico cantante e chitarrista dei Pink Floyd. Non ci resta che attendere le conferme ufficiali, che se fossero, farebbero la gioia di molti

Un claim sul Natale val bene la spesa!

‘A Natale regalati l’Umbria’. E’ questo il nuovo claim della Regione Umbria presentato da Fabio Paparelli, vicepresidente regionale e assessore al Turismo, il quale ha specificato che «la campagna si sviluppa sul web, in radio e sugli openbus di Roma, Milano, Napoli e Bologna. Presepi, viventi e tradizionali, alcuni dei quali davvero insoliti, manifestazioni ricche di folklore, mille bancarelle e tante luci, alcune simbolo e riconosciute in tutto il mondo, sono l’anima di un Natale da vivere e da amare, quello che l’Umbria regala a tutti coloro che cercano un luogo magico e ricco di fascino e spiritualità». Molti gli appuntamenti (la maggioranza dei quali non nuovi o già calendarizzati come ogni anno) presentati in conferenza stampa. Perciò possiamo parlare senza dubbio di folklore alla vista del font utilizzato per l’originale slogan (monk o giù di lì). E pensare che Paparelli c’è andato sino a Roma a presentare la campagna. Ci piacerebbe sapere quanto è costata una così tanto arguta compagna di promozione turistica, ma si avvicina il Natale e bisogna essere tutti più buoni. Certo che passare da McCurry al ‘monk’ il passo è stato breve e azzardato! Speriamo solo che abbiamo utilizzato uno stagista.

Accreditamento condizionato per l’Unipg

Accreditamento condizionato. È questo il giudizio finale che l’Anvur, l’Agenzia nazionale di valutazione del sistema universitario e della ricerca, dà riguardo l’Università degli studi di Perugia. L’ateneo è stato visitato un anno fa e per per 4 giorni da una specifica commissione composta da 15 esperti i quali hanno cercato di capire se il sistema che punta a garantire la qualità dell’ateneo funziona o no. Nove i corsi di laurea esaminati: Ingegneria informatica ed elettronica, Scienze dell’educazione, Scienze agrarie e ambientali, Scienze politiche e delle relazioni internazionali, Italianistica e storia europea, Ingegneria civile, Scienze chimiche, Amministrazione e legislazione aziendale e infine Medicina e chirurgia. E pensare che in questi giorni i dirigenti del Università sono in Cina a firmare protocolli d’intesa per la alta formazione. La scheda riassuntiva, composta da 41 voci, aveva voti che andavano dalla A («segnalato come prassi eccellente») alla D («non approvato per criticità importanti») passando per B («approvato») e C («accettato con una raccomandazione»). A prevalere sono state le B e le C, con due sole A (politiche per la qualità, presidio qualità) e altrettante D (valutazione dell’apprendimento e nucleo di valutazione). Un dato non posito per l’Ateneo perugino che vede calare anche il numero degli isctitti nel quadriennio 2010-2014 che diminuiscono di circa 4300 unità. E pensare che in questi giorni i dirigenti dell’Università sono volati fino in Cina per firmare protocolli d’intesa per l’alta formazione. Chissà se torneranno con qualcosa di concreto in mano o solo con le solite chiacchiere

Perugia 1416, la tanto attesa è (già) finita

Dopo le chiacchiere e le tante opinioni in merito, il progetto Perugia 1416 sta per essere svelato alla città. Domenica 22 novembre alle 17.30 presso la sala dei Notari l’assessore Severini e il sindaco Romizi presenteranno quello che dovrebbe rilanciare le sorti culturali e turistiche della città. Dunque il Palio si farà e con esso verranno costituiti i 5 rioni che avranno il compito di dare vita ai vari cortei storici e all’organizzazione del Palio e dei giochi storici. La rievocazione, che dovrebbe svolgersi l’11 e 12 giugno 2016, sarà ambientata tra il 1300 e la metà del 1400 e verrà anche la celebrata la vittoria Braccio Fortebraccio da Montone. Il tutto girerà attorno ai Cinque Rioni in cui è articolata la città: Porta Eburnea, Porta San Pietro, Porta Sant’Angelo, Porta Santa Susanna, Porta Sole. Ogni rione perciò avrà figuranti e partecipanti vestiti con i colori del proprio stemma. La città e le attività commerciali dovrebbero “reggere” il gioco e caratterizzare i propri esercizi con oggetti che richiamino alla festa. Altre dettagli non sono stati svelati. La cosa certa è che vedremo gente stravagante in giro per la città. Se gente ce ne sarà. Non crediamo comunque che caratterizzare di punto in bianco la città con un Palio o una rievocazione sia di primaria importanza. Ci sono tante altre promozioni turistiche che si potrebbero fare per attirare gente e riaccendere il fuoco della convivialità. Non ci resta che augurare in bocca al lupo agli organizzatori e a questo progetto sperando che, come già proclamato, non vengano spesi soldi pubblici.

MANUFATTO in SITU 9. La carta sonora degli orti di San Pietro

In occasione di Umbrialibri venerdì 13 novembre presso Complesso Monumentale di San Pietro si potrà partecipare all’esplorazione sonora. Un laboratorio-residenza per una raccolta di quaderni che formano un libro ed un manufatto sonoro. Alle ore 15.00 partirà l’esplorazione sonora tra Orto sociale-didattico, Orto medievale e Orto Botanico con partenza dal primo chiostro, punto Info UL15, mentre alle 17.30 nel terzo chiostro delle Stelle e Aula D, presentazione del prototipo editoriale di ‘quaderno di campo’ e del progetto sonoro in forma di missaggio dal vivo (live mixing). “Campestre, mimetica”, questo il titolo dell’esplorazione sonora curata dall’artista invitato a condurre il laboratorio Francesco Fonassi insieme agli artisti, musicisti, partecipanti alla nona edizione di Manufatto in Situ, ospitata nell’articolato sistema di orti dislocati dentro e fuori dal complesso monumentale di San Pietro, quest’anno luogo del laboratorio/residenza nell’ambito di Umbrialibri e della correlata festa Radioeuropa di Radio3 Rai. Oltre al percorso sonoro da compiere insieme al pubblico alle ore 15, nel pomeriggio di venerdì 13 nel chiostro delle Stelle sarà presente un manufatto contemporaneo d’ispirazione “benedettina” sul quale si avrà l’anteprima in forma di display del progetto editoriale di prossima pubblicazione da parte di Viaindustriae, raccolta di documenti, materiali di indagine emersi nel corso del laboratorio. Quest’aspetto espositivo sarà il preambolo all’evento conclusivo de La carta sonora degli orti di San Pietro in Aula D alle ore 17.30, dove i materiali registrati, diffusi e ri-registrati sul campo, insieme alle impronte sonore ascoltate “in situ”, insieme alle testimonianze storiche e sociali raccolte, confluiranno in un missaggio dal vivo (live mixing) stratificato e coinvolgente. Read More

Boom di visitatori a Montefalco per la Madonna della Cintola

Per ammirare la Madonna della Cintola di Benozzo Gozzoli, la stupenda pala di altare tornata a Montefalco dopo 167 anni e dopo il certosino restauro realizzato dai Musei Vaticani con il contributo di tanti imprenditori della zona, c’è tempo fino al 30 dicembre. Ma in questi giorni tanti turisti si sono recati nella Chiesa Museo di San Francesco per ammirarla. Si parla di oltre 1000 visitatori solo negli ultimi giorni. Dati che confermano il successo dell’offerta culturale e non solo di Montefalco. Tanta gente è stata attratta anche dagli autorevoli ospiti invitati a Montefalco, come Vittorio Sgarbi e Philippe Daverio, noto critico d’arte e giornalista televisivo e dalla presenza di Antonio Paolucci direttore dei Musei Vaticani e curatore della mostra. Montefalco è senza dubbio un’eccellenza dell’Umbria da prendere d’esempio

Capitale Italiana dei Giovani e la lontananza dell’assessore

La notizia ormai è ufficiale: Perugia è stata premiata come Capitale Italiana dei Giovani 2016. Una piccola rivincita dopo la vittoria di Matera a Capitale Europea della Cultura 2019 e di Mantova Capitale Italiana della Cultura, che ha sconfitto le umbre Terni e Spoleto. Nelle motivazioni si legge che il titolo di Capitale Italiana dei Giovani per il 2016 è stato assegnato a Perugia per “l’impegno e la determinazione profusa dalla città tutta nel corso degli ultimi anni, che l’hanno portata ad essere finalista nella competizione europea per la Capitale dei Giovani, rappresentando degnamente l’Italia. Il titolo di Capitale Italiana dei Giovani vuole essere il giusto riconoscimento per lo sforzo progettuale e per la capacità e l’energia delle associazioni di giovani che si sono attivate e che sono state elemento indispensabile e vivo per la progettazione di un modello d’eccellenza a livello nazionale ed internazionale per le politiche giovanili”. Un riconoscimento importante anche in vista del futuro assetto culturale di Perugia il quale sembra non essere ancora ben delineato ne lanciato verso una doverosa rivincita. Ora si può sperare in qualcosa di più il 26 novembre, giorno in cui Perugia potrebbe vincere anche il titolo di Capitale Europea dei Giovani. Intanto l’assessore al Turismo e alla Cultura del Comune di Perugia, Teresa Severini, parla e riconferma la sua strategia di promozione culturale che si impernia sul medioevo e sulla tanto discussa rievocazione storica. Forse era meglio attendere visto la fresca nomina di oggi. Quanta lontananza dalla realtà, assessore Severini

Ricomincio da 33, il tributo al disco in vinile

Da Umbrò, il 12 novembre, la Fondazione SergioPerLaMusica celebra il disco in vinile. Per riscoprire il fascino di questo modo di vivere la musica, che ha rappresentato un momento importante nella vita di molti di noi e che le nuove generazioni stanno riscoprendo, giovedì 12 novembre prenderà vita una serata in cui il vinile sarà protagonista. Dalle ore 19.00, la consolle aspetterà le canzoni e i dischi che hanno segnato la formazione musicale di ognuno di noi. Sotto la guida di alcuni dj professionisti, che coordineranno l’avvicendarsi ai piatti, tutti voi Soci e gli amici della Fondazione potranno portare i propri dischi preferiti e diventare dj per una sera. Un evento aperto e corale, in cui l’ascolto del vinile sarà l’occasione per riscoprire momenti, ricreare atmosfere, riaffermare il ruolo fondamentale della musica anche per i progetti e le iniziative future. La serata segnerà un’altra tappa della felice collaborazione tra la Fondazione e l’ARCI di Perugia, che metterà a disposizione la nuova sala di Umbrò, uno spazio concepito in modo specifico per ospitare eventi a carattere musicale. Con uno sguardo al passato ma la rotta orientata verso il futuro con decisione, “Ricomincio da 33″ rappresenterà per la Fondazione un nuovo momento per stare insieme ai propri sostenitori e per riprendere le fila del proprio percorso che ha portato, in appena un anno di vita, a eventi come Moon in June e Rockin’Umbria. Qui l’evento

Gran finale di stagione per la Darsena: A Toys Orchestra

Un gran finale di stagione per la Darsena Live Music. Il locale di Castiglione del Lago porta a termine un cartellone che da aprile ha visto esibirsi in riva al Trasimeno le band e gli artisti più significativi della scena indipendente italiana e non solo. Per la festa di chiusura, sabato 31 ottobre, ci saranno A Toys Orchestra, una delle band oggi più acclamate ed amate dal pubblico. Alla fine del 2014 gli A Toys Orchestra sono tornati con un album nuovo di zecca, una veste completamente rinnovata e nuovi compagni di viaggio quali il polistrumentista Julian Barrett che oltre ad aver suonato piano e synth nel disco si è unito alla line up dei Toys per il tour. Una line up che è completata con Enzo Moretto, Ilaria D’Angelis, Raffaele Benevento e Andrea Perillo. “Butterfly Effect” è stato prodotto al Vox-Ton Studio di Berlino da Jeremy Glover (Liars, Devastations, Crystal Castle e IAMX) che da dietro al mixer ha saputo cogliere la giusta direzione che il rinnovato sound richiedeva ed è l’album con cui i Toys proseguono la loro importante storia. Una band che ha deciso di confrontarsi nuovamente con il mercato europeo in virtù della propria vocazione squisitamente internazionale e che ha fatto tanta strada mantenendo vivo il desiderio di proseguire un cammino all’insegna della scoperta, privilegiando il valore del percorso piuttosto che il raggiungimento delle mete, costruendo in virtù di ciò risultati sempre più importanti e concreti nel corso degli anni. In apertura, ad esibirsi sarà Iononso+Chisono, progetto solista del chitarrista perugino Francesco Federici. I concerti inizieranno alle 23.30, con ingresso 8 euro, compresa una degustazione offerta dai Vignaioli Resistenti Umbri: per l’occasione, con la Cantina Cenci e la Cantina Riccioni.

L’Estate di San Martino festeggia 40 anni di musica

L’appuntamento è fissato per sabato 31 ottobre alle ore 21.30 presso il teatro Brecht di San Sisto. Sarà una festa della musica vera e propria con ospiti d’eccezione: da Alessandro Deledda a Francesco Santucci, dalle splendide voci di Conny Rausch e Andrea Pieroni  alle percussioni di Peppe Stefanelli, fino ai 15 coristi del “Coro Colle del Sole Cai Perugia” diretti da Paolo Ciacci. Di più: per l’occasione torneranno a suonare anche il primo e storico chitarrista elettrico del gruppo, Luca Castellani, e il bassista Mauro Formica.  E ancora i video creati da Massimo Achilli e la voce narrante di Emanuele Regi introdurranno l’ultimo lavoro: Talsete di Marsantino. Attualmente il gruppo è composto da Massimo Baracchi, Marco Pentiricci,  Riccardo Regi, Sergio Servadio, Stefano Tofi. Presenterà la serata Paola Costantini. Costo del biglietto 10 euro. Ulteriori dettagli qui

“Benozzo Gozzoli. La Madonna della Cintola”, sabato la presentazione del catalogo

Nuovo appuntamento di prestigio per “il miracolo di azzurro e di oro” esposto fino al 30 dicembre al Complesso museale di San Francesco a Montefalco. Sabato 31 ottobre, alle ore 17, sarà presentato il catalogo ufficiale della mostra “Benozzo Gozzoli. La Madonna della Cintola”, dedicato alla Pala tornata nella città di Montefalco dopo 167 anni. A presentare il volume, edito da Silvana Editoriale e curato da Adele Breda, sarà Antonio Paolucci, Direttore dei Musei Vaticani e curatore della mostra. Insieme a lui interverranno il Sindaco di Montefalco Donatella Tesei, S.E. Monsignor Renato Boccardo Arcivescovo Spoleto-Norcia, la curatrice Adele Breda del Dipartimento delle Arti dei Musei Vaticani, Alessandra Zarelli e Massimo Alesi del Laboratorio di Restauro e Dipinti dei Musei Vaticani. Si potrà assistere ad una Lectio magistralis del professor Paolucci e dei restauratori dell’opera, che metteranno in evidenza il grande valore del restauro della magnifica Pala d’altare. Il catalogo, in italiano e inglese, è stato realizzato grazie al prezioso contributo dell’azienda Fabiana Filippi, che ha partecipato attivamente con altri imprenditori all’intero progetto legato al recupero della Pala del pittore fiorentino Benozzo Gozzoli.

Read More

Maurizio Mastrini in concerto per beneficenza. Il biglietto si paga con pasta e zucchero

Partirà da Assisi domenica 24 ottobre alle 17.30 il “Baratto Tour”: il ricavato sarà devoluto in beneficenza alla Caritas. Non serve il biglietto per assistere a uno dei concerti  del pianista Maurizio Mestrini. Ciò che occorre per ascoltare l’artista nelle sue esibizioni “al contrario”, sono alimenti di prima necessità che si possano conservare, come pasta, zucchero, biscotti o cibi in scatola. Il ricavato è destinato infatti alla Caritas, in un’iniziativa di musica e solidarietà che già ha riscosso i primi successi. Il concerto si terrà all’Istituto Serafico - in collaborazione con Round Table 50 di Perugia - sulle note dell’album “The Pianist” del musicista noto per le sue rivisitazioni al contrario di opere della musica classica, come “Per Elisa” di Ludwig Van Beethoven suonata leggendo la partitura dall’ultima alla prima nota. Gli alimenti che saranno raccolti durante la serata saranno donati alla Caritas diocesana della cittadina umbra. Lo scorso aprile a Siena Mastrini riscosse un discreto successo, tanto che da raccogliere 23 quintali di alimenti da dare in beneficenza. Le prossime tappe del “Baratto Tour”, organizzato dall’Associazione d’Arte Musicale ‘I Mastri Musici’ sono quelle di Prato il 28 ottobre, Ascoli Piceno il 13 novembre, Udine il 27 novembre, Roma il 28 novembre. Altre date saranno definite in Germania, Belgio, Francia, Svizzera e Finlandia.

‘Frutta d’arte’, a Gubbio si promuove lo straordinario patrimonio dell’Umbria

“Frutta d’arte” è una iniziativa ideata e realizzata da Fondazione Archeologia Arborea onlus e Confederazione Italia Agricoltori dell’Umbria, per promuovere il nostro straordinario patrimonio vegetale, agricolo e artistico. Sono dieci meravigliosi esempi di dipinti di altrettanti artisti umbri o che hanno operato in Umbria, tra cui Piero della Francesca e Francesco Melanzio, nei quali sono state riconosciute antiche varietà locali di frutta, salvate dalla scomparsa e conservate dalla Fondazione Archeologia Arborea nel frutteto di San Lorenzo di Lerchi. Un confronto che vuole sottolineare l’importanza dell’arte come forma di documentazione nella cultura tradizionale legata alle piante da frutto e nella biodiversità e nello stesso tempo quanto lo straordinario patrimonio varietale fu di ispirazione per gli artisti stessi. Le fotografie sono in gran parte del fotografo Emilio Tremolada, l’ideazione e il coordinamento scientifico della mostra è di Isabella Dalla Ragione, Presidente della Fondazione, il coordinamento tecnico è di Arch. Giulia Schippa e Dott. Agr. Andrea Palomba. La consulenza grafica di Stefano Coviello, la stampa Italgraf. I Comuni di Montefalco, Gualdo Tadino, Montone, la Galleria Nazionale dell’Umbria, il Polo Museale dell’Umbria, Fondazione Cassa di Risparmio di Città di Castello, hanno permesso la documentazione delle opere che sono in loro custodia. La mostra “Frutta d’arte” è stata presentata con successo in agosto ad Expo2015 e sarà ospitata a Gubbio, presso la Chiesa di san Giuseppe, in occasione della 34^ Mostra mercato nazionale del tartufo bianco e dei prodotti agro-alimentari, il 23, 24, 25 ottobre. La mostra fotografica sarà poi affiancata da una interessante mostra pomologica (“Frutta dal Vero”) con frutta dal vero, a cura della Fondazione Archeologia Arborea onlus con le antiche varietà locali di frutta provenienti dal frutteto di San Lorenzo. Sarà possibile godere della vista e del profumo di decine di varietà di frutta di antica coltivazione in Umbria, un’occasione per divulgare la cultura della biodiversità e sottolineare l’importanza della sua conservazione.

European Business Awards, tre aziende umbre in finale

Sono tre le aziende umbre che parteciperanno alle finali del prestigioso concorso “European Business Awards”: la Tec. Inn. Innovations, che opera nel settore tecnologie speciali e materiali innovativi per il rinforzo e la messa in sicurezza di strutture civili, industriali e del patrimonio storico; la Umbra Cuscinetti spa, leader nel settore della meccanica di precisione; l’azienda vitivinicola Arnaldo Caprai, eccellenza nella produzione di Sagrantino di Montefalco. “European Business Awards”, giunto alla sua nona edizione con una partecipazione globale di 32.0000 aziende, è il riconoscimento professionale più importante d’Europa che premia le eccellenze imprenditoriali più innovative. Ad oggi 678 imprese in Europa e 38 scelte in Italia di cui ben 3 umbre,  hanno superato la prima fase del concorso. La seconda selezione a dicembre, proclamerà un campione per ogni nazione europea che si contenderà il premio durante la finale della prossima primavera 2016. In bocca al lupo alle eccellenze umbre in gara!

I videomaker umbri che conquistano Hollywood

Si chiamano Tiziano Fioriti (regista e sceneggiatore di video) e Andrea Brunetti (produttore associato) i due gualdesi che hanno ottenuto la nomination ai “Los Angeles Indipendent Film Festival Awards” di Hollywood (unici europei tra l’altro). Il video che ha conquistato gli USA si chiama Spoon Rest ed è basato sul brano dei Wonder Vincent, gruppo umbro di stoner rock. Prima incluso nella sezione ufficiale del festival, Spoon Rest è stato poi nominato come uno dei cinque migliori video musicale dell’evento. Recatesi a Los Angeles, i due gualdesi hanno sfiorato la vittoria, anche se possono accontentarsi con altri riconoscimenti come miglior music video al Tmmf in Scozia, alla selezione ufficiale dell’Avanca film festival, all’Hamilton music and video festival in Canada e al London digital film festival in Inghilterra. Il video è stato autoprodotto con budget praticamente inesistente e girato in soli quattro giorni nell’agriturismo “Domus Santa Croce” di Gualdo Tadino.

Catena di pace per i 75 anni di John Lennon

Una catena umana con 4 mila mani allacciate a Central Park per formare un gigantesco «peace sign». È il regalo di Yoko Ono per quello che sarebbe stato il compleanno del marito se non fosse stato ucciso sotto casa, il Dakota, dall’altro lato del parco, l’8 dicembre 1980. Infatti oggi John Lennon avrebbe compiuto 75 anni. Uno splendido omaggio ad una persona che credeva veramente in una pace davvero possibile. Imagine

Immagine anteprima YouTube

The Trauma of Painting, Alberto Burri a NY

Alberto Burri:The Trauma of Painting è il titolo della mostra dedicata ad Alberto Burri al Guggenheim di New York. Il suo lavoro ha rotto la tradizione pittorica occidentale, i suoi colori rossi-nero-bianchi coniugati ai suoi dipinti-oggetto sprigionano emozioni che nascono dalla sofferenza e dal dolore racchiusi nell’Italia dell’immediato dopo guerra. Quasi 100 opere in onore dell’artista tifernate. “La retrospettiva – spiega Richard Armstrong, il direttore del Guggenheim – e’ la prima in 35 anni e la più completa mai allestita negli Usa. Le opere vengono da collezioni private, da musei di tutto il mondo e dalla Fondazione Palazzo Albizzini Collezione Burri di Città di Castello che ha prestato una quarantina di pezzi.”

Tartufo e patata bianca, Pietralunga inaugura la stagione autunnale

Gli eventi che richiamano i migliori prodotti agricoli autunnali non potevano che iniziare con un evento imperdibile. Torna infatti la 28esima edizione della mostra mercato nazionale del tartufo e della patata bianca. Due fine settimana all’insegna del qualità, dell’enogastronomia, della cultura, della natura, del folklore a Pietralunga. Si inizia venerdì 9 con l’apertura degli stands espositivi di prodotti tipici ed artigianato locale. Sabato 10,  oltre che assaporare presso i ristoranti locali il piatto principe di questa manifestazione ”Gnocchi di Patata Bianca con Tartufo” sarà possibile degustare gratuitamente il Pesce del lago Trasimeno abbinato alla Patata Bianca di Pietralunga grazie alla cooperativa Pescatori del Lago. Domenica 11 mattina l’immancabile gara di cani da tartufo organizzata dalla Pro-loco e dall’ associazione Tartufai Alta Valle del Tevere e per quest’anno “Camminabosco” passeggiata nel territorio pietralunghese che ci guiderà alla scoperta della Via del Carpina, percorso educativo ambientale realizzato in sintonia dai Comuni di Montone e Pietralunga, con lo scopo di far conoscere le emergenze naturalistiche e culturali del proprio territorio. Per concludere con balli, musica  e folklore grazie all’esibizione del Gruppo Folk La Frullana, della Banda Polifonica Pietralunghese e dei piccoli Tamburini e Sbandieratori La Rocca. Il secondo weekend, sarà sempre dedicato agli immancabili protagonisti di questa manifestazione il “RE TARTUFO” e la “REGINA PATATA BIANCA”. e contornato da tante altre iniziative…. come la quinta edizione della Gara Podistica ‘La Tartufissima’ .

Ciak, si gira! Promozione turistica senza coordinamento

I Gal dell’Umbria continuano a investire risorse su filmati e attività di promozione turistica mentre in contemporanea, la Regione Umbria tramite un bando, lancia il video contest internazionale Umbriamovie per selezionare i nove talenti che racconteranno con video di qualità le sue bellezze nel mondo con lo scopo di promuovere e valorizzare il territorio umbro. Conclusione: assenza di coordinamento e investimenti che continuano ad aumentare il monte dell’inutilità

“La via del Tabacco”, magari è uno scherzo

Città di Castello è diventata in questi giorni territorio di confronto e scontro tra le nuove tendenze del PD. Ultima in ordine di tempo la “La via del Tabacco” promossa dal Walter Verini, coordinatore parlamentare delle aree tabacchicole della Camera dei deputati. Prima di saltare a conclusioni pirotecniche cerchiamo di capire se è uno scherzo

Arriva la busta arancione

In arrivo buste arancioni a tutti gli italiani contenente una simulazione della pensione. In Svezia era pensato come servizio mentre in Italia il pensiero recondito è quello di mandare in pensione con lo sconto i cittadini in prossimità della stessa. Poste Italiane gongola

Siamo tutti MONK soggetti alla Coltura

E’ ancora l’Expo di Milano – precisamente presso lo stand della Regione Umbria in cui si sta svolgendo la mostra Convivium 2.0 – lo scenario scelto per la presentazione del nuovo font dell’Umbria ideato dall’Accademia delle Belle Arti. Il carattere tipografico, che vuole esaltare le caratteristiche dell’Umbria tra passato e futuro, è stato presentato con il nome di “Monk”, monaco, in onore della tradizione amanuense dei monaci umbri. Il claim scelto per la presentazione che in qualche modo rimanda al mondo “culinario”: La diffusione del sapere come cibo per la mente. Chissà perché quando si parla di Umbria salta fuori sempre il cibo. Vabbè meglio non indagare, non SAPERE! «Questo nuovo ed originale ‘font’ è la sintesi dell’Umbria del passato che sa guardare al futuro, l’Umbria della tradizione amanuense dei frati benedettini e di quelli francescani che ha consentito all’umanità di conservare gli inestimabili tesori della conoscenza e del sapere», ha detto la governatrice Catiuscia Marini. «Con questo progetto – continua la Marini – abbiamo voluto portare a Expo una terra che grazie alla tradizione del monachesimo benedettino prima e francescano poi ha saputo trasmettere nel tempo la conoscenza, grazie all’antica pratica degli amanuensi. È proprio da quelle tradizioni che nasce l’identità della nostra regione che vogliamo far conoscere sempre di più al mondo. Sono tradizioni che affondano le loro radici nella passione dei frati per la trasmissione del sapere, ma anche per coltivazione della terra, per la produzione del cibo. È il senso di questa mostra e del progetto ‘Monk’ è appunto quello di tenere insieme il concetto di cultura con quello di coltura». Che la cultura debba essere la base sulla quale l’Umbria riesca a proiettarsi verso un avvenire sempre più luminoso non ci piove. Quello che ci sfugge invece è il concetto di coltura tra passato e futuro: sta a significare che eravamo contadini e torneremo a fare i contadini? Visto l’andazzo forse non ci sono font per trascrivere una risposta concreta.

Trasimeno, traghetti cercasi!

Sono sospesi da svariati giorni i traghetti per isola Polvese. A risentirne in realtà tutta la navigazione e non solo. Tour operator non avvisati, arrivano e ripartono con i bus carichi di turisti, per niente contenti del disagio che devono mandare giù. Della vertenza si sa poco, ma di sicuro di base c’è la richiesta di fondi agli enti pubblici da parte di APM Mobilità (Gruppo FS). Ecco cosa si ottiene con le privatizzazioni! Nessun interesse di sviluppo verso il turismo, che dovrebbe essere il fattore di maggior profitto di questa regione. Sarà forse questo il “nostro Colosseo”?!

Dare i premi ai dirigenti? Un dovere!

Premio di 17 mila euro al segretario del Comune di Perugia. Nella delibera firmata dal sindaco Romizi non vi è alcuna menzione particolare che giustifichi questa regalia. In momenti di difficoltà finanziaria in cui le casse comunali sono vuote era meglio soprassedere. A quanto pare nulla, da prima ad oggi, nell’amministrazione è cambiato. E il silenzio dei sindacati confederali ne è la conferma.

L’Umbria celebrata anche dalla stampa francesce

Dopo l’articolo pubblicato sulla prestigiosa rivista statunitense Forbes che aveva definito l’Umbria “una meravigliosa regione italiana produttrice di vini sbalorditivi e rari, come il Sagrantino di Montefalco DOCG”, anche il principale periodico francese, Le Nouvel Observateur, scende in campo per celebrare l’impareggiabile Umbria.  In un bel reportage fotografico, il settimanale francese esalta le ineguagliabili caratteristiche dei tanti borghi e delle città umbre. “Lontane o vicine” – sottolinea Le Nouvel Observateur – “ecco una selezione delle migliori destinazioni per una fuga fuori stagione a settembre. Tra l’Alaska, l’Africa, la Bolivia e molte altre, unica meta italiana consigliata è l’Umbria, la nuova Toscana. Perugia, Assisi, Gubbio, Orvieto, Città di Castello… Poche regioni dello Stivale possono allineare tante città e paesi così prestigiosi”. Ancora una volta l’Umbria entra nella classifica di gradimento della stampa estera. “L’Umbria, cuore verde d’Italia”- prosegue la rivista francese – “ è un po’ la Toscana di 30 anni fa, almeno dal punto di vista turistico. Dalla Basilica di San Francesco d’Assisi passando per le chiese romane di Bevagna e le bellezze barocche di Spoleto, qui si impilano come una mille foglie il periodo etrusco, romano, medioevale e rinascimentale”. Ma l’Umbria, si sa, non è solo culla di paesaggi, arte e cultura; si distingue anche per la sua lunga tradizione culinaria, celebrata altresì nell’articolo de Le Nouvel Observateur, che sottolinea: “Aggiungiamoci poi l’eccellente cucina rustica (lenticchie di Castelluccio, insaccati e specialità a base di tartufo) con dei prezzi ben meno stratosferici rispetto al resto d’Italia”. Non resta che “fuggire” in questo splendido angolo d’Italia.

Cartasegna imperat

Della vicenda Cartasegna non se ne parla più eppure il tanto discusso avvocato continua a lavorare per il Comune di Perugia e nessun incarico gli è stato tolto. Centrosinistra e centrodestra uguali negli atteggiamenti verso i furbi. Sarebbe il caso che oltre le parole si passasse ai fatti

Enologica2015, il Sagrantino come protagonista

Dal 18 al 20 settembre, Montefalco ospiterà la 36esima edizione di Enologica2015, la kermesse enoturistica dedicata alla produzione vitivinicola del territorio, organizzata dal Consorzio Tutela Vini di Montefalco in collaborazione con il Comune di Montefalco, con il patrocinio del Padiglione Italia di Expo Milano 2015. A tessere la trama della tre giorni di arte, degustazioni, dibattiti e spettacoli sarà il tema “Mondo Sagrantino”: la storia, le radici e la personalità del Montefalco Sagrantino DOCG – eccellenza enologica internazionale – incontreranno i Sagrantino provenienti da Oltreoceano per un dibattito sull’evoluzione di questo possente vitigno autoctono montefalchese (venerdì 18 settembre alle ore 17.30). Un leitmotiv che racconta, nell’anno dell’Esposizione Universale, la cultura e i tesori dell’enogastronomia umbra attraverso un punto di vista del tutto nuovo: non solo passato, tradizioni e legami territoriali ma soprattutto futuro, promozione e modelli di sviluppo competitivi e sostenibili come componenti necessarie ad accrescere la fama del vitigno umbro e a incentivare il turismo della Regione.

Read More

Il caso Perugina-Nestlè apre un autunno caldo

Si apre un autunno caldo per le aziende umbre. Prima su tutte la Perugina-Nestlè che versa in una situazione critica (anche se le voci da parte dell’azienda annunciano un rilancio dello stabilimento si S.Sisto). Non è tempo di chiedere alla politica di risolvere la situazione, cari sindacati, dopo che per anni il vostro atteggiamento è stato quello del pompiere con le Istituzioni cieche. Non siamo felici nell’aver sollevato la questione tempo fa, ora però è tempo di costruire una cordata per salvare quel poco che resta

Montefalco e il Sagrantino celebrato anche da Forbes Life

Sono ormai molti i riconoscimenti che vengono conferiti al Sagrantino di Montefalco che di riflesso pervadono indirettamente di notorietà tutta l’Umbria. Questa volta il ‘Cuore Verde d’Italia’ e Montefalco sono stati “presi di mira” da Forbes Life, costola “lifestyle” del celebre magazine di economia americano. Il giornale americano ha esaltato il vino di Montefalco: “E’ un rosso elegante. Può competere col Barolo”. Il lungo articolo, intitolato “Perché il tuo prossimo vino in cantina dovrebbe essere un Sagrantino di Montefalco” spiega ed esalta le doti del vino e dell’intero territorio di Montefalco, sottolineando che l’Umbria non ha nulla da invidiare alla più famosa Toscana. “L’Umbria è una bellissima parte d’Italia… Posso aggiungere che l’Umbria ha anche alcuni vini incredibili… Nel sud dell’Umbria, i vigneti sono sparsi intorno alla bella cittadina di Montefalco. Come nella più famosa Toscana, il Sangiovese è coltivato qui e utilizzato per il vino “Montefalco Rosso”. Molti di questi vini sono molto piacevoli e convenienti. Ottimo cibo, vino leggero ed elegante nello stile”. Il Sagrantino è il re indiscusso di questo territorio e pure in America se ne sono accorti. Hanno infatti parlato di lui, delle sue caratteristi e delle uve che lo producono nel celebre magazine, definendolo anche “uno sfidante” del Barolo piemontese. Non poteva mancare anche una menzione d’onore dedicata ai maggiori produttori come la Cantina Arnaldo Caprai, Bocale, Antonelli, la tenuta Castelbueno, Romanelli, Il Torrione, Tabarrini, Milziade Antano, Moretti Omero, Perticaia e molti altri. Qui l’articolo completo 

Turismo con dati positivi in Umbria

Il Cuore Verde d’Italia segna un netto miglioramento per quanto riguarda i flussi turistici. Sulla “bocca” di molte testate internazionali (circa duemila gli articoli), l’Umbria si avvicina sempre di più alla già super citata Toscana. L’’estate 2015 ha visto il rilancio del turismo regionale. Da Terni a Perugia le statistiche migliorano con l’aumento di visite ai musei e nelle zone rurali, il Lago Trasimeno festeggia e Castelluccio è sulla bocca di tutti. Ottimismo visto le statistiche che segnano un aumento di presenze (+1,57%) e arrivi (+3,4%). Si sono registrati infatti più di un milione di arrivi e oltre 2 milioni e 300 mila presenze. I turisti italiani registrano un più consistente aumento negli arrivi (+4.28%) rispetto a quello delle presenze (+0.58%), mentre i turisti stranieri aumentano negli arrivi del +1.17% e registrano un aumento più sostenuto nelle presenze pari al +3.63%. Bene quasi tutte le zone della regione, con il perugino che registra quasi mezzo milione di presenze anche se la prima realtà regionale resta Assisi con più di mezzo milione, mentre è in miglioramento il ternano che segna un aumento delle presenze di circa il 6% su quasi 150mila turisti. Il turismo è linfa vitale per questa regione, perciò è meglio non abbassare la guardia e non riposare sugli allori come molte volte si è visto fare. Lavorare ad un Umbria nuova si può e si deve fare per far conoscere ancora di più lo splendido patrimonio che il Cuore Verde ha da offrire

Ogni giorno visite guidate alla Pala d’altare “La Madonna della Cintola”

Ogni giorn all’interno della Chiesa Museo di San Francesco si effettueranno visite guidate alla Pala d’altare “La Madonna della Cintola”, esposta fino al 30 dicembre 2015. “Uno dei capolavori del Rinascimento pittorico italiano: carpenteria lignea di straordinaria qualità, quasi un capolavoro di ingegneria strutturale, arrivato miracolosamente intatto fino ad oggi”. Così Antonio Paolucci, Direttore dei Musei Vaticani, curatore della mostra. Un’occasione unica per scoprire tutti i segreti della preziosa Pala realizzata da Benozzo Gozzoli nel 1450. #BenozzoaMontefalco

Post-riqualificazione Turreno, la fondazione “SergioPerLaMusica” si candida a protagonista

A poche ore dalla firma del protocollo d’intesa per la realizzazione del progetto di recupero e valorizzazione del Cinema Teatro Turreno, il presidente Virgilio Ambroglini afferma: “Grande soddisfazione per il traguardo raggiunto anche per merito della Fondazione, ma il tutto va gestito con la massima attenzione, valutando esigenze di città e regione”. La Fondazione rilancia la “Casa della Musica” con sala concerti, fonoteca, sala di incisione, archivio di tutti i festival musicali umbri e si candida per la sua gestione. “La riqualificazione, valorizzazione e destinazione di questo spazio come luogo di cultura, da dedicare non solo a Perugia ma a tutta l’Umbria, sia ancora frutto della partecipazione”: per questo motivo la Fondazione invita operatori culturali, festival, istituzioni, cittadini, media ad un dibattito pubblico per il 29 settembre prossimo proprio al Turreno. Questa nuova casa culturale di tutti non può essere di soli 800 posti, per non vanificare l’investimento di oltre 6 milioni di euro e perché l’esigenza è quella di un auditorium che possa ospitare da un minimo di 1.500 a un massimo di 2.000 persone. La Fondazione è già al lavoro per portare Tom Waits a Perugia nel 2019 e magari per inaugurare questo nuovo spazio con un concerto che già ha il sapore del grande evento.

Cultura 2015-2020, chi spara e chi aggiusta il tiro

Catiuscia spara alto, Fernanda aggiusta il tiro, per il resto molti cacciatori-raccoglitori di agri-cultura. In un’aula magna di Agraria da canicola, a parte le comparsate, la presidente Marini dimostra come dicono alcuni che in Europa si sa muovere, che studia la teoria e che poi le manca chi la applica, ma sembra-pare-che siano in vista dei piani di rafforzamento con degli esterni pronti a coadiuvare le poche risorse umane interne competenti in materia europea. Da parte sua, l’assessora Fernanda, si richiama al suo pragmatismo e ribadisce in premessa quanto poi sarà articolato dalla presidente stessa: i fondi per la spesa corrente sono ad esaurimento per il prossimo quinquennio, gli operatori culturali devono collaborare, devono fare rete e devono collegarsi con reti possibilmente europee. Questo, in verità, era già stato uno dei principali problemi della candidatura di Perugia 2019, ossia il non far parte di reti europee e di averle soltanto evocate attraverso lettere d’intenti. Read More

Le sorti del Teatro Turreno, firmato l’accordo

L’accordo è stato firmato. Il teatro Turreno è di proprietà della Fondazione Cassa di Risparmio che a sua volta donerà il bene a Comune di Perugia e Regione Umbria tramite un’apposita convenzione già stilata (sei articoli) e che dovrebbe portare le istituzioni ad un rapido appalto dei lavori necessari alla fruibilità del luogo. Ora è anche compito della società perugina lanciare proposte e idee come fatto a suo tempo dalla Fondazione Piazzoli. In seguito ci dovrebbe essere una gara che vedrà l’ingresso attivo di un privato. Tale gara dovrebbe riguardare anche altri spazi in via di conclusione lavori, ma questa è un’altra storia che vedrà impegnato l’assessore Fioroni. Unica speranza è che non diventi un giallo come per il Mercato Coperto

Al via Rockin’Umbria, si parte con Sun Kil Moon

Inizia il countdown per Rockin’Umbria: il 23 luglio si parte con Sun Kil Moon (Mark Kozelek). La Fondazione “SergioPerLaMusica” rilancia così lo storico festival, in programma ad Umbertide dal 23 al 26 luglio prossimi (piazza San Francesco e Parco Ranieri). Con il concerto d’avvio, evento di punta, è atteso quindi uno dei migliori songwriter contemporanei (attive le prevendite online su Ticket Italia, 18 euro + prevendita). Davvero “super” la formazione che accompagnerà Sun Kil Moon: con lui ci saranno anche Neil Halstead (Slowdive) e Steve Shelley (Sonic Youth). Gli altri giorni, ad ingresso gratuito, ricca serie di iniziative tra suggestivi live con band locali e nazionali, da “Umbria calling” a “The Legacy: 1985-2015” fino all’ “Italian Party” dell’etichetta To Lose La Track, e una serata “Dance Department” dedicata alla musica elettronica. Anteprima domani, 22 luglio, con la proiezione del film “Cobain: Montage of Heck” sulla vita del leader dei Nirvana.

“Benozzo Gozzoli. La Madonna della Cintola”, sabato 18 luglio l’inaugurazione

Dopo 167 anni la preziosa Pala della “Madonna della Cintola” torna a Montefalco per ricongiungersi al prezioso ciclo degli affreschi che il Maestro Benozzo Gozzoli realizzò nella Chiesa di San Francesco. Sarà inaugurata sabato 18 luglio alle ore 18, nel Complesso museale di San Francesco, la mostra “Benozzo Gozzoli. La Madonna della Cintola”, visitabile dal 19 luglio al 30 dicembre 2015. Read More

Sun Kil Moon il 23 luglio ad Umbertide, attive le prevendite online

Per il suo rilancio Rockin’Umbria ha scelto uno dei migliori songwriter contemporanei. Sarà infatti Sun Kil Moon, pseudonimo di Mark Kozelek, il nome di punta della 23esima edizione dello storico festival umbro in programma ad Umbertide dal 23 al 26 luglio 2015. Edizione che in un certo senso fa ripartire “da zero” una manifestazione dalla lunga e gloriosa storia, iniziata con la prima edizione datata 1984: per alcuni anni il festival si è fermato, interrotto nel 1998 è ripartito poi nel 2005, per poi sospendersi nuovamente dopo l’edizione del 2012. Oggi la neonata Fondazione “SergioPerLaMusica” ha trovato la forza e il coraggio di ripartire con grande spirito, iniziando a mettere le basi anche per il consolidamento della manifestazione negli anni futuri. L’appuntamento con Kozelek sarà per giovedì 23 luglio, primo giorno del festival, alle ore 21 nella suggestiva cornice di piazza San Francesco (18 euro + diritti di prevendita online su Ticket Italia), spazio che di nomi importanti della scena rock italiana e internazionale nel corso degli anni ne ha ospitati tanti. Read More

Le ceramiche umbre Tagina spingono Firenze sul tetto del mondo

Nella speciale classifica realizzata dalla Bibbia dei viaggi americana Travel & Leisure, Firenze è la città più amata in Europa dai turisti stelle e strisce, ma c’è anche un pizzico di Umbria se è vero che tra i fiori all’occhiello fiorentini vi è senza dubbio l’ormai immancabile Mercato di San Lorenzo Made in Tagina (www.tagina.com ). Tagina Ceramiche D’Arte è infatti  protagonista del progetto di riqualificazione del Mercato Centrale di Firenze che è diventato un must sia dal punto di vista culturale che come crocevia dei sapori locali. L’azienda umbra, da oltre 40 anni all’avanguardia sia dal punto di vista delle linee che dei materiali, a Firenze ha realizzato uno dei suoi capolavori e per farlo ha puntato sul talento dell’architetto Marco Casamonti dello Studio Archea, un’istituzione da queste parti. Persino l’autorevole quotidiano spagnolo ABC ha riconosciuto l’importanza di quest’opera di rinnovamento compiuta da Tagina presso il mercato (http://www.abc.es/viajar/italia/abci-mejor-ciudad-florencia-europa-201507091551.html ) per quello che è diventato un nuovo luogo di incontro contemporaneo un mood sofisticato e tattile, che partecipa a un vero e proprio ‘teatro del gusto’.

Regione Umbria, Corte dei Conti e riflessioni

La relazione della Corte dei Conti sul bilancio della Regione esposta dal presidente Salvatore Sfrecola evidenzia alcuni aspetti su cui riflettere come gli acquisti centralizzati invariati, carenze nella gestione del patrimonio immobiliare con eccessiva quantificazione dello stesso, assenza di collegamento con banca dati regionale,  mancata razionalizzazione delle strutture tecniche e organizzative e i troppi dirigenti. Infine si rilevano eccessive spese di rappresentanza oltre alla cifra spesa per il solo McCurry (oltre 600.000 mila euro). Al di lá delle spese nessuno ci ha comunicato la reale incidenza nelle politiche regionali turistiche-ambientali. Ora sará ancora piú difficile saperlo vista la messa a riposo dell’ex assessore Bracco. Speriamo che la Presidente Marini tenga conto di quanto rilevato e ne faccia tesoro per la Sua relazione programmatica, perchè rompere con un passato è un passo fondamentale per costruire in mezzo a tante difficoltà un futuro per l’Umbria

Umbria Jazz 2015, si parte

Si parte oggi con l’edizione 2015 di UJ che si terrà dal 10 al 19 luglio a Perugia. Tanti nomi del mondo del jazz e non solo che saliranno sui palchi: Tony Bennett con Lady Gaga, Chick Corea con Herbie Hancock, Caetano Veloso con Gilberto Gil, Paolo Conte, Brad Mehldau, Subsonica, Cassandra Wilson, Charles Lloyd, Dianne Reeves, Bill Frisell, Enrico Rava, Stefano Bollani, Paolo Fresu, Danilo Rea Read More

Disponibili i dati relativi alla domanda di lavoro delle imprese

L’Ufficio Studi della Camera di Commercio di Perugia rende disponibile il fascicolo sul Sistema Informativo Excelsior relativo alla domanda di lavoro delle imprese nel secondo trimestre del 2015. In provincia di Perugia è previsto un decremento tendenziale dei contratti attivati nel 2° trimestre dell’anno, in controtendenza con il dato nazionale. Nella provincia i nuovi contratti saranno 2.160, il 4% in meno rispetto allo stesso trimestre dell’anno precedente. Questa variazione tendenziale negativa è il risultato di una sostanziale stabilità delle assunzioni direttamente effettuate dalle imprese e di un decremento del 19% dei contratti atipici. In termini assoluti, in questo trimestre le assunzioni effettuate dalle imprese saranno pari a 1.800 unità (84% dei contratti totali), mentre i contratti atipici dovrebbero attestarsi a 350 unità (16%). Questi, in sintesi, i principati risultati per il II trimestre 2015 del Sistema informativo ”Excelsior”, che ricostruisce annualmente e trimestralmente il quadro previsionale della domanda di lavoro e dei fabbisogni professionali e formativi espressi dalle imprese.

Perugia Social Photo Fest, il festival che non c’è

“Il festival quest’anno non si farà”. Il direttore artistico Antonello Turchetti, con una lettera alla stampa, spiega i motivi “tra appuntamenti disattesi, assicurazioni, promesse, segreterie filtro, porte sbarrate e mail misteriosamente scomparse”.«Il festival purtroppo non si farà, non sarà possibile coronare il nostro impegno per la quarta edizione. Pensavamo che con l’edizione 2014 “RESISTO”, portata a termine con enormi difficoltà, mille complicazioni e inauditi trabocchetti, avessimo raggiunto obiettivi importanti. Credevamo che portare a Perugia 2.600 presenze da 14 paesi del mondo, durante un freddo e piovoso novembre, avesse significato qualcosa per la nostra città e la nostra regione, che poterci fregiare del riconoscimento di EFFE (Europe for Festivals, Festivals for Europe), unico festival di fotografia italiano riconosciuto dalla commissione europea per meriti di valenza culturale, locale, nazionale e internazionale, ci avrebbe riscattato da quell’inaudita non-menzione nella lista delle iniziative promosse e foraggiate in occasione della corsa perugina a capitale europea della cultura. Il PSPF in pochissimo tempo ha creato una rete internazionale importante, attiva e reale. Ha favorito incontri, creato un terreno comune là dove vi era lacuna, permesso la promozione di un nuovo concetto di fotografia: la fotografia terapeutica e sociale, ha generato nuove e importanti progettualità a livello nazionale, europeo e internazionale. Credevamo che i tanti incoraggiamenti ci avrebbero dato la forza e magari i mezzi per potercela fare, invece ci sbagliavamo. Da novembre siamo rimbalzati come trottole impazzite tra appuntamenti disattesi, assicurazioni, promesse, segreterie filtro, porte sbarrate e mail misteriosamente scomparse (sì, esiste ancora questa scusa). E’ andata come è andata e ce ne dispiace profondamente, umilmente chiediamo scusa ai nostri sostenitori e agli impegni già presi con i tanti operatori nazionali e internazionali disattesi. Nonostante tutto ci rifiutiamo di credere che le parole territorio, eccellenza, cultura, siano vuoti latrati di convenienza, termini svuotati del loro significato. Non siamo avvezzi a tutto questo, noi vorremmo solo pensare al nostro Perugia Social Photo Fest che laconicamente è già pronto. Non è nostra consuetudine dilungarci nella lamentela, non saremmo arrivati morti al traguardo dopo questi anni se non ci animasse l’entusiasmo e la sfida per qualcosa in cui crediamo profondamente, ma dobbiamo prendere atto di aver perduto questa battaglia. Dunque animo, seconda stella a destra e poi dritti fino al mattino, il festival che non c’è è appena iniziato.»

La partita del Jazz per la solidarietà

Mercoledì 8 luglio i VIP in campo per la solidarietà, mobilitazione sui Social con hashtag #partitadeljazz. In campo e fuori dal campo, sono sempre più i vip che si stanno “schierando” a favore della “Partita del Jazz per la Solidarietà”, triangolare di calcio in programma mercoledì 8 luglio alle ore 20.30 allo Stadio Renato Curi con la Nazionale Italiana Jazzisti e le squadre ItalianAttori e All Star Dj’s. Folto quest’anno il numero di presenze in campo fra tutte e tre le squadre. Ma anche fuori dal rettangolo di gioco sono numerosissimi i vip che stanno partecipando a modo loro per far parte della grande squadra della solidarietà che anche quest’anno, dopo le prime due edizioni, si ripete a ridosso di Umbria Jazz. Read More

Giove e Venere salutano giugno con un “abbraccio”

Da non perdere questa sera dalle 21 l’abbraccio di fine giugno tra ‪Giove‬ e ‪Venere‬. Tutti col naso all’insù dunque per il primo evento di una rarissima tripletta. Infatti da domani la coppia Giove e Venere scomparirà dalla vista di ponente per riemergere ancora vicina (ma ad una distanza doppia rispetto al 30 giugno) all’alba prima del 18 agosto e poi ancora del 26 ottobre. Una congiunzione tripla di questo tipo è rarissima e avvenne già 2 mila e passa anni fa (sempre dalle parti  della costellazione del Leone!) : era l’anno 3 a.C.  e questo fu uno tra i possibili fenomeni collegati alla stella di Betlemme di cui parla Matteo nel suo Vangelo.

Il solito problema di legge: neo-consiglieri regionali stipendiati senza lavorare

Giuseppe Biancarelli. È questo il nome del neoconsigliere regionale che ha scatenato il dibattito con un post su facebook :”5.398. Il mio conto corrente è stato accreditato di questa somma – si legge nel post – per le competenze di consigliere regionale dal 10 (data della proclamazione) al 30 giugno. Provo un certo imbarazzo, considerato anche che in questo periodo non si è lavorato molto. A breve proporrò qualcosa di diverso, a partire da me stesso e senza cercare di impoverire nessuno“. In molti hanno apprezzato la “denuncia” di Biancarelli, complimentandosi ed esortandolo a continuare con questi propositi il mandato, ma più che imbarazzo si dovrebbe provare rabbia per un sistema che non funziona più e che ha portato questo paese alla sbando. Per 20 giorni di non lavoro – zero commissioni ufficiali, zero assemblee e poche presenze in ufficio – i nostri consiglieri, coloro che si sono presentati come i paladini del cambiamento, hanno già intascato ben 5.398 euro. Ovviamente è tutto regolare. I regolamenti e le leggi dicono che scatta l’indennità dalla proclamazione. Ad aggravare la cosa il fatto che ancora non sono entrati in servizio ufficialmente e neanche è stata scelta la data del primo consiglio regionale. Anche perché ancora gli uffici sono ancora in allestimento (perché lasciarli così come si trovano, risparmiando soldi?!). La legge per chi ha delle indennità non lascia scampo dunque, come ribadito anche dal segretario regionale del PD e anch’egli neoconsigliere Giacomo Leonelli, dopo l’imbeccata de Limpiccione su Twitter: “È questa la legge attuale. Nelle regioni, Parlamento, Sindaci e per tutte le cariche per cui è prevista indennità”. Già. La legge non lascia scampo. Ma quando si tratta di cambiarla non si perde tempo e ci si riesce senza problemi. Come è successo per quella regionale che non ha lasciato spazio ad incertezze politiche. Perché poi solo un consigliere si è fatto avanti? Agli altri non è arrivato il bonifico? Avranno sbagliato a comunicare l’iban? Non fate preoccupare i tanti umbri che hanno votato, per carità.

Perugia Pride Village, la città festeggia l’orgoglio di essere se stessi

La città di Aldo Capitini, insieme ad Amnesty International e ad altre 37 associazioni, conferma la sua fermezza riguardo i diritti di ogni singola persona. 27-28 Giugno torna, ai Giardini del Frontone, il Perugia Pride Village, 2 giorni ricchi di cinema, ospiti, spettacoli, dibattiti, mostre e tanta buona musica. E’ tutto pronto per celebrare, l’orgoglio di essere se stessi senza subire ingiuste e retrograde discriminazioni, concedere il diritto naturale a tutte le persone, di amare. Read More

Rockin’Umbria, il 2015 sarà “l’anno zero” dello storico festival

La Fondazione “SergioPerLaMusica” rilancia così lo storico festival, in programma ad Umbertide dal 23 al 26 luglio prossimi, presentandolo a San Francesco al Prato. Tra gli appuntamenti di punta il concerto di uno dei migliori songwriter contemporanei: Sun Kil Moon (Mark Kozelek) inaugurerà il festival il 23 luglio con successiva proiezione del film “Youth” di Paolo Sorrentino. Gli altri giorni, ad ingresso gratuito, una ricca serie di iniziative tra suggestivi live con band locali e nazionali, da “Umbria calling” a “The Legacy: 1985-2015” fino all’ “Italian Party” dell’etichetta To Lose La Track, e serata “Dance Department” dedicata alla musica elettronica

Read More

Rockin’Umbria, giovedì la conferenza stampa presso la chiesa di San Francesco al Prato

La Fondazione “SergioPerLaMusica” nel corso di una conferenza stampa a Perugia prevista per giovedì 25 giugno alle ore 11.30 presso la chiesa di San Francesco al Prato, che quindi verrà riaperta per l’occasione, presenterà la 23esima edizione di “Rockin’Umbria”, in programma dal 23 al 26 luglio 2015 ad Umbertide. Edizione che in un certo senso fa ripartire “da zero” una manifestazione dalla lunga e gloriosa storia, iniziata con la prima edizione datata 1984: per alcuni anni il festival si è fermato, interrotto nel 1998 è ripartito poi nel 2005, per poi sospendersi nuovamente dopo l’edizione del 2012. Read More

Moon in June, buona la prima

Si è conclusa domenica nel migliore dei modi la prima edizione di “Moon in June”, con lo straordinario omaggio di Vinicio Capossela a Piazzoli e alle sirene d’acqua dolce, “perché dolce, gentile, pacificante è stata la presenza di Sergio”. Dal tramonto infuocato alla cielo stellato. Dal sole alla luna di giugno, quasi a scambiarsi di posto nel passaggio dal giorno alla notte nel magnifico scenario dell’Isola Maggiore. A far da cornice musica, sirene d’acqua dolce, natura, ambiente incontaminato. E il ricordo che si fa emozione e il rimpianto per aver dovuto dire addio ad una persona che ha dato tanto per la musica in Umbria che si fa speranza. È passato poco tempo dall’idea geniale di Sergio Piazzoli di far “suonare” un’isola al tramonto fino alla magica serata di domenica di Vinicio Capossela che ha messo la ciliegina sulla torta, con il suo “Concerto per sirene d’acqua dolce”, alla prima edizione di Moon in June che si è svolta dal 19 al 21 giugno scorsi.

Read More

Moone in June, oggi si apre con il sold out di Capossela

Oggi dalle ore 19 si apre Moon in June all’Isola Maggiore con il concerto al tramonto di Giovanni Guidi, mentre domani l’atteso omaggio a Jeff Buckley di Gary Lucas, entrambi ad ingresso gratuito. Il concerto di Vinicio Capossela, direttore artistico del festival organizzato dalla Fondazione “SergioPerLaMusica”, in programma per domenica 21 giugno è invece sold out con 1.200 biglietti andati già a ruba in prevendita Read More

Povere mura ciclopiche di Amelia

Cadono pezzi dalle mura ciclopiche di Amelia e pensare che i lavori di consolidamento sono terminati nel marzo dello scorso anno con un investimento della Regione Umbria di oltre quattro milioni di euro. Va bhe, si sa: mica tutte le ciambelle riescono col buco… Ops!

I viticoltori di Montefalco scommettono su un affresco del ’400

Anche il Sole 24 Ore in un articolo dedica ed elogia il restauro della tavola d’altare intitolata ‘Madonna della Cintola’. • Sarà presentato giovedì in Vaticano, il restauro della tavola d’altare intitolata «Madonna della Cintola» e dipinta nel 1450 a Montefalco (Perugia) da Benozzo Gozzoli. L’affresco, di proprietà (dal 1848) della Città del Vaticano sarà poi esposto dal 18 luglio prossimo e fino al 31 gennaio 2016 al Museo di San Francesco, a Montefalco, per poi fare il proprio ritorno in Vaticano. Il restauro dell’opera è durato 4 mesi e ha avuto un costo complessivo di circa 60mila euro coperti per oltre il 50% proprio dai viticoltori del Consorzio di tutela dei vini di Montefalco (Perugia) guidato da Amilcare Pambuffetti. Read More

Piacere Barbecue, tutto pronto per l’edizione 2015

All’insegna del claim “Un viaggio di braciere“, dal 12 al 21 giugno, nell’Area Verde di Pian di Massiano, si rinnova l’appuntamento con il festival dedicato al rito della cottura alla griglia. Il claim è un invito a scegliere l’Umbria e il suo capoluogo come mete turistiche, in occasione della kermesse, la cui immagine ufficiale vede al centro di un grande prato verde un originale maggiolino in legno, progettato dal designer Matteo Ragni e realizzato artigianalmente da TobeUs, munito di un carrello-griglia pronto all’uso. Read More

Quali frutti si raccoglieremo?

Dopo la relazione di lunedì di Banca d’Italia che ha evidenziato che la situazione economica in Umbria non è proprio rosa e fiori, la Regione dell’Umbria si è presenta al gran completo, con in testa la presidente Marini, a Milano per presentare le 25 iniziative (di svolta) organizzate dalla stessa Regione all’Expò. Si è iniziato con la presentazione del programma di Umbria Jazz 2015 e si è sottolineato la connotazione internazionale che la kermesse da alla regione. Eppure i dati scritti nella relazione indicavano una netta caduta sia dell’ internalizzazione che dell’export umbro. Sembra che si stia continuando su di una strada che di frutti per il momento non ne ha dati ma solo spese.

Anas conferma: la galleria La Franca va rinforzata

Report aveva ragione e a quanto pare, anche l’operaio che, lo scorso aprile, proprio alla trasmissione condotta da Milena Gabanelli, aveva dichiarato che la galleria la Franca, sulla strada Foligno-Civitanova, non è sicura. L’uomo aveva lavorato alla realizzazione del tunnel e aveva denunciato che era stato utilizzato cemento in quantità molto minore a quello necessario, per questo, aveva dichiarato «dico sempre ai miei figli di non passarci». L’allora presidente di Anas Pietro Ciucci aveva risposto che il 20% della galleria era stato controllato e che era tutto a posto, ma che sarebbero stati comunque effettuati nuovi sondaggi. Sondaggi di cui oggi il nuovo presidente, Gianni Armani, rende noti i risultati: «Viene fuori che ci sono delle non conformità, in particolare dei sottospessori rispetto a quanto previsto dal progetto che prevedeva 50 cm di calcestruzzo, mentre c’è un 10% della galleria dove lo spessore è inferiore di almeno 20 cm». «Questo significa – ha aggiunto Armani – che quella galleria va rinforzata in alcuni punti». Il presidente arriva inoltre a mettere in dubbio la bontà del meccanismo contrattuale utilizzato: il general contractor che prevede che chi vince l’appalto nomina anche il direttore dei lavori, ossia chi deve controllare come l’opera viene realizzata. Armani fa sapere che sono in corso verifiche su tutte le opere realizzate con questo meccanismo.

OltrExpo, a Milano Fair City quattro giorni di incontri

Fino a domenica a Milano andrà in scena OltrExpo a Milano Fair City durante la World Fair Trade Week 2015. Quattro giorni di incontri con i produttori, laboratori, degustazioni, cooking show e aperitivi musicali per scoprire come “nutriamo il pianeta”. L’Umbria partecipa con AltroCioccolato. Una quattro giorni in cui Un mondo produttivo/economico di interpretare l’agricoltura, in netto contrasto con Expo che rappresenta pensieri dominanti che sino ad oggi hanno portato fame e carestia per molte popolazioni

“Moon in June” con Capossela all’Isola Maggiore per Sergio Piazzoli

Dal 19 al 21 giugno 2015 uno degli eventi più attesi di questo inizio estate ideato dalla Fondazione “SergioPerLaMusica”. La cornice è di quelle che restano ben impresse nella memoria, l’Isola Maggiore nel cuore del Lago Trasimeno in Umbria. I contenuti pure, visto che a curare la direzione artistica dell’originale evento musicale sarà Vinicio Capossela. Basterebbero solo queste due cose per fare della prima edizione di “Moon in June”, in programma il 19, 20 e 21 giugno prossimi, uno degli eventi più attesi di questo inizio estate ideato dalla Fondazione “SergioPerLaMusica”.Ma poi c’è tanto altro, e soprattutto l’esibizione dello stesso Capossela al tramonto studiata appositamente per la location e per l’occasione e che si svolgerà domenica 21 giugno a conclusione della tre giorni in cui il pubblico potrà immergersi tra musica e natura incontaminata. Il tema scelto per la serata finale di Moon in June è “Sirene d’acqua dolce”

Read More

Cantine Aperte 2015, tante le iniziative in programma

Per il weekend del 30 e 31 maggio tante le iniziative in programma in tutta la regione per la 23esima edizione. Nelle oltre 48 cantine aperte del Movimento Turismo del Vino Umbria, che rappresenta la giornata per eccellenza dedicata alla conoscenza del vino direttamente nei suoi luoghi di produzione. Un’occasione unica per degustare le etichette delle aziende che aprono le loro porte, immersi nel genuino contesto della campagna umbra e allietati dalle numerose iniziative proposte come mostre, concerti, intrattenimento per bambini, workshop culinari. Naturalmente Cantine Aperte vuole essere anche un invito al bere consapevole e alla solidarietà. Per questo, l’intero incasso del Calice di Cantine Aperte 2015 sarà devoluto a AIRC Umbria per la ricerca oncologica, nel suo 50esimo anniversario. Appuntamento, dunque, a sabato 30 e domenica 31 maggio in 48 cantine dell’Umbria. Senza dimenticare che giovedì 28 saranno le cantine a spostarsi in centro a Perugia, grazie alla collaborazione con il Consorzio Perugia in centro. “Dalle ore 18 – ha annunciato il Vicepresidente del Consorzio, Maurizio Salvanti – nei negozi, esercizi commerciali e bar del centro si potranno gustare gli ottimi vini umbri con una speciale Anteprima Cantine aperte che contribuirà a dare vita al centro storico stesso”. Tutte le info qui

A Perugia la rievocazione storica con i fondi di Perugia Capitale

L’assessore Severini continua a perorare la rievocazione storica utilizzando i fondi di Perugia Capitale. Spara sul passato definendola spazzatura ma ad un anno dal suo insediamento non si è visto nulla di concreto. Come dimenticare però l’appello della Montessori Santa Croce contro la chiusura…  Ah! ma l’appello era dei dipendenti è vero.

Summit Tk-Ast… pre-elezioni?

Difficile credere che il summit su TK-Ast tra le istituzioni (Regione Umbria e Comune di Terni) e sindacati, i quali avrebbero chiesto l’incontro, convocato per martedì 26 non abbia qualche risvolto elettorale. Il difficile è capire quale visto che gli operai non sono stupidi

Critiche da Petrini ad Expo. Nutrire il pianeta… con McDonald’s?!

La polemica sembra non placarsi. Carlo Petrini, numero uno di Slow Food, ha lanciato una stoccata all’organizzazione dell’Expo di Milano, criticando la presenza all’Esposizione di McDonald’s. “Circo Barnum” è la definizione del fondatore di Slow Food di una Expo “che non può ridursi solo in una fantasmagorica, straordinaria impresa estetica ma deve avere contenuti”. L’idea originale è stata “ridotta con cattivo gusto, facendo intendere che non aveva appeal per attirare le persone: hanno scelto un’ipotesi diversa, hanno perso grande opportunità di fare cultura e di trasmetterla”. Una stoccata che McDonald’s non ha gradito e a cui ha replicato. “Ci domandiamo perché chi proclama l’importanza della biodiversità non accetti poi l’idea della diversità dell’offerta e soprattutto non dimostri rispetto per la libertà e la capacità di scelta delle persone”, accusando poi Petrini di “retorica terzomondista”. “Siamo orgogliosi – ha aggiunto McDonald’s – di servire in Expo 6000 pasti giornalieri di qualità e a un prezzo accessibile, con ingredienti che provengono dagli agricoltori italiani”. Non si può dar torto alle parole di Carlo Petrini. Una manifestazione internazionale, che dovrebbe rappresentare l’eccellenza, in realtà si sta riducendo in qualcosa che non riesce a trasformare tutte le belle parole iniziali in fatti. E questo a discapito dell’Italia e di coloro ci credono veramente. Altro modus operandi tipicamente italiano

Moon in June, martedì 26 la conferenza stampa

La Fondazione “Sergio per la musica”, dopo la recente costituzione, presenterà martedì 26 maggio alle ore 11 presso il nuovo spazio Umbrò, in via Oberdan a Perugia, il suo primo evento. “Moon in June”, in programma dal 19 al 21 giugno prossimi all’Isola Maggiore, può vantare la prestigiosa direzione artistica di Vinicio Capossela. Il tema scelto è “Sirene d’acqua dolce” perché, come dice lo stesso Capossela, tutto sarà “un canto per Sergio, nel suo lago di quiete”. Durante la conferenza stampa verrà annunciato il programma della tre giorni che si svolgerà nella piccola “perla” del Trasimeno. Non mancheranno le sorprese.

Il Fatto Quotidiano chiede alle “archistar” di fare da guida all’Expo 2015

Facevano parte dela consulta di architetti che ha elaborato il masterplan dell’Expo: per le riviste del settore Ricky Burdett, Jacques Herzog e Stefano Boeri sono delle “archistar”. Per Il Fatto Quotidiano, ci hanno fatto da guida d’eccezione nel sito dell’esposizione universale di Milano. “Volevamo evitare le Olimpiadi architettoniche. Tutti gli edifici dovevamo avere dei limiti, un certa modestia per far risaltare il tema ‘Nutrire il pianeta’. Almeno il 50% a lato del Decumano doveva essere spazio verde o produttivo“, spiega il chief adviser delle Olimpiadi di Londra Burdett. “E’ un chilometro di orrori“, sentenzia Herzog. Cosa promuovono? Il padiglione dell’Austria e quello di Slow Food, dove si conclude il nostro tour di Gianni Barbacetto e Francesca Martelli (da Il Fatto Quotidiano)

M5S con scope e rastrelli davanti al Consiglio Regionale contro “leggine” e privilegi

Ieri mattina un simpatico siparietto è andato un scena in piazza Italia davanti a Palazzo Cesaroni. “Reddito di cittadinanza no, vitalizi sì, questo non è possibile ed è una vergogna”: così Andrea Liberati, candidato del Movimento 5 Stelle alla presidenza della Regione Umbria. Affiancato da alcuni candidati grillini al consiglio regionale ha messo in atto una protesta simbolica con scope e rastrelli. Per Liberati le scope rappresentano il fatto che “bisogna dare una bella ripulita al consiglio regionale, a questa melassa indistinta fatta di destra e di sinistra che poi vota delibere in Ufficio di presidenza del tutto inadeguate e inaccettabili a livello di pubblica opinione e a livello di decenza politica, civile ed istituzionale”, mentre i rastrelli stanno a significare che “sono stati rastrellati soldi e continuano a farlo ma è arrivato il momento di finirla”. Gli aspiranti consiglieri hanno manifestato visibilmente “la necessità di rigore morale e pulizia in Regione”, a partire dalle ultime delibere dell’Ufficio di presidenza. “Apprendiamo infatti – ha affermato Liberati – che negli ultimi giorni i consiglieri regionali con una leggina apposita e segreta si sono attrezzati a farsi liquidare milioni di euro di vitalizi in un colpo solo e questo scandalo secondo noi deve finire”. Read More

El Pais incorona le perle nascoste dell’Umbria

Lago Trasimeno, Narni e Spello sono le mete imperdibili di un Gran Tour. Con l’imminente arrivo dell’estate, il principale quotidiano spagnolo El Pais dedica un ampio articolo alle località straordinarie ma ancora nascoste del Bel Paese, dove è possibile godere di arte, storia e natura senza essere sommersi da orde di turisti. In questa speciale classifica l’Umbria è presente con ben tre destinazioni, primo tra tutti l’incredibile Lago Trasimeno: “Sarebbe stato molto facile per il bellissimo lago Trasimeno – sottolinea il giornale in spagnolo più letto nel mondo – convertirsi in una destinazione vacanziera per frotte di turisti europei del nord in cerca di sole, come la costa delle Marche. Fortunatamente, la maggior parte della zona – come i dintorni di Passignano e una striscia che parte da San Filiciano – si è liberata dell’architettura dall’aria sovietica che sembra monopolizzare i luoghi di villeggiatura dell’Adriatico. Gli alloggi per il turismo rurale tappezzano le colline, come gli onnipresenti girasoli. Read More

Addio a B.B.King, leggenda del blues

Il Re del Blues se ne è andato all’età di 89 a Las Vegas. Il mondo della musica e non solo piange un’artista completo e sempre innovativo. Con la sua ”Lucille”, una chitarra Gibson ES-355 custom, è diventato un’icona stessa del genere musicale già a partire dagli anni cinquanta. Nel tempo ha ricevuto molti riconoscimenti come ben 14 Grammy. Grazie a Umbria Jazz, abbiamo avuto l’onore di vederlo in diverse occasioni: 1982, 1993, 2004, 2009, l’ultima nel 2011. King incarna il vero spirito del blues. ‘’Per me il blues è lo specchio della vita e se sai esprimerlo con onestà’ riesci a comunicare con la gente di ogni fascia sociale e di ogni nazionalità, perché il blues è universale’’.

Immagine anteprima YouTube

La Marini non partecipa alla tribuna elettorale innescando la polemica

Nell’aria sembra che si respiri una troppa sicurezza, che il passato insegna, può essere dannoso. E così si fanno sentire le critiche da parte degli sfidanti della presidente della Regione uscente che mercoledì non si è presentata alla tribuna elettorale che si è svolta nella sede della Rai regionale. Dallo staff fanno sapere che si è trattato “solo questioni organizzative”. Otto sedie per gli otto sfidanti, ma una è rimasta libera. Erano, infatti, presenti gli altri sette candidati: Claudio Ricci (centrodestra), Andrea Liberati (M5s), Michele Vecchietti (L’Umbria per un’Altra Europa), Simone Di Stefano (Sovranità), Aurelio Fabiani (Casa Rossa), Fulvio Carlo Maiorca (Forza Nuova) e Amato John De Paulis (Alternativa Riformista). “Prosegue il suo tentativo di essere rieletta essendo invisa alla maggioranza degli umbri. Tentativo iniziato con il varo della penosa legge elettorale regionale nella quale non è previsto voto disgiunto e ballottaggio. Del resto si tratta dello stesso silenzio calato nei confronti del governo Renzi e dei suoi sciagurati provvedimenti contro l’Umbria” sono state le parole di Michele Vecchietti, di L’Umbria per un’altra Europa, mentre per Andrea Liberati, candidato M5S, Marini ha “l’ossessione per il Movimento Cinquestelle”. L’entourage della presidente uscente ha subito risposto, spiegando che la sua assenza era solo legata a questioni di organizzazione: “Non c’è nessuna volontà di sottrarsi al confronto e che l’assenza è legata solo a questioni organizzative per la campagna elettorale”.

Umbria Jazz 2015, presentato il programma definitivo

Dal 10 al 19 luglio a Perugia dieci giorni di grande musica. Il 9 luglio anteprima dedicata ai trent’anni di collaborazione con il Berklee College Of Music di Boston. Per questa edizione il manifesto ufficiale è del maestro Alberto Burri

Read More

Arte e teatro di strada con Alchemika 2015

Dopo il successo della passata edizione e grazie all’associazione ‘Fiorivano le Viole’, torna in via della Viola Alchemika, festival di arti di strada. La strada si riempie di colori, di arte e di allegria. Via della Viola si trasforma “nell’alchemico Circo delle Viole”. Anteprima il 5 giugno, tutti insieme in parata per il centro città ad annunciare il Gran Festival di arti di strada. Il 6 e il 7, poi … Alchemika sarà. Si potrà girare tra i vicoli del quartiere alla scoperta di momenti magici di spettacolo e poesia incontrando artisti provenienti da tutta Europa, che mettono in scena il loro “circo”. Quest’anno Alchemika è “special edition”: fuori festival al Parco Santa Margherita per quasi tutto il mese con il Circo Paniko e la straordinaria partecipazione di Skronk – one man band fest. Questo e tanto altro ancora per tutta la città. Ad ingresso gratuito. Con l’unico obiettivo di godere dell’arte, insieme, per riprendere possesso delle strade e della città che ci appartiene … «Venghino signori venghino!

Visita di fantasia all’Aeroporto di S.Francesco

Visita del presidente di Enac Vito Riggio allo scalo aereo S.Francesco di Assisi. Si spera di centrare il pareggio di bilancio ma occorre conquistare mercati europei. Viste le dimensioni dell’Umbria occorre, anche a parer nostro, uno sforzo di fantasia

È nata la Fondazione “Sergio per la musica”

Il progetto cultura per l’Umbria della neo nata fondazione è ora una realtà. Davanti al notaio si è costituita mercoledì 6 maggio la Fondazione di partecipazione ideata per onorare la memoria di Sergio Piazzoli. Gli 11 consiglieri nominati hanno subito ribadito il progetto musicale e culturale da dedicare all’Umbria con le quattro linee guida (Luoghi della Cultura, Isola Maggiore, Rockin’Umbria e Università del Suono) presentate alla prima assemblea dei soci ad Assisi lo scorso 29 marzo, per andare avanti “con e oltre Sergio”. Nominato anche il comitato artistico collettivo di 16 persone che ora sarà subito convocato per  elaborare i progetti più imminenti: Moon in June (Isola Maggiore, 19-20-21 giugno 2015) e Rockin’Umbria (Umbertide, 23-24-25-26 luglio 2015).
“Una giornata storica per la musica e la cultura umbra in generale e un obiettivo importante raggiunto in cui pochi credevano”, afferma il neo presidente Virgilio Ambroglini. Read More

Segnali 2015, via alla V edizione

La rassegna internazionale di arti audiovisive e performance si terrà dal 4 al 7 maggio al Conservatorio di Musica di Perugia “F. Morlacchi” e al PostModernissimo. La voce di un dittatore che doppia, sonorizza e musica un film. Le voci liriche che cantano di una piccola fiammiferaia contemporanea. L’improvvisazione elettroacustica che guarda alla composizione open-source e ai suoni del mondo. Il live electronics che dialoga con la musica per banda e con il jazz. Il concerto che diviene audiovisione in tempo reale. Il sound design che si correla con il colore generativo e con l’ambiente multimediale. Le corde di una cassa armonica interattiva suonate dai movimenti fisici del pubblico. Questo il policromo programma della quinta edizione della rassegna “segnali” sulle relazioni fra le arti. Read More

Nove i pretendenti alla poltrona più importante della Regione Umbria

In Umbria, per le elezioni regionali a Presidente della Regione, per ora si sono candidati 9 pretendenti (NOVE!). Un numero che sicuramente non sfuggirà all’attenzione della stampa nazionale e che di certo denota due cose: la prima è l’insoddisfazione dell’azione politico-amministrativa sin qui condotta e per seconda il fallimento di un azione sociale che ha portato tre liste autonome dai partiti a sostenere il candidato del centrodestra Ricci. Avanti con l’estrazione

Perugia avrà il suo Palio Medievale

Si partirà con una sperimentazione nel 2016 con la rievocazione storica de “Il Grifo e il Leone”. Dopo che nel nel 2011 il consiglio comunale dette parere positivo sull’iniziativa storica fu la Giunta Boccali a schierarsi contro. Ora l’assessore alla Cultura Teresa Severini punta sul “Palio” che dovrà far parte delle altre tre grandi manifestazioni perugine e attrarre turismo e creare coesione in città. E’ stato formato il comitato scientifico che si dovrà occupare della divisione della città in “fazioni”, degli aspetti storici, dei costumi, dell’organizzazione e soprattutto di preparare la città con convegni storici mirati. Il periodo storico del palio de “Il Grifo e il Leone” sarà quello che va dal 1400 fino alla metà del 1450, periodo del grande condottiero Braccio da Montone. Inoltre i cortei dovranno in parte rievocare la “presa di Perugia” del grande condottiero avvenuta nel 1416. Ancora non è certa la data, ma si sta pensando a novembre. Per reperire i soldi interverranno sponsor privati, in minima parte la regione e il comune e si proverà anche a fare un crowdfunding. Certo! Non è una cosa che distingue Perugia e che nel tempo è stata tramandata, ma chissà che non possa funzionare… Ma sarà vera questa notizia?

Umbria più uguale… non poi così tanto. Ma con un assessore…

Una lettere aperta scritta da Umbria più uguale (coalizione formata da Sinistra Ecologia Libertà, delle liste civiche progressiste di diversi Comuni e da La sinistra per l’Umbria) alla presidente Marini e pubblicata su siti d’informazione regionale come Umbrialeft pone l’accento su come «non è ancora stato convocato l’incontro delle forze che compongono la coalizione stessa» per affrontare «i grandi temi su cui abbiamo già raggiunto un’intesa di massima (la lotta ai privilegi, il lavoro, i diritti delle persone, la guerra alla povertà, una più rigorosa tutela delle risorse ambientali e del territorio) devono quanto prima concretizzarsi in precisi impegni di governo.» Siamo alle solite. Da tempo avevamo detto che UGUALE non è un segno di identità… ops! Forse un assessore si

Regionali PD, Marini “Per un’Umbria più forte, per l’Umbria di tutti”

Con la presentazione ufficiale della candidatura a presidente della Regione Umbria è iniziata da Bastia Umbria l’avventura elettorale per la presidente uscente, Catiuscia Marini. Tante le slide dai colori sgargianti apparse durante la presentazione. Belle le parole su di esse. Ora non resta che attendere e vedere se, salvo la vittoria scontata, veramente il PD e l’Umbria cambieranno in meglio e saranno “di tutti”. Intanto osserviamo (e speriamo) Read More

Il M5S cambia in corsa il candidato Presidente alla Regione Umbria

Laura Alunni lascia, per fare spazio e lanciare Andrea Liberati. Scelta convenuta e ragionata, all’interno del movimento e caduta sul secondo più votato dalle primarie on-line. Scelta giusta dicono tutti. Io mi fermo a ricordare le polemiche dei mesi passati che davano Andrea Liberati (premio miglior ternano 2008, il giovane che sostenne la campagna del presidente americano Obama) come ex assistente di segreteria dell’ex consigliere regionale Enrico Melasecche. Non parliamo di Andrea Liberati che appoggiava le passate elezioni la lista Terni Bene Comune di Stefano Bolletta. NO, parliamo di Andrea Liberati, under 40enne, ex presidente della sezione ternana di Italia Nostra mentre era iscritto al Movimento 5 Stelle, l’uomo delle battaglie contro le discariche segrete o meno della AST di Terni, il capolista nelle elezioni comunali del 2009 della lista CHANGE FOR TERNI che era di appoggio alla candidatura di Enrico Melasecche a sindaco della città dell’acciaio. L’uomo che dicono i bene informati, è passato dalla tessera di Forza Italia (io ve la vendo per come me l’assicurano e non ci credo molto vista la sua giovane età, eppure chi gli ha consegnato la tessera dice che ce l’aveva già dal 1998) alla campagna elettorale pro Melasecche, all’ingresso a Palazzo Cesaroni nella segreteria consiliare di Melasecche, alla decisione di iscriversi al M5S nel 2012 e partecipare alle primarie on-line del movimento, arrivando alle spalle di Laura Alunni. No a dire il vero, arrivò terzo, il secondo era spoletino, ma dimissionario immediato, per motivi personali. Ora, se così è, saremmo di fronte ad una svolta epocale: il movimento che annulla la politica ed i politici, che osteggia chi campa di politica e chi fa politica di partito, che non ha mai ammesso nelle sue fila ex candidati, ex iscritti e tesserati di altri partiti nelle sue fila, i rottamatori pre-renziani del politico di pelo, si ritrova a candidare alle elezioni regionali per l’Umbria un bel politico di razza. Verissimo che il regolamento del movimento dice che chi accetta la candidatura nel M5S non deve avere avuto precedenti nell’ultima tornata elettorale e che sia stato contrario al movimento stesso. L’escamotage sarebbe cotto a puntino, visto che la candidatura di Andrea Liberati risalirebbe a due elezioni comunali fa, lo ricordiamo al 2009. Quindi per il movimento, per Grillo e Casaleggio con i 5 probiviri, sarebbe comunque accettabile. Ecco, si potrebbe sottolineare e suggerire che si sia ravveduto, che abbia fatto “mea culpa” e cosparso di cenere il capo e scelto di condividere, passando per Italia Nostra, le idee del movimento. Ci starebbe tutto per facciata, ma in campagna elettorale non lo so quanto reggerebbe il confronto, il dubbio e l’illazione della tenzone votareccia. Non è campagna elettorale per il comune, qui si parla dell’organo legislativo della Regione, insomma è altra cosa. Magari sarà lui stesso a spiegarcelo nei prossimi giorni.

Quadrilatero beffa, la Galleria La Franca a rischio crollo?

Secondo anticipazioni della trasmissione Report, in onda il 12 aprile su Rai 3, sembrerebbe che alcune gallerie del quadrilatero Umbria-Marche, tra cui la galleria La Franca, lunga un chilometro, sulla statale Foligno-Civitanova, la quale dovrebbe aprire al traffico nei prossimi mesi, non sia del tutto sicura. Un operaio dell’Anas ha infatti ammesso che nelle “spalle” dell’arcatura della galleria non ci sia cemento a sufficienza per reggere il peso. Si parla di 10 cm invece dei 40 in grado di sostenere lo sforzo. Dall’intervista vengono fuori anche altri falle costruttive come problemi di vuoti d’aria che in condizioni di sicurezza dovrebbero essere riempiti con un cemento alleggerito ma sembra che non sia stato usato perchè «costa soldi». L’operaio ha inoltre affermato che tutto il tratto interessato è stato fatto male e che ci sono pericoli per la sicurezza visto che la zona è sismica. La giornalista che ha realizzato il servizio ha anche interpellato il presidente dell’Anas che dichiara che «A prima vista mi sembrano affermazioni difficilmente confermabili, perché le gallerie le controlliamo anche in corso d’opera». Sul fatto che molte volte si tende a risparmiare nei materiali e che le gare d’appalto siano al ribasso è un dato di fatto (uso e costume malvagio di questo paese), ma rischiare al vita dei cittadini non è più ammissibile in nessun modo

Scelte di un partito che… il PD

La segreteria regionale del PD, oltre al suo segretario Giacomo Leonelli, candida anche la responsabile della comunicazione Alessia Dorillo come rappresentante dell’area Lago Trasimeno. Viste le condizioni politiche si ritira l’ex senatrice Fioroni dato che il pacchetto di voti si restringe. Andrea Cernicchi dopo la petizione, che a nulla è servito per la sua candidatura, dichiara “torno a fare politica tra la gente”. Speriamo che anche le nuove leve se ne ricordino… della gente

Umbria & Expo 2015

Presentate a Palazzo Donini le iniziative che la Regione Umbria sosterrà durante il periodo di apertura di Expo 2015. L’investimento dell’”ingranaggio” Umbria sarà di quasi 2,4 milioni di euro e si muoverà in diversi luoghi: il primo fra tutti il Padiglione Italia per 2 settimane dove l’Umbria sarà protagonista della clip di un minuto sulla “Ricostruzione della bellezza”, con le immagini del crollo degli affreschi della Basilica di Assisi nel sisma del 1997 e la loro ricostruzione. Si marcherà presenza anche all’interno della Cascina Trivulza (in cui non mancheranno ne il famigerato McCurry ne le imprese umbre del settore agroalimentare, artigianato e servizi). Dulcis in fundo nei cluster del cacao e del vino oltre che in spazi fuori dall’area Expo con forse qualche cosa riguardante la ristorazione, come un ristorante. «Vogliamo qualificarci come la regione della bellezza» ha aggiunto Bracco. Speriamo di arrivare almeno classificati

Aeroporto di Perugia, record giornaliero per il 2015

Il comunicato stampa della Sase parla chiaro. All’aeroporto San Francesco stato avvicinato il record storico giornaliero di traffico, registrato nel periodo di punta dell’estate 2014, quando nella giornata di domenica 3 agosto furono trasportati 1939 passeggeri: 1870 quelli che invece sono transitati, martedì 7 aprile, in una giornata che ha visto alternarsi sul piazzale del “San Francesco d’Assisi” gli aeromobili di Alitalia, Vueling, Ryanair, Blu Express e Small Planet, oltre a diversi voli di aviazione generale ed executive. Trapani e Cagliari sono state le rotte più gettonate (con 354 passeggeri trasportati ciascuna), seguite da Londra (345 passeggeri). Sempre nella giornata di ieri è decollato l’ultimo dei voli speciali su Barcellona programmati da Vueling in occasione delle festività pasquali, ed è atterrato – provenienza Helsinki – il primo dei circa 30 charter operati da Small Planet per conto del Tour Operator UNY FLY – BONUSFLY – che trasporteranno da qui a giungo oltre 4.000 scandinavi. Dal 10 maggio la programmazione del martedì vedrà operare anche Lufthansa con il nuovo collegamento bisettimanale su Monaco di Baviera. Un inizio soddisfacente che speriamo porti ancor più interesse per Perugia e l’Umbria

Pronti…Attenti…Via…

L’ 11 aprile la presidente uscente Catiuscia Marini presenterà la nuova campagna di comunicazione. In quell’occasione sapremo se la “lista della presidente” verrà presentata. Per ora accontentiamoci di vedere il nuovo lifting

«Possiamo» (?) – Fate voi, tranquilli!

Presentata la nuova lista di sinistra per le elezioni regionali, che si ispira all’esperienza spagnola di Podemos. La prossima settimana verrà presentato il candidato a presidente che, spiega la portavoce Rita Castellani, sarà interprete del programma e non un leader. Iniziamo con convinzione a quanto pare!

Fiera pasquale a prova di turista

E’ stata presentata la Grande Fiera di Pasqua di Perugia con oltre 65 espositori e 70 stand stipati tra piazza Matteotti e piazza della Repubblica che si terrà da venerdì 3 a lunedì 6 aprile. Corso Vannucci così sarà offuscato ai turisti. Ma se di meglio non si può fare per coinvolgere l’acropoli tutta… pazienza. Ce lo ricorderemo che il centro storico è solo questo

Fondazione SergioPerLaMusica, un progetto culturale per l’Umbria!

Al Teatro Lyrick di Assisi si è svolta domenica sera la prima assemblea generale riservata ai 914 soci. Presenti quasi 400 persone, tra quelle che al momento hanno aderito alla Fondazione SergioPerLaMusica, alle quali è stato presentato il progetto musicale e culturale da dedicare all’Umbria con quattro linee guida (Luoghi della Cultura, Isola Maggiore, Rockin’Umbria e Università del Suono) per andare avanti “con e oltre Sergio”. Virgilio Ambroglini che ha presentato la relazione programmatica e ha ricordato l’unicità della Fondazione per numero di partecipanti e per direzione artistica collettiva. Un comitato artistico aperto ancora a chi ha progetti e idee da condividere e da presentare alla Fondazione entro 20 giorni e prima della sua costituzione ufficiale prevista per il 20 aprile. La serata si è conclusa con un concerto “Dedicato a Sergio” del maestro Vittorio Nocenzi. Read More

Capitale italiana della cultura, in barba a tutti partecipano pure Foligno e Orvieto

Non solo Spoleto come candidata a Capitale italiana della Cultura 2016-2017, ma anche Foligno e Orvieto in tandem con Todi. In barba a tutto e tutti saranno tre le candidature umbre formalizzate al Mibac per il titolo di Capitale italiana della cultura. Importante la candidatura visto che il Ministero dei beni Culturali mette sul piatto una notevole visibilità e un finanziamento di un milione di euro per realizzare i progetti che saranno dettagliati nei dossier. Come si dice: Ognuno per se e Dio per tutti

Il Sagrantino conquista il Canada

«Il mercato canadese è abituato a generare processi lenti ma stabili e costanti nel tempo ed il vino umbro, in particolare il Sagrantino, sta entrando in questi processi, e’ ormai presente in Canada e registriamo un costante interesse da parte degli appassionati dei vini di qualita’”. Sono queste le parole del responsabile della regione dell’Ontario del Liquor Control Boards, il Monopolio di Stato canadese, nel corso dell’incontro svolto questa mattina con l’assessore regionale Fernanda Cecchini. L’incontro rientra in un progetto di promozione e commercializzazione avviato lo scorso anno dal Consorzio di Tutela dei Vini di Montefalco e sostenuto dalla Regione dell’Umbria. Il Monopolio canadese, e’ stato spiegato, e’ responsabile esclusivo della commercializzazione dei vini e degli alcolici in Canada. Un notevole passo avanti per la promozione del territorio e dei prodotti dell’Umbria

Fondazione SergioPerLaMusica, un progetto culturale per l’Umbria!

Domenica 29 marzo al Teatro Lyrick di Assisi prima assemblea generale riservata ai soci. Dopo un aperitivo di benvenuto (ore 19) a partire dalle ore 20.30 sarà presentato dal palco del Lyrick il progetto musicale e culturale da dedicare all’Umbria. Un’assemblea aperta, con la possibilità che verrà data a tutti i sottoscrittori di portare contributi utili al percorso futuro della Fondazione. A seguire, come omaggio ai presenti, un concerto del maestro Vittorio Nocenzi (Banco del Mutuo Soccorso) dal titolo “Dedicato a Sergio”. Read More

The Duel Of Wine presentato al Vinitaly 2015

E’ stato presentato alla 49° edizione del Vinitaly di Verona l’ultimo film del sommelier americano Charlie Arturola “The Duel of Wine”. Tutta l’espressione del vino come il protagonista di un film-reality. Sul grande schermo arriva così tutto il panorama enologico italiano e i suoi protagonisti grazie al celebre sommelier ed esperto mondiale di degustazione. Un film che parla di vino, di sfide e di territorio, diretto dal regista Nicolas Carreras. Tanti i posti in cui sono state girate le scene italiane, tra cui Montefalco. Immagine anteprima YouTube

L’aeroporto di Perugia amplia i suoi voli. Ora anche Fiumicino, Brindisi e Monaco

Tante le novità dopo al conferenza stampa della Sase tenutasi a Palazzo Donini. Monaco, Brindisi e Fiumicino sono le novità a partire dal 29 marzo. 4 nuove compagnie e 4 nuove rotte. Novità assoluta il collegamento Alitalia con l’hub di Roma Fiumicino operativo dal 2 aprile con 4 voli al giorno ed il già presentato collegamento con l’hub di Monaco di Baviera gestito da Lufthansa, che operererà due voli a settimana dal 10 maggio. Dal 29 marzo sarà possibile volare a Brindisi con Ryanair due volte a settimana e a Tirana con Blu Express 3 volte a settimana. Le altre mete internazionali che sono state confermate, oltre Monaco e Tirana, sono Londra con 6 frequenze settimanali e 8 ad agosto, Barcellona Girona operativo dal 1 luglio, Bruxelles e Dusseldorf Weeze dal 3 luglio tutte con Ryanair. In più ci sarà anche la tratta per Bucarest con una frequenza di 3 voli a settimana da fine giungo a fine settembre operata da Wizz Air. Dal 29 marzo confermati anche i collegamenti per Cagliari e Trapani operati da Ryanair. Inoltre in occasione delle festività pasquali si potrà volare con la spagnola Vueling a Barcellona El Prat.

Ultimi giorni per votare Montefalco come “Il Borgo dei Borghi”

Dopo essere stata proclamata come miglior Borgo dell’Umbria nella puntata del 12 ottobre scorso, ora Montefalco rappresenterà l’Umbria nella sfida finale  in diretta televisiva in onda il giorno di Pasqua in prima serata su Rai Tre. In gara ci sono venti borghi italiani, uno per ogni regione, che si contenderanno il giudizio degli utenti web che, fino a domenica 22 marzo, avranno la possibilità di contribuire con il proprio voto all’elezione del “Borgo dei Borghi”. Ogni utente potrà votare registrandosi gratuitamente al sito www.allefaldedelkilimangiaro.rai.it,  e potrà farlo una volta ogni 24 ore, fino alla chiusura del web voting prevista per il 22 marzo. Read More

Giornate Fai di Primavera, sabato 21 e domenica 22 marzo

E’ tutto pronto per la storica manifestazione del FAI che apre le porte di tantissimi luoghi unici d’arte e natura in tutta Italia, normalmente chiusi al pubblico. E anche in Umbria si potrà approfittare di questa due giorni imperdibile grazie all’impegno dei volontari e delle delegazioni FAI, che sabato 21 e domenica 22 marzo sveleranno al pubblico chiese, giardini, palazzi, mulini, aree archeologiche e tanti altri beni. Ecco l’elenco completo delle aperture in Umbria Read More

De Gregori a Foligno, un successo da quasi duemila persone

Per il concerto di De Gregori quasi duemila persone hanno riempito il Palasport di Foligno. Il grande cantautore ieri sera ha ringraziato la Fondazione SergioPerLaMusica per l’ospitalità e ha dedicato la data zero del suo nuovo tour a Sergio Piazzoli, definito dallo stesso artista così: “Sergio Piazzoli è stato un musicista fra i musicisti”. Sul palco del Palasport di Foligno durante la data zero del suo “Vivavoce tour”, De Gregori si è lasciato andare e ha sottolineato “Gli abbiamo voluto tutti bene perché aveva il dono di amare la musica e sono davvero contento che questo concerto sia dedicato a lui”. De Gregori ha infatti deciso di dare una mano alla nascente Fondazione che si sta costruendo in memoria di Piazzoli. A suo modo quindi, non smentendo quel suo appellativo di “principe” della canzone d’autore italiana, De Gregori ha trovato il modo per contribuire al sostegno della Fondazione. Il celebre cantautore aveva infatti scelto l’Umbria e in particolare Foligno per la data zero del suo nuovo tour (a seguito del suo recente album “Vivavoce”) affidando l’organizzazione alla Fondazione, con l’incasso che per sua decisione è ora andato a sostenere il fondo associativo. de-gregori-a-foligno-3_foto-riccardo-ruspi Read More

Nuova Monteluce, oggi sotto i riflettori, domani chissà

Oggi è stata inaugurata la piazza della Nuova Monteluce dedicata a Cecilia Coppoli. Durante lo sviluppo della “porta” sul nuovo complesso di Monteluce non si è tenuto conto molto del verde, che avrebbe creato un ambiente più naturale, ma nel suo complesso risulta essere gradevole. Ad oggi il tutto sembra molto scollegato con il quartiere esistente, ma speriamo che il futuro ci dia torto. Il 28 marzo si procederà all’apertura del centro commerciale e di un bar, mentre gli uffici comunali arriveranno a giugno per poi ritrasferirsi in altro sito della piazza nel 2016 (e la giunta lo definisce risparmio. Bel coraggio!). Sempre nel 2016 arriverà la sede dell’ASL, il campus universitario dell”Adisu e forse un presidio sanitario. L’accordo di programma è stato fatto dieci anni or sono e pensare di mantenere invariati i valori immobiliari inserendo sempre più strutture pubbliche ci sembra una follia. Ma staremo a vedere

Il viaggio comincia… La Fondazione SergioPerLaMusica ringrazia

Girando per la città si possono vedere alle pareti dei 6×3 che fanno senza dubbio riflettere. Non solo per la bella rappresentazione grafica, ma soprattutto per il traguardo che l’affissione emana. Un traguardo che nel suo essere è una partenza. Un viaggio che appartiene un po’ a tutti coloro che amano la musica e che sono convinti del suo immenso potere. L’inizio di un viaggio che è stato reso possibile grazie agli amici di sempre di Sergio Piazzoli e da tutti coloro che fin dall’inizio ci hanno creduto e che lo hanno voluto ringraziare veramente per tutto la bella musica che ci ha fatto sentire e vedere. Ciò che prima non c’era ora c’è. Perciò siamo noi che dobbiamo ringraziare la Fondazione SergioPerLaMusica per essere diventata realtà, consci del fatto che la passione per questo progetto, non ci farà rimpiangere lo splendido passato. «L’arte e la musica possono derivare dalla profondità della nostra anima, ma funzionano solo in quanto idee che possiamo condividere» Robert Wyatt

Nasce blabel, da Orvieto parte la sfida ai colossi mondiali

Vetrya non è più una start up, ma in soli cinque anni è diventata una solida realtà tra le più quotate al mondo; un fatturato di quaranta milioni di euro e con 60 dipendenti che lavorano in un campus nuovo di zecca, terzo migliore posto al mondo dove lavorare. C’è uno spazio per accogliere i bambini dei lavoratori, la palestra, la sala musica con pianoforte, la cucina per personalizzare l’alimentazione. Tutto per farti sentire come a casa. Un azienda all’avanguardia che guarda alle esigenze di tutti, in primis dei suoi lavoratori, e che ha presentato un servizio realtime di messaggi multimediali – chiamato blabel, parola che gioca col “suono” delle chiacchiere – a detta degli addetti ai lavori meglio di Whatsapp, più facile, più bello, più ammiccante, con un potenziale di sviluppo notevolissimo. «Blabel – spiega Luca Tommassini, presidente e AD di Vetrya – è il primo servizio di messaging multimediale su scala mondiale, adatto per diverse tipologie di device. E’ inoltre gratuito e senza pubblicità». Un chiaro esempio quello di Vetrya che denota come anche qui da noi ci sia spazio per l’innovazione. E non possiamo che essere fieri che solide realtà imprenditoriali umbre possano guardare al futuro con tante intraprendenza e successo, facendo sentire l’Umbria e i suoi abitanti al centro d’Italia e del Mondo

Storie di Vite, il cinema da Gustare

Mercoledì 18 marzo dalle 19, al cinema Postmodernissmo, aperitivo a cura de L’Officina Ristorante Culturale con degustazione e presentazione dei vini della Cantina Peppucci. Mentre alle ore 21 sarà proiettato Il Sorpasso, regia di Dino Risi con Vittorio Gassman, Jean-Louis Trintignant, Catherine Spaak, Claudio Gora, Luciana Angiolillo. Per la prima edizione della rassegna “Storie di Vite”, proposta dalla Sagra del Cinema al Postmodernissimo, prende il via un Viaggio in Italia che andrà a raccontare le diverse anime del Belpaese sul grande schermo e nel bicchiere. Un percorso in cui la degustazione e la presentazione dei vini (e delle storie) di giovani cantine umbre – con aperitivi a cura dell’Officina Ristorante Culturale – introdurrà idealmente la proiezione di grandi film della storia del Cinema italiano. Biografie e racconti di finzione, testimonianze di periodi cruciali della Storia del Paese e spaccati esistenziali senza tempo, in cui l’uomo e l’ambiente diventano parte di uno stesso racconto, che prende vita così nella tradizione vitivinicola e gastronomica come nel fluire delle immagini sullo schermo.

Treno Verde a Perugia per un viaggio speciale in vista dell’Expo 2015

A partire da giovedì 19 e fino a sabato mattina 21 marzo, al binario 1 della stazione di Fontivegge a Perugia, farà tappa il Treno Verde, la storica campagna nazionale di Legambiente e del Gruppo Ferrovie dello Stato, che quest’anno compie un viaggio speciale dedicato all’agricoltura e all’alimentazione in vista di Expo Milano 2015.  Motto di questa edizione è “Tornare alla terra per seminare futuro” per sottolineare l’importante ruolo che l’agricoltura di qualità e delle buone pratiche ambientali e sociali ha e potrà avere anche di fronte alle sfide future. Read More

Tutto pronto per il concerto di De Gregori a sostegno della Fondazione SergioPerLaMusica

Mancano ormai pochi giorni al concerto di Francesco De Gregori a Foligno, in programma mercoledì 18 marzo, ore 21, al Palasport “G.Paternesi”. Il grande cantautore ha scelto l’Umbria, e di sostenere la nascente Fondazione SergioPerLaMusica, per la data zero del suo nuovo “Vivavoce tour” che partirà ufficialmente da Roma due giorni dopo. Read More

Firma anche tu per salvare Andrea Cernicchi dall’esclusione alle Regionali

Nasce un movimento pro Cernicchi dopo lo “scandalo” dell’esclusione dalle liste del PD. Per l’ex assessore al Comune di Perugia, cittadini, simpatizzanti del PD e associazioni, hanno raccolto mille firme, per quella che sembra una mobilitazione partita dal basso (anche se addirittura Gianpiero Bocci si schiera a favore di Cernicchi). Tutto nasce dopo l’orientamento del PD a candidare l’ex senatrice Fioroni. Visto l’inizio della discussione facciamo gli auguri al segretario Leonelli per quello che può sembrare uno sketch di Maccio Capatonda: ‘Italiano Medio’

Umbria verso l’Expo a Montefalco

Oggi alle 18.30 si terrà presso la Chiesa Museo di San Francesco a Montefalco l’evento Umbria verso l’Expo in cui saranno presentate “Le 12 guide in digitale ai Musei e alle Città del circuito Terre & Musei dell’Umbria” e la nuova tecnologia “Ibeacon” applicata alle opere del Complesso Museale di Montefalco, che si muove in vista dell’Expo di Milano. E gli altri stanno a guardare?

Il ministro Franceschini corre in aiuto del jazz

Il ministro Dario Franceschini in un’intervista al Messaggero nel corso della visita a Città di Castello in occasione del centenario di Alberto Burri ha affermato che «il jazz è una delle grandi eccellenze del nostro Paese, una realtà niente affatto di nicchia» e che, continua Franceschini -  «Umbria Jazz è la dimostrazione della forza internazionale che il nostro paese può vantare nel settore. Il ministero e’ molto sensibile e infatti da quest’anno per il jazz è stato previsto un finanziamento straordinario e sono state varate nuove regole per accedere al Fondo unico per lo spettacolo, che eliminano le difficoltà che nel passato erano state riscontrate proprio dal mondo del jazz». Carlo Pagnotta, direttore artistico di Umbria Jazz insieme al presidente Renzo Arbore, tirano così un sospiro di sollievo e ringraziano il ministro per le dichiarazioni rilasciate che fanno per sperare anche la nota kermesse di casa nostra

Opposizione costruttiva in consiglio comunale: cercasi consiglieri di maggioranza

Dopo l’intervento del segretario PD Leonelli, anche il gruppo consiliare al Comune di Perugia, ribadisce di voler portare avanti un’opposizione costruttiva e non strumentale per il bene di Perugia. Dimostrazione ne è l’approvazione della  riqualificazione dell’Ex mattatoio approvata con l’apporto determinante dei consiglieri PD, visto l’ordine sparso in cui si sono presentati i consiglieri di maggioranza

La giunta regionale approva il Dap 2015… in vista delle regionali

Il documento annuale di programmazione passa con 16 voti favorevoli e 10 contrari. Renato Locchi, politico di vecchio corso che non indietreggia di un passo elogia il testo e vantondosene afferma che «Ancora una volta non aumentiamo le tasse». Il testo prevede spese per 80 milioni di euro nel 2015, in base a una mirata selezione degli investimenti con fondi che derivano dalla nuova programmazione comunitaria. Tante le belle parole usate in questa seduta, che però scontentano alcuni membri della maggioranza, con Pcr e Brutti che si defilano. I temi principali da trattare sono: “investire su innovazione e competitività delle Pmi; puntare sul rafforzamento del capitale umano regionale; attuare politiche di crescita sostenibili; continuare gli investimenti sulla mobilità ecologica; aggiornare il Piano di tutela delle acque; reagire ai tagli ai trasferimenti per la sanità; ampliare l’offerta di servizi per le politiche sociali; costituire un osservatorio sul fenomeno della violenza di genere; continuare la razionalizzazione delle Agenzie e società partecipate; non abbassare la guardia in materia di sicurezza; sostenere le politiche abitative con contribuiti all’affitto e all’acquisto della prima casa; continuare a investire nel trasporto pubblico locale. Valorizzare il patrimonio regionale e dare attuazione alla legge ’3/2014′ per garantire occupazione ai giovani e alle fasce deboli del tessuto sociale; colmare il ritardo nell’emanazione del bando per l’assegnazione delle ex case cantoniere Anas ai Comuni; promuovere la sostenibilità e l’agricoltura biologica; confermare il sostegno al commercio equo; prevedere interventi a favore dei possessori di veicoli di interesse storico; sfruttare l’Expo 2015 come vetrina delle eccellenze umbre per incrementare il flusso turistico verso la regione.” Qualche dubbio ci viene e di certo vigileremo su questi 80 milioni affinchè realmente portino a qualcosa di concreto, ma dire che non si è voluto gettare la base per fare propaganda in vista delle regionali, è senza dubbio un battuta

Dalla “leopoldina” umbra

Iniziativa programmatica del PD umbro con 35 tavoli tematici. All’assemblea plenaria nel pomeriggio la vice segretaria nazionale Serracchiani presenzia i lavori. Il tavolo della presidenza è visto come “un bus” che nell’immaginario rappresenta un luogo di collettività e movimento. Bonaccini, presidente Emilia Romagna, porta un primo contributo dicendo di voler aiutare i territori in vista dell’uscita dal tunnel. A bassa voce si raccomanda di non forzare alleanze per qualche voto in più, ma è preferibile un’assonanza culturale per raggiungere obbiettivi prefissati in campagna elettorale. L’importante partire col piede giusto. La società civile è una sola perciò aprire le porte per creare la volontà di dialogo, per troppo tempo interrotto

Rockin’ Umbria rivive ad Umbertide

Rievocazione di Rockin’ Umbria, il festival ideato da Sergio Piazzoli. Questa sera sul palco del Teatro dei Riuniti a Umbertide vivrà non solo una serata di ricordi ma soprattutto di futuro con quella ricerca che ha sempre caratterizzato la vita di Sergio. Dalle ore 21 saliranno sul palco sette band locali cresciute a pane e Rockin’ Umbria – Exawatt, The Nowheremen, Crimson, Stroncabilly Blues Band, The Fools on the hill, Ezio Bani solo guitar, The Feedback – che per l’occasione proporranno cover degli artisti più celebri che calcarono il palco del famoso festival rock. La serata sarà presentata da Fabrizio Croce, voce ufficiale di Rockin’ Umbria che condividerà con il pubblico aneddoti e curiosità sulla famosa kermesse, e sarà arricchita dalla proiezione di immagini d’archivio delle storiche edizioni del festival che portarono l’Umbria e Umbertide alla ribalta nazionale. L’ingresso è a offerta (offerta minima 5 euro) e il ricavato sarà devoluto alla Fondazione Sergio per la Musica, istituita proprio per proseguire nell’attività di promozione e diffusione della musica, ed in particolare della musica giovanile, portata avanti per anni con successo da Sergio Piazzoli.

legacy

Don Matteo, la Regione pronta a spendere altri 750mila euro. Fantasia!

La Regione Umbria è piena di fantasia in questo periodo. Infatti in vista della decina stagione di Don Matteo, la fiction con il prete più famoso d’Italia girata a Spoleto, Palazzo Donini sarebbe pronto a sborsare 750mila euro per girare nuovamente delle pillole video da mandare in onda prima delle puntate. Già questa “tattica” di promozione turistica era stata adottata nel 2013 (qui un esempio), con un esborso a Lux Vide e Rai da parte della Regione di 679mila euro per 14 videoclip girati in diversi luoghi dell’Umbria (destando non poche polemiche come scrivemmo qui). Secondo voci di corridoio ci sarebbe già stato l’incontro tra Regione e Lux Vide che avrebbe riconfermato l’operazione, con un aumento di contributo raccimolato tra i fondi comunitari riservati alla promozione del territorio. Soddisfati dei dati, (oggetto di varie interpretazioni) gli amministratori hanno reputato le pillole uno strumento efficace per dar risalto e visibilità al ‘Cuore verde d’Italia’. Ora non resta che assistere alla guerra intestina su dove far girare i videoclip con protagonisti Terence Hill, Nino Frassica e Simone Montedoro. Ma anche qui la Regione userà la sua immensa fantasia. Noi ci limitiamo a suggerirvi di leggere Spoleto Confusion di Giovanni Pivuti

Il Teatro Stabile contrassegnato come «di rilevante interesse culturale»

Il Ministero dei Beni e delle attività Culturali assegna al Teatro Stabile dell’Umbria per il trienno 2015-2017 il riconoscimento di «rilevante interesse culturale». Riconoscimento assegnato applicando la nuova riforma che divide i teatri in due categorie: quelli di «interesse nazionale» e quelli di «rilevante interesse culturale». Per i primi gli enti locali dovranno dare il 100% di quello che dà il Ministero attraverso il Fondo unico per lo spettacolo; per i secondi, la percentuale scende al 40%. Soddisfazione piena di orgoglio da parte del presidente Brunello Cucinelli e del direttore artistico Franco Ruggieri per un riconoscimento che denota il radicamento con il territorio come valore culturale imprescindibile. Ora si aspettano solo i soldi.

Il Tribunale del lavoro nega il risarcimento a Sposini

Il Tribunale del lavoro nega il risarcimento a Lamberto Sposini dopo il malore che il conduttore ha avuto negli studi della RAI. A nulla è valso che il medico della RAI era a pranzo e che l’ambulanza è arrivata con 40minuti di ritardo

Il Telegraph incorona l’Umbria come meta ideale per il 2015

Il cuore verde dell’Italia finisce sotto i riflettori della grande stampa internazionale che oltre ad elogiarne le bellezze paesaggistiche inserendola tra le mete italiane ideali per il 2015, lancia un appello per salvare parte del suo patrimonio storico/culturale. In primis, infatti, il popolarissimo quotidiano inglese Telegraph, inserisce l’Umbria nella top ten delle destinazioni ideali per vacanze culturali in Italia nel 2015. Mentre il quotidiano più famoso al mondo, il New York Times, scende in campo lanciando un appello per salvare uno dei più antichi castelli d’Italia, quello di San Giuliano, situato nel meraviglioso panorama collinare umbro. Read More

Guerra di “centralità” tra Narni e Foligno

Da una parte c’è Narni, che in barba alle tradizione si è autoproclamata improvvisamente “Centro d’Italia”, tanto da mettere un cartello segnaletico a Ponte Cardona che, secondo alcuni esperti, si trova a poca distanza dall’esatta ubicazione del centro del Paese. Dall’altra Foligno, che non è rimasta a guardare di fronte a tale affronto. Così la città de ‘lu centro de lu munnu’ si è ribellata e ha calato l’asso facendo intervenire niente di meno che Carlo Cambi, giornalista enogastronomico, autore della guida “Il gambero rozzo”, docente di teorie e politica del turismo all’Università di Macerata e consigliere sul fronte turismo del sindaco Nando Mismetti. Per Cambi la priorità è quella di riaffermare la centralità di Foligno, tenendo conto anche della nuova idea di aggregazione regionale che si sta affacciando e che renderà indispensabile l’implementazione di governance strutturate su diverse aree vaste. Le idee illustrate sono state accolte favorevolmente da sindaco, vice sindaco e soggetti esterni impegnati nello sviluppo economico e sociale della città e a breve ci sarà un altro incontro per dare concretezza al progetto illustrato. Intanto anche Maurizio Ronconi, ex senatore leader dell’Udc, che da poco ha subito una sgradevole rappresaglia, scrive sul suo profilo Facebook: «Adesso Foligno si fa scippare anche “lu centru de lu munnu” da Narni. Ci mancava solo questa per certificare la decadenza di una città che non solo non sa proporre nulla di nuovo ma che non sa neppure difendere la sua storia ed anche le sue leggende. Non c’è più tempo da perdere e il birillo deve essere riposizionato dove era, magari in scala maggiore al centro della via principale della città, al ‘quadrivio’. Poi i narnesi si attacchino pure al loro ponte e alle loro rilevazioni. La leggenda indica Foligno e spesso la leggenda diventa storia e realtà». La guerra tra le due città senza dubbio non finirà qui

Donna… la grande festa a Casa Vissani

Domenica 8 Marzo alle 12 Casa Vissani fa gli auguri a tutte le Donne del Mondo! La Grande Festa è Servita con un accattivante Show Cooking del Maestro Gianfranco Vissani che senza indugio vi porterà nella condizione di carpire i segreti della cucina Liberty con una punta di “Piccante”… Un appuntamento da non perdere per una grande festa… Diversamente Unica. Qui per i dettagli

Fondazione SergioPerLaMusica vicina alla sua costituzione

Si è conclusa la sottoscrizione pubblica e la campagna crowdfunding online, mentre proseguiranno ancora per tutto marzo le iniziative regionali per la raccolta fondi: un percorso che si concluderà il 29 marzo prossimo con l’assemblea generale alla presenza di tutti i soci a sei mesi precisi dalla prima presentazione del progetto al Teatro Turreno di Perugia. Read More

Commissione Lavoro… al lavoro

La Commissione Lavoro della Camera dei Deputati si confronta a palazzo Domini con la giunta regionale. Un monitoraggio, questo, per conoscere la situazione di ogni singola regione. Ma la ricerca affannosa di una commissione, che con i decreti attuativi del Jobs Act da parte del governo, ha perso credibilitá ma non il suo sinistrismo capeggiato dal suo Presidente

Spoleto si smarca e si candida a Capitale italiana della cultura

Mentre è in discussione quale istituzione gestirà i fondi (già ridimensionati dopo le tante promesse del ministro Franceschini) per la Capitale italiana della cultura 2015, sempre che i fondi vengano erogati, Spoleto lancia la sua candidatura per la prossima selezione 2016-2017. Chi prima arriva meglio alloggia

A sinistra un dibattito… sterile e pieno di paroloni

«Entriamo in maggioranza mantenendo la nostra diversità» oppure «La nostra presenza sposta il baricentro del programma» etc, etc. Dall’altra parte invece «Costruiremo l’alternativa» e ancora «La famiglia è la stessa». Questo è a grandi linee il dibattito a sinistra in corso in questi giorni tra il PD, più specificamente la Presidente Marini, e i partiti di SEL e parte  di Rifondazione Comunista, in vista delle elezioni regionali. Di sicuro, al di là dell’uso di paroloni esagerati, il fatto che li vedremo tutti insieme. Nessuno dei cugini ha il coraggio di rompere per la paura di non superare il 50%. Ma quello che c’è da sottolineare veramente è che questo dibattito lo stanno portando avanti figure che sono più di un decennio, e qualcuno addirittura più di un ventennio, che discutono sul futuro della sinistra e di una regione laboratorio. Mentre da dati economici che ci martellando sulla ripresa in arrivo noi OPS! voi continuate con un dibattito muto legato solamente da uno stipendio ragguardevole. Non è che la situazione sia meglio a destra. Mentre in un albergo di Terni si prendeva la decisione sul candidato presidente, la responsabile regionale di Forza Italia annunciava una cena tra Berlusconi e Luca Caprai (mai avvenuta). Questo deve far riflettere su una non coesione di coalizione ma anche e soprattutto la marcata assenza di un gruppo dirigente che, oltre alle furbizie (legge elettorale votata), non ha orizzonti. Perché forzare matrimoni? Nel futuro, come già scritto, ci sono gli Umbri e la loro voglia di andare oltre. Non fate come nel recente passato… nulla è statico in natura

I Subsonica ad Umbria Jazz 2015

Altro nome che circola in queste ora è quello della band torinese! Nel sito ufficiale della kermesse jazzistica ancorta non è comparso niente, ma sembrerebbe confermata la data dell’11 luglio all’Arena Santa Giuliana. La band sarà on stage in tutta la penisola e per la prima volta si esibirà anche sul prestigioso palco del Santa Giuliana, con un progetto in collaborazione con importanti musicisti della scena jazz dal nome Subsonica Umbria Jazz Special. La conferma appare evidente nel programma ufficiale del tour estivo della band che riporta appunta il concerto del 11 luglio a Perugia. Un altro bel colpo di Umbria Jazz per l’edizione 2015 che si preannuncia calda sotto il profilo musicale e pieno di grandi star. Infatti tra i nomi più attesi ci sono quelli di Tony Bennet & Lady Gaga il 15 luglio con la loro unica data italiana, Caetano Veloso & Gilberto Gil venerdì 17 luglio, Fresu e Bollani il 12 luglio, Paolo Conte il 10, Chick Corea & Herbie Hancock il 14, Cassandra Wilson il 16 luglio e Snarky Puppy il 13 luglio

subsonicaumbriajazz

Isola Polvese, la Provincia emana il bando per la gestione

La gestione sarà affidata ai privati per sei anni: “Non potevamo fare altro”. Così la Provincia risponde sul problema della gestione dell’Isola Polvese. Tanti in questo periodo, dopo la (finta) abolizione delle province, si erano prodigati per evitare che l’Isola Polvese finisse in mano ai privati. Altri invece preferivano che il passaggio in mano private fosse immediato, e per ben più di sei anni, così da non vederla abbandonata a se stessa vista la mancanza di fondi. Read More

“Calibro7″ di Birra Perugia premiata come Birra dell’Anno 2015

La “Calibro7” del birrificio umbro, birra estremamente creativa e originale, conquista al Beer Attraction di Rimini uno dei più prestigiosi riconoscimenti del settore. Arriva dunque dall’Umbria una delle birre artigianali più buone d’Italia che trionfa alla fiera più importante della birra, il Beer Attraction di Rimini. A contendersi i prestigiosi riconoscimenti c’era più di 120 birrifici e circa 800 birre. Una gara straordinariamente competitiva, che vedeva una giuria prestigiosa presieduta dal guru della birra Lorenzo Dabove, in arte “Kuaska”,  e da un panel test formato da alcuni dei più apprezzati critici ed esperti in materia. Read More

Sicurezza, interviene la Regione (battuta)

La Regione Umbria stanzia 337 mila euro e li elargisce a diciotto comuni. Una telecamera cadauno. La politica dei finanziamenti a pioggia rimane una tradizione di una politica antica, che non incideva concretamente sui problemi. Nel 2015 la tradizione si ripete

Anteprima Sagrantino, a Montefalco si stappa l’annata 2011

Il 23 e il 24 febbraio a Montefalco presentazione alla stampa dell’annata del grande rosso. Durante la manifestazione premiazioni e seminari. Una due giorni speciale per la prestigiosa Docg umbra. 50 sommelier apriranno migliaia di bottiglie per presentare a giornalisti e operatori del settore il grande rosso umbro, insieme agli altri gioielli enologici del territorio: Montefalco Rosso Doc 2012, Montefalco Rosso Riserva 2011 e Montefalco Bianco Doc. L’Anteprima Sagrantino 2011 sarà ospitata presso il Chiostro di Sant’Agostino e la meravigliosa Sala Consiliare messe a disposizione dal Comune di Montefalco. Verrà assegnato anche il Gran Premio Sagrantino, la borsa di studio per sommelier istituita nel 2007 proprio dal Consorzio in collaborazione con l’Ais, Associazione Italiana Sommelier, al fine di sviluppare la conoscenza tecnica dei vini prodotti nell’area di Montefalco. Sono attesi a Montefalco 150 operatori del settore e oltre 50 giornalisti delle principali testate di settore italiane e non solo. Molti saranno i rappresentanti della stampa estera provenienti da circa 15 Paesi: Germania, Austria, Francia, Grecia, Svizzera, Danimarca, Croazia, Spagna, Regno Unito, Finlandia, Svezia, Polonia, Giappone, Cina e Stati Uniti. Read More

Lo strano caso dello Stadio Santa Giuliana

Tutto fumo e niente arrosto? Sembrerebbe proprio di si. Cambia la giunta, cambia il progetto ma non cambiano i problemi. Lo Stadio Santa Giuliana verrà ristrutturato, questo si vuole dare per certo. Meno certi sono i fondi con i quali l’idea sarà attuata, soprattutto dopo che il Comune si è lasciato sfuggire il bando regionale sugli impianti sportivi 2014 (leggi anche Addio soldi per impianti sportivi). L’assessore allo Sport Emanuele Prisco, dopo l’interpellanza del consigliere Tommaso Bori del Pd, spiega che lo stadio diventerà un contenitore destinato anche alla musica e alla ristorazione, in modo da renderlo frequentabile anche nelle ore serali. Bene. O anche no. Perché una struttura potenzialmente ottima per l’atletica leggera deve essere snaturata della sua funzione principale? Se nonostante i soldi già investiti dalla precedente amministrazione lo stadio continua a essere una struttura sportiva a metà (fatiscente e decadente), è possibile che diventi una struttura in grado di accogliere stabilmente musica e spettacoli? Rimarrebbe un ibrido (leggi anche Santa Giuliana poche gioie e molti dolori). Allo stato attuale, l’amministrazione potrebbe operare con l’apporto di 500.000 euro della Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia e con i 150.000 euro previsti dal piano triennale degli investimenti per le opere pubbliche. Nell’attesa di una decisione si prova a racimolare qualcosa cercando dalle tasche di qualche privato disposto a sborsare la somma di oltre 1.200.000 mila euro previsti per la sistemazione della pista di atletica, l’acquisto delle attrezzature, la manutenzione straordinaria, il recupero dell’ex curva e l’illuminazione per rendere l’impianto funzionante anche la sera. Ma invece di aggiungere idee su idee, perché non si porta avanti un progetto reale fattibile con i soldi reali già disponibili, provando anche a evitare il licenziamento dei lavoratori della cooperativa che gestisce gli impianti, la Darvin, che dovrebbe chiudere i battenti a fine mese? (leggi anche I lavoratori senza stipendio) Chi tutelerà queste persone che a breve non avranno più di cui campare? Aspettiamo delle risposte in merito

Chiaro esempio di prepotenza, l’inedita maggioranza della legge elettorale umbra

Approvata in Consiglio Regionale la nuova legge elettorale. Alla votazione un’inedita maggioranza: al PD e PSI si affiancano pezzi in ordine sparso di FI, Fdl e Ncd. Lo strano avvenimento ai più grazie a un emendamento definito “premio di minoranza” che da, al candidato presidente perdente, un seggio di diritto. Un meccanismo grazie al quale le liste più piccole avranno a disposizione un seggio in meno. Siamo sicuramente di fronte ad un atto di prepotenza per imporre un bipolarismo che tra la gente non c’è. Una democrazia ferita per mere logiche di potere dai partiti principali

La due giorni del PD alla fine gira attorno alla campagna elettorale

Conclusa la due giorni del PD nel comprensorio del Trasimeno. Ospite d’onore Matteo Orfini presidente nazionale dei socratici. Intervengono al dibattito anche il segretario regionale PD Leonelli e la presidente della giunta regionale Catiuscia Marini. Gli argomenti posti all’odg dal segretario comprensoriale Pasquali hanno girato intorno alle tematiche dell’Italia di mezzo e del suo essere parte comune senza perderne però l’identità. Per la Marini la Regione non arriva qui in campagna elettorale (sia chiaro!) e poi però snocciola gli investimenti e i programmi futuri durante il suo discorso. Da sottolineare la battuta di Orfini sulla Marini “in splendida forma”

Sondaggio regionali PD… una congiuntura politica non troppo ottimista

Da due giorni Piazza della Repubblica e Palazzo Domini si affannano a comunicare i risultati di un sondaggio elettorale commissionato dal PD e che doveva, nelle intenzioni, essere riservato. Da rilevare come cambiano le percentuali in base a chi le comunica: per il segretario regionale la Marini e il PD si assestano al 40%, mentre per la giunta regionale il dato si aggira tra il 46 e il 48 percento. Chi pensava o pensa di mettere in discussione il risultato elettorale in Umbria è davvero folle, ma il dato che ci sorprende è che in una congiuntura politica così favorevole, l’intero mondo della sinistra e il traino della presidente della giunta regionale Catiuscia Marini si ferma ad un misero 48% (se prendiamo il dato massimo comunicato). A memoria non ricordiamo per la sinistra sondaggi al di sotto del 50%. La preoccupazione inizia a farsi sentire nell’apparato di governance perché il PD umbro, attraversato da correnti nazionali e locali, e che sino ad oggi non è riuscito a dare nessun segnale di rinnovamento, come farà a pensare di convincere gli umbri per ottenere una maggioranza vera? Basarsi sulla conduzione amministrativa della Regione (e della Marini) è veramente dura: si passa dal nulla fino alla restaurazione di antichi concetti di potere che hanno immobilizzato nel passato sia lo sviluppo che la qualità sul mercato. Gli umbri che leggono le previsioni e le intenzioni future non possono far altro che sorridere, ma ora è tempo di fatti perchè questa regione è scivolata ed è posizionata a pieno titolo tra le regioni del sud. Auguri di cuore

La Regione Umbria e gli strani accessi web di Sensational Umbria

Matteo Grandi firma un articolo su piaceremagazine.it in cui mette in risalto come la Regione e vari media sbandierino come un record i “60mila miseri accessi annuali al sito di “Sensational Umbria” e denota che in realtà non sono altro che briciole nel mare del web. Non possiamo che condividere, anzi incuriosirci sui numeri. Già, perchè più volte abbiamo espresso la nostra opinione sull’”acquisto” McCurry e proprio sul numero di febbraio di Piacere Magazine (leggi qui), uscito da pochi giorni, Limpiccione aveva sottolineato come i numeri del web snocciolati a dicembre in giro per la regione su giganteschi 6×3, relativi proprio alla mostra Sensational Umbria, facessero un po’ pena. I manifesti, che per logica avrebbero dovuto riassumere l’andamento annuale della mostra, si parlava di 15mila accessi web. Perbacco! Nella terra dei santi allora è vero che i miracoli sono possibili!? Infatti, come accennato sopra, i numeri, a distanza di un mese e mezzo, sono ben diversi: 60mila accessi, sempre in un anno! E’ proprio vero che quando ci sono di mezzo i santi tutto può succedere, soprattutto sotto campagna elettorale! E allora w San McCurry, santo protettore di coloro che non sanno di che “numeri” parlano

La Marini pensa ad una lista civica

La Presidente della giunta regionale Catiuscia Marini, ricandidata dal PD dopo un lungo braccio di ferro, ora pensa ad una propria lista civica. Eppure le primarie non si sono svolte proprio per volontà della Marini stessa. Come cambiano le cose in pochi mesi! Oggi si assiste alla ricerca della “società”, prima non desiderata per paura di tradimenti, che molto probabilmente ora serpeggiano nel partito democratico. In questa epoca ormai non si può che scrivere #cattivapolitica

La satira che non offende voluta dalla rivista San Francesco

Ad un mese dall’attentato di Charlie Hebdo, dieci famosi vignettisti italiani hanno accolto l’invito della rivista San Francesco, che li ha invitati a creare delle vignette riferite al Santo di Assisi ed a Papa Francesco. pubblica disegni di dieci vignettisti italiani su San Francesco e Papa Francesco. A firmare le vignette, visionabili sulla rivista San Francesco di Febbraio, sono Altan, Benny, Biani, Ellekappa, Forattini, Giannelli, Marassi, Pellegrini, Staino e Vignazia. Iniziativa molto attenta in cui la satira non esprime sorrisi malvagi

Fauna ittica umbra a rischio estinzione. Regione pianifica intervento immediato

Infelice anche l’esito del bilancio riguardante la fauna ittica umbra: anguilla, cavedano, rovella, scardola, tinca, trota ed altre specie autoctone risulterebbero infatti prossime all’estinzione secondo i dati del Piano regionale per la tutela e la conservazione del patrimonio ittico e per la pesca sportiva. La causa è da ricercarsi nella spietata competizione biologica esercitata da specie trapiantante nei medesimi bacini lacustri e corsi d’acqua ormai diversi anni fa, che a poco a poco hanno finito per prendere il sopravvento sulla fauna autoctona con un valore di nocività che va dal “basso” del persico reale all’“elevato” del barbo del Danubio, del ghiozzo padano, del luccio europeo e del siluro. La Regione Umbria, tuttavia, non intende stare a guardare con le mani in mano: nel suddetto Piano sono stati inseriti all’ordine del giorno diversi interventi di salvaguardia delle specie locali tra i quali spicca l’istituzione di zone speciali di protezione e tutela in cui saranno vietate le immissioni e dove la pesca, qualora ammessa, sarà soggetta a regole restrittive. Sarà inoltre favorito il ripopolamento delle specie autoctone maggiormente a rischio di estinzione, all’insegna di una biodiversità vantaggiosa tanto a livello locale quanto nelle zone limitrofe. Infine, si provvederà ad un monitoraggio ancor più attento delle specie ittiche non autoctone onde evitare un loro ulteriore esubero. Ci riusciranno i nostri eroi o sarà l’ennesimo fallimento?

Raccolta siringhe fai da te

Il Comune smette di pulire i parchi dalle siringhe. Qualcosa di utile per Perugia, per questa città che vorrebbe tornare a vivere, c’era. Già, c’era. Perché la maggioranza comunale ha bocciato l’ordine del giorno del consigliere di minoranza PD Erika Borghesi per il ripristino della raccolta di siringhe, servizio gestito fino ad agosto scorso dalla Gesenu. Come se Perugia non fosse in testa alla classifiche per numero di tossicodipendenti. Ma gli si faccia pure credere alla maggioranza che i problemi si affrontano così. Che nonostante le lamentele della ‘vox populi’ su una quiete pubblica in perenne caduta libera, tagliare una spesa (irrisoria) per un risparmio economico sulle già vuote casse comunali sia la scelta più azzeccata. Gli si lasci credere che la quiete pubblica si calmerà ancora di più se il servizio, che in un primo momento sembrava dover essere affidato ai dipendenti comunali, ovviamente sprovvisti di necessaria formazione per la raccolta, il trasporto e lo smaltimento di rifiuti pericolosi, dovrà diventare un passatempo affidato all’opera volontaria dei cittadini. Volontariato che vedrà coinvolto anche l’operato degli scout, ai quali il Comune ha intenzione di affidare alcune aree verdi della città, affiancandoli così l’Agenzia forestale Regionale, la quale però ha avviato una trattativa per il rinnovo della convenzione. Gli si faccia credere che queste siringhe potenzialmente infette, sempre più presenti in parchi e aree verdi, siano solo un ulteriore esempio di quanto sia utile ignorare i problemi a discapito di una vera apertura mentale verso cui riflettere. Gli si faccia credere che stanno operando nel giusto, tanto prima o poi le vere priorità diverranno impellenti e allora si che i cittadini inizieranno a smettere di avere pazienza

AUR, “L’Umbria nella lunga crisi”

L’ AUR (Agenzia Umbria Ricerche), ente della Regione Umbra, presenta come ogni anno il rapporto economico dal titolo “L’Umbria nella lunga crisi”. Al di la dei numeri, tutti con il segno meno, per il futuro si prevede che solo gli investimenti in innovazione e internazionalizzazione delle aziende ci possono far uscire dal tunnel. A noi risulta che investimenti pubblici e privati in quella direzione ci sono stati e anche de notevole rilievo. Forse la classe dirigente, non solo politica, operannte in questa regione non è all’altezza come più volte sottolineato nel nostro blog. Ma torniamo ai numeri che è meglio: negli ultimi 4 anni sono stati persi 11 punti di Pil, più della media nazionale di 7 punti, peggio anche del Mezzogiorno che segna -10,3%. Quanto ai consumi, la recessione in Umbria morde più che mai: la domanda si è ridotta drasticamente, e la spesa per i consumi delle famiglie ha subito cali reali per 5 anni consecutivi. La crisi ha colpito in modo particolare i redditi più bassi, dal 2010 al 2012 il tasso di povertà relativa in Umbria è raddoppiato (dal 5% all’11% per le famiglie e dal 7,7% a quasi il 15% per gli individui), riconfermandosi anche nel 2013. Le famiglie umbre hanno tagliato su vestiario (-32,3%), mobili e servizi per la casa (-24,7%), salute (-17,1%) e trasporti (-5,5%). Sono invece salite le spese per l’abitazione (+11,2%), il carburante e l’energia (+28,3%), e il cibo (54% del budget famigliare). L’AUR poteva risparmiare evitando di stampare il rapporto visto che le sue proporzioni si avvicinano di più all’Iliade che ad un report. Anche un euro in tempi di crisi fa sempre comodo

Arriva a Perugia il festival della birra di qualità

Birra di qualità e cibo di strada. Sono questi gli ingredienti di Malto Livello, il primo festival nazionale delle birre di qualità che si svolgerà a Perugia, al Percorso Verde di Pian di Massiano, dal 4 al 7 giugno. Rivolto, come recita il claim, a Gente BEERichina, l’evento proporrà ad appassionati e intenditori il meglio delle birre: bionde, rosse o scure purché di qualità! Ideato e organizzato dall’Agenzia Sedicieventi, Malto Livello è patrocinato da Regione Umbria, Provincia di Perugia, Comune di Perugia, Camera di Commercio di Perugia, e CERB (Centro Eccellenza di Ricerca sulla Birra). L’iniziativa riserva uno spazio importante anche allo street food. Il cibo di strada di qualità sarà, infatti, l’altro grande protagonista nelle sue varianti regionali, dall’immancabile torta al testo umbra agli arrosticini abruzzesi, dai panini farciti con eccellenze IGP e DOP ad altre specialità. Chiunque desideri fare un vero e proprio viaggio nel mondo delle birre è invitato a partecipare. Spillatori dei migliori birrifici nazionali ed internazionali saranno presenti durante l’evento che prevede anche la creazione di percorsi di degustazione ad hoc. Infatti, per valorizzare al massimo i prodotti brassicoli, Malto Livello li proporrà anche in abbinamento ai prodotti tipici dei rispettivi territori: salumi, formaggi, prodotti da forno, dolci ed altro ancora.

Tagli in Provincia. Chi si salva e chi no

Al via il recupero di 958mila euro. I tempi si fanno sempre più bui per le Province: la riforma Del Rio non fa sconti e la Provincia di Perugia, come le altre, dovrà abbandonare tutte le partecipazioni che non risulteranno più strategiche per l’Ente. Per un risparmio pari a 958mila euro, il presidente della Provincia di Perugia Nando Mismetti ha dato il via alla fuga dalle partecipazioni che già nei giorni passati non ha mancato di suscitare polemiche. Umbria Jazz è tra le uscite più clamorose, ma nella lista delle dismissioni non mancano sorprese altrettanto eclatanti fra società partecipate, consorzi, fondazioni e associazioni. La lama di Madame Guillotine si è abbattuta su Webred, Valnestore Sviluppo, Amub Magione, Umbriafiere S.p.A., Funivia Colle Eletto, Prt S.r.l., Università dei Sapori, Centro studi “Il Perugino” di Città della Pieve, Consorzio Valtiberina Produce, Consorzio Paniere Tipico Trasimeno-Orvietano, Sil Soc. Cons., Patto 2000. Tra i consorzi, Consenergiagreen. Per quanto concerne le fondazioni, i tagli sono ancor più notevoli e in alcuni casi l’uscita rischia di creare seri problemi ai diretti interessati: figurano nell’elenco Fondazione Umbria contro l’usura, Fondazione Festival dei Due Mondi, Fondazione Umbria Jazz, Teatro Stabile dell’Umbria, Fondazione Luigi Salvatorelli, Scuola di cucina Villa Redenta, Fondazione per la conservazione dei beni librari. Infine, venendo alle associazioni, l’Ente estrometterà Associazione Mostra nazionale del cavallo, Scuola di giornalismo radiotelevisivo, Città dell’olio, Enoteca provinciale, Amici delle miniere, Museo regionale dell’emigrazione di Gualdo Tadino, Associazione beni italiani Patrimonio mondiale Unesco, Strade del Sagrantino, Strada dei vini del cantico, Strada dell’olio DOP Umbria, Strada del vino dei Colli del Trasimeno, Centro studi Carlo della Giacoma, Dimore storiche Adsi, Festival delle Nazioni Città di Castello, Isuc, Sagra Musicale Umbra, Associazione Tecla. La Provincia uscirà del tutto dal Teatro lirico Belli di Spoleto, dal Cedrav, dal Nobile collegio del cambio e dall’Opera pia Nobile collegio della mercanzia. Read More

Prima di gridare sui tagli occorre spending rewiew in casa

Dopo il caso Cartasegna, che sta mettendo in ridicolo tutti gli amministratori comunali degli ultimi vent’anni, si consiglia al governo regionale e al presidente della Provincia di mettere mano all’emolumento del segretario che supera di gran lunga i duecentomila euro in un ente, che come dice il Presidente del Consiglio, è di secondo livello. Prima di gridare sui tagli forse occorre spending rewiew in casa

Opere pubbliche a Perugia

Il Comune di Perugia sfodera un piano triennale da oltre 53 milioni di €. Tanti soldi. Forse troppi per la situazione economica attuale. Ma sarebbe questa la cifra che il Comune dovrebbe spendere per “ripristinare” la città. Fino al 2017 infatti, il Comune ha previsto di toccare ambiti fondamentali come la ripavimentazione stradale, l’edilizia scolastica e le aree verdi. Non solo manutenzioni, ma anche opere nuove come quella della ristrutturazione dell’ex Convento della Misericordia a Monteluce, in cui verranno creati uffici comunali, e quella della costruzione a Ponte San Giovanni di una palazzina che sarà adibita a biblioteca e succursale municipale. Tanti soldi in solo tre per una giunta che fino a ieri piangeva miseria visto il dissesto finanziario che la vecchia giunta aveva lasciato. In ogni caso la Giunta ha previsto di investire 36 milioni di euro nell’anno in corso, 7 nel 2016 e quasi 10 nel 2017. Per le tanto odiate buche (che sparito Boccali non sono più sulla bocca della gente, ma sono sempre li per terra) è stato destinato un milione e 800 mila euro da spalmare in tre anni chiaramente. Sembra inoltre che per risanare la frana o cedimento stradale di via S.Antonio (come è stato fatto presente dai famosi tecnici che finalmente hanno finito i rilievi) sia stato stanziata da subito la cifra di 500 mila euro e i lavori dovrebbero iniziare a breve. Per i nuovi uffici comunali di Monteluce sono stati stanziati 4 milioni di euro. Invece ci vorrà un milione e 600 mila euro per la nuova biblioteca con annessa struttura amministrativa di Ponte San Giovanni, che vedrà accorpati al suo interno diversi uffici comunali ora in locazione e sparsi per il quartiere. Read More

Torre degli Sciri, inaugurazione ufficiale

E’ stata inaugurata in pompa magna la restaurata Torre degli Sciri e i dodici appartamenti residenziali realizzati nel complesso dell’ex convento. Hanno partecipato alla cerimonia tanti cittadini curiosi oltre alle solite autorità, tra le quali il sindaco Romizi, la presidente della regione Marini, gli assessori Vinti e Rometti e il presidente di Ater Umbria Almadori. Bello il lavoro di restauro e mozzafiato il panorama che si scorge dalla torre. Le giovani coppie che parteciperanno al bando non se ne pentiranno di sicuro

Addio soldi per impianti sportivi

La Regione non concede finanziamenti per gli impianti sportivi. La minoranza PD si scaglia contro la giunta Romizi per aver elaborato e presentato un progetto mancante di innovazione. Perugia così resta a bocca asciutta. Per la prima volta gli impianti sportivi non riceveranno i finanziamenti stanziati dalla Regione Umbria. Uno smacco, e non solo perché il settore dello sport ha bisogno urgente di risorse economiche, ma perché il contributo complessivo regionale di 900 mila euro è stato destinato alla realizzazione di 14 progetti includenti comuni minori e palestre della stessa provincia, escludendo, invece, la città del Grifo.
Ovviamente la minoranza PD, tramite il consigliere Tommaso Bori, muove l’accusa alla maggioranza consiliare, che “non è stata in grado di elaborare un progetto valido ed innovativo, perdendo così il finanziamento perché la proposta presentata è stata giudicata mancante dei criteri di attrattività ed innovazione. Sicuramente al risultato negativo ha contribuito lo smantellamento dell’Unità operativa agli impianti sportivi ed aree verdi, che è stata accorpata alla parte amministrativa”. Secondo il consigliere, la maggioranza è rea anche di non aver accettato dei loro suggerimenti, sicuramente più attrattivi, che sarebbero stati in grado di raggiungere una platea più vasta di utenti, soprattutto di giovani. Uno di questi era la realizzazione del primo skatepark pubblico di Perugia. Insomma, la palla infuocata, rimanendo in ambito e gergo sportivo, ricade inevitabilmente nelle mani dei cittadini, con la conseguenza di una proposta impiantistica depenalizzata. Già ne avevamo parlato in questo articolo sul Santa Giuliana e in questo sulla precarietà dei lavoratori Read More

Al Nuovo Cinema Méliès proiezione de La trattativa

Mercoledì 28 gennaio al Nuovo Cinema Méliès I Vitelloni Cineforum e CineGatti Cinemas presentano La trattativa, l’ultimo film di Sabina Guzzanti, che interverrà in collegamento skype al termine della proiezione, per “incontrare” il pubblico e rispondere alle domande della sala. La serata sarà anche l’occasione per presentare il nuovo ciclo di film e le prossime iniziative dei Vitelloni al Mèliés. Inizio film ore 21, a seguire dopo il film collegamento skype con Sabina Guzzanti

Fondazione ‘SergioPerLaMusica’, raggiunto l’obiettivo minimo

Grazie alla serata della “beat generation” alla Città della Domenica la fondazione raggiunge i 20 mila euro per la costituzione. Tante le persone che travolte dai ricordi si sono ritrovate alla Città della Domenica per dire ancora qualcosa di importante attraverso il grande megafono della musica, perché la scintilla del rock non si spegne mai e continua ad attraversare l’anima di tutte le generazioni. Quella andata in scena alla Città della Domenica con l’iniziativa dal titolo “Beat, 50 anni (1965-2015) e non li dimostra” è stata una bella festa collettiva, una serata memorabile per omaggiare le cinque decadi del movimento “beat” e soprattutto realizzata nel segno di Sergio Piazzoli. La prima generazione di “rockers” perugini, la cosiddetta “beat generation”, si è mobilitata in massa per sostenere la campagna di raccolta fondi che tra crowdfunding e donazioni dirette è stata ideata per permettere la costituzione della Fondazione SergioPerLaMusica dedicata al promoter perugino. Read More

Frana di via S.Antonio, quasi un anno e ancora nessuna soluzione

E’ passato quasi un anno da quel 13 febbraio in cui è stato chiuso il tratto di strada di via S.Antonio e via della Pergola a causa di una frana. Nessuno poi ne ha saputo più niente e con il cambio di amministrazione le cose sembrano essere peggiorate. A settembre 2014 il consigliere comunale Bori chiedeva con una interrogazione come procedevano i lavori per ripristinare la strada. Sembrava infatti che fossero arrivati dei fondi urgenti da parte della Regione Umbria e della Protezione Civile necessari a far partire i lavori quanto prima ed invece la situazione non cambiò. Un mese dopo il vicesindaco Barelli annunciava che il Comune avrebbe anticipato i 120mila euro necessari per far partite le indagini speleologiche senza aspettare gli stanziamenti della Regione visto l’urgenza della situazione. Si disse che in caso di esiti non confortanti, la prima delle due ipotesi allo studio avrebbe previsto l’istituzione del doppio senso di marcia sia all’altezza dell’arco del Bulagaio che lungo via Pinturicchio. La seconda soluzione, invece, avrebbe visto l’inversione dell’attuale senso di percorrenza (Ponte Rio-Perugia) nei pressi dell’arco del Bulagaio (che diventerebbe Perugia-Ponte Rio), istituendo nel contempo una navetta dal parcheggio di Ponte Rio per portare gli utenti in centro storico. Fantascienza! Ad oggi non c’è stato niente di ciò. Il senso di marcia è rimasto lo stesso. La strada è ancora chiusa e dei rilievi non si è saputo più niente. Non sarebbe il caso di far qualcosa di concreto? Almeno diteci la gravità della cosa, almeno ci mettiamo l’anima in pace.

Mercato Coperto, approvata la variante. Ce la faranno?

La terza commissione del Comune di Perugia dà il via libera alla variante al Piano Regolatore. Il 2018 dovrebbe essere la data di consegna del progetto. L’assessore all’Urbanistica Emanuele Prisco ha spiegato che l’intento principale è quello di farne un “hub agroalimentare, valorizzare la piazza coperta e la terrazza. Questo progetto è al centro del programma di rilancio e recupero del centro storico di Perugia”. Il modello che verrà preso come esempio è quello del mercato di San Lorenza a Firenze. Si punta tutto su un investitore privato, il quale, aggiudicandosi la gara, dovrà investire inizialmente 4,5 milioni di euro (un terzo per l’impiantistica), mentre l’affitto da versare nelle casse di palazzo dei Priori andrà tra i 160 mila e i 200 mila euro, ovvero il 10% di un fatturato preventivato in circa 10 milioni di euro all’anno. IL PROGETTO Nei due livelli centrali, cuore del progetto e della rinascita del mercato coperto, si svilupperà un offerta che arriverà fino alla ristorazione ma che non volterà le spalle alla natura del mercato coperto come lo conosciamo noi oggi. Cubature ridotte e via gli sbancamenti. Il parcheggio rimarrà al suo posto. La terrazza di copertura ospiterà un luogo di commercio mercatale con punto di ristoro panoramico. All’interno uno spazio su due livelli di circa 2500 mq per la distribuzione agroalimentare. Nel progetto è prevista anche la riqualificazione degli arconi con l’apertura di una biblioteca. Una buona notizia per tutti che però non aggiunge nulla di nuovo rispetto ai tanti progetti presentati in passato e simili tra loro. In ogni caso speriamo che questa volta sia quella buona. Perugia ne ha bisogno davvero

Direnti regionali, quanto ci costate! Troppo

Le elezioni si avvicinano e il Giornale dell’Umbria snocciola le cifre degli stipendi dei dirigenti regionali (non che le cose cambieranno con le nuove elezioni, sia chiaro). Non sappiamo al momento se dall’anno scorso questi stipendi siano aumentati, ma quello che è certo è che non diminuiranno. Si va da un minimo di 4mila 618 euro netti al mese (comprendendo anche la tredicesima mensilità) a un massimo di 8mila 580 euro, sempre netti al mese. Sono i compensi netti mensili dei dirigenti della giunta regionale in base a quanto hanno incassato nel 2014, incluse la retribuzione di posizione e quella di risultato. Ecco su quest’ultimo punto sarebbe il caso di indagare meglio e capire perchè ancora vengano elargiti premi per il risultato quando le cose in Umbria sembrano non essere delle migliori e c’è un clima di spending review ovunque. Soprattutto per le persone normali che devono giornalmente fare i conti con la crisi. Il Giornale dell’Umbria giustamente sottolinea che nel valutare gli stipendi va tenuto conto che i profili in questione hanno responsabilità non lievi (e aggiungiamo noi, alla fine sembrano non avere mai alcune responsabilità), ma anche che i pubblici dipendenti hanno un vantaggio non da poco, ossia l’illicenziabilità di fatto (ogni anno vengono licenziate poche decine di dipendenti pubblici su circa 3,5 milioni, e per motivi gravissimi). Ecco i nomi: Direttori e coordinatori regionali Emilio Duca 168.652,00; Giampiero Antonelli 153.812,00; Lucio Caporizzi 153.812,00; Anna Lisa Doria 135.760,00; Ciro Becchetti 126.636,22; Ernesto Maria Ranieri 126.636,22; Luigi Rossetti 126.636,22; Diego Zurli 123.276,22. Read More

Spese Regionali al centro dell’attenzione

Va precisato che l’ente ottempera a precise volontà di legge per promuovere le attività svolte con i fondi europei. Peccato che nell’intonacare i muri dell’Umbria con i manifesti, tutti hanno capito che le elezioni si avvicinano. Povera Europa abbandonata a se stessa. Intanto i proclami non bastano o meglio non servono a niente se poi non vengono applicati. È di qualche giorno fa la notizia che la Regione Umbria ha speso nel 2014 la bellezza di 183 mila € per vestire di tutto punto autisti e portieri. A sollevare la questione il consigliere regionale Gianluca Cirignoni del gruppo misto che nel sito della Regione scrive: “Nonostante la crisi e la spending review, c’è ancora grasso che cola nella ‘allegra’ e sovradimensionata macchina burocratico-amministrativa creata dalla sinistra nella Regione Umbria: ‘mamma’ Marini pensa per tutti, dai superpremiati dirigenti ai titolari di posizioni organizzative, agli impiegati, fino ad arrivare agli 85 tra autisti e portieri, per vestire di tutto punto i quali la giunta regionale ha speso nel 2014 ben 183mila 124 euro (ossia 354 milioni delle vecchie lire), come risulta dalle determine dirigenziali numero 11325 del 31/12/2014 e numero 3026 del 18/04/2014”. Read More

Regionali 2015 nel caos, Forza Italia pensa a Luca Caprai

Tante le voci in queste settimane sia da una parte, con il PD che ha definitivamente candidato la presidente uscente Catiuscia Marini, la sinistra, in contrasto con il governo Renzi che tira fuori il nome del giurista Mauro Volpi, e dall’altra un centrodestra, in crisi dopo la decisione di Claudio Ricci di correre da solo, che prova il colpo a sorpresa. Forza Italia infatti avrebbe trovato nel noto imprenditore umbro Luca Caprai la figura di riferimento per queste regionali sempre più vicine. Si parla di un incontro a Roma tra Silvio Berlusconi e il ‘padre’ dei famosi braccialetti Cruciani. I ben informati dicono che Luca Caprai non abbia escluso categoricamente la proposta ma che al momento i suoi interessi sono esclusivamente imprenditoriali e non abbracciano la politica. Intanto la sinistra meno moderata sembra aver avuto il via libera da Mauro Volpi come candidato di una delle due liste che si opporranno al PD

Comune di Perugia, è tempo di Maalox

Guai per il Comune di Perugia in vista del bilancio 2015. Infatti giunge la notizia che, grazie anche ai tagli voluti da Roma, ci sarebbe un “buco” di 18 milione di euro. Circa «4 milioni mancherebbero dal taglio previsto dalla legge di stabilità 2015 ai Comuni – mentre i restanti 14 milioni – imputabili ai trasferimenti erogati “una tantum” nel solo 2014, che non sono ripetibili quest’anno». Se per i 4 milioni ci potrebbe essere un minimo di speranza, per gli altri 14 la cosa si complica. Infatti sarebbero i soldi che dovrebbero essere tagliati proprio dai conti di Palazzo dei Priori. Quest’ultimo punto non è che ci siano molte chance: o si riducono i servizi o si incrementa il carico fiscale su cittadini e imprese. Per il momento e dopo otto mesi di gestione il sindaco/avvocato Romizi non può far altro che denunciare di avere la gastrite. Maalox docet

‘SuperZut’, Beatrice Antolini a Foligno per il quarto appuntamento della rassegna

Venerdì 16 gennaio alle 22 il concerto della straordinaria cantante e polistrumentista in collaborazione con il Supersonic e La Bouquerie Arrivata al suo quarto appuntamento la rassegna ‘SuperZut’, realizzata grazie alla collaborazione dello spazio Zut con il Supersonic Music Club e con il supporto de La Bouquerie, conferma ancora la sua elevata proposta artistica. All’interno della sala polifunzionale dell’attivissimo centro culturale di Foligno, lo Zut, creato all’interno dell’ex Cinema Vittoria in corso Cavour si esibirà Beatrice Antolini, straordinaria cantante e polistrumentista che vanta collaborazioni con artisti del calibro di Baustelle, Bugo e Jennifer Gentle. La cantautrice presenterà anche i brani del suo nuovo Ep ‘Beatitude’ uscito per l’etichetta La Tempesta. ‘Beatitude’, scrive la cantante, “è stato desiderato, ricevuto, visualizzato e plasmato, è come una scultura e contiene solo cinque brani perché ne voleva cinque”

Umbria Jazz punta in alto, quasi fatta per Nutini. Si parla di Annie Lennox e Ben Harper

Quest’anno la kermesse musicale, arrivata alla 42° edizione, sembra voler fare le cose in grande alla faccia di tutte le critiche e voci che dalla conferenza stampa di chiusura dell’edizione 2014 ad oggi hanno riscaldato l’ambiente. Sembra infatti che, dopo essersi assicurata in esclusiva italiana la coppia Lady Gaga-Tony Bennet, abbia praticamente chiuso per l’ingaggio dello scozzese Paolo Nutini, altro big del pop mondiale. E non solo. Sembra infatti che ci siano delle trattative in corso per arrivare a prendere altri due big della musica: Ben Harper ed Annie Lennox. Se così fosse sembra chiaro dunque che Umbria Jazz voglia dare una sterzata decisa e rivedere il format della kermesse in modo da raggiungere un pubblico più diversificato possibile. Staremo a vedere e speriamo che le aspettative non siano disattese

Beat, 50 anni (1965-2015) e non li dimostra!

La serata è organizzata dal comitato costituente la Fondazione SergioPerLaMusica e sarà in programma venerdì 23 gennaio, con 14 band dell’epoca. Per sostenere la nascente Fondazione SergioPerLaMusica, la prima generazione di “rockers” perugini è pronta a salire sul palco della Città della Domenica per una festa a tutto Beat. L’evento dal titolo “Beat, 50 anni (1965-2015) e non li dimostra” sarà quindi soprattutto in ricordo di Sergio Piazzoli, appassionato di questo movimento musicale, e in omaggio al fenomeno che, più di ogni altro, ha segnato la scena musicale, la moda e i costumi dagli anni ’60 ad oggi.
Saranno 14 le formazioni, tra quelle storiche ed originali e quelle più recenti e rimaneggiate per l’occasione, che si alterneranno dal vivo replicando così, in un certo senso, l’evento che il 7 dicembre del 2012 fu messo in piedi proprio da Piazzoli per celebrare i 50 anni dall’uscita del primo singolo dei Beatles (la serata infatti, organizzata sempre alla Città della Domenica, si chiamava “The Beatles – Love me do day” ed ha visto 20 formazioni perugine interpretare le canzoni dei “fab four”). Read More

Firmato accordo Umbria-Lazio, Renzi lo sa?

I presidenti regionali di Umbria e Lazio firmano un accordo di collaborazione sui temi di sanità e turismo. I nuovi assetti nazionali però prevedono tutt’altro ed entro breve la cancellazione delle due regioni o la fusione con altre. Matteo Renzi docet

Atom for Island, un obiettivo da raggiungere

Un video. Un semplice ma significativo video girato all’Isola Maggiore il 3 luglio 2014 che vede come protagonista Sergio Piazzoli. L’Autore è Guido Bellachioma che insieme a Sergio condivide la passione per la musica. Poche ma significative le parole con cui Bellachioma presenta il video: “Il primo sopralluogo per Atom for Island… a folleggiare insieme immaginando di mettere più di 50 artisti su quella lunga e stretta striscia di terra… e poi ritornati a maggio per il secondo… e all’imbarcadero di Tuoro ci siamo salutati, come al solito ridendo, per l’ultima volta. E l’11 giugno te ne sei andato… mi piange il cuore… Guido”. Ecco un altro evento che forse non vedremo mai e che solo Sergio poteva pensare e realizzare. Ma ad oggi sono tante le persone che vogliono portare a compimento quello che in sospeso è rimasto e che senza dubbio tributerebbe al meglio la scomparsa di una figura che ha dato tanto al mondo della cultura e della musica. Perciò sosteniamo la Fondazione Sergio Per La Musica. Per tutti noi. Per la musica. Per Sergio

Immagine anteprima YouTube

Umbria Jazz ’15, Paolo Conte in omaggio a Sergio Piazzoli

Altro bel colpo messo a segno dalla famosa kermesse musicale che sembra essersi svegliata all’improvviso. Sul palco dell’Arena Santa Giuliana infatti, il 10 luglio, si esibirà Paolo Conte, cantautore italiano dalla spiccata dote jazzistica, che con il suo piano e la sua voce ha incantato molti. Il pubblico di Umbria Jazz avrà il piacere di riascoltare il cantante piemontese dopo qualche anno dalla sua utlima presenza avvenuta nel 2009. Un concerto importante che nasce da un amicizia in comune tra Umbria Jazz e Paolo Conte: quella con Sergio Piazzoli, da poco scomparso e a cui è dedicato il concerto. I biglietti sono in vendita dal 9 gennaio e i prezzi vanno da 77 euro per la prima platea, 50 per la seconda platea e 23 per la gradinata

Lufthansa sbarca a Perugia, dal 29 marzo il nuovo volo per Monaco di Baviera

a notizia è stata ufficializzata durante la conferenza stampa della Sase, ma già trapelavano alcune informazioni. Lufthansa ha deciso di collegare l’aeroporto San Francesco d’Assisi” di Perugia con l’hub europeo di Monaco di Baviera. La tratta inizierà il 29 marzo 2015 con due voli di andata e ritorno a settimana, il martedì e la domenica. Un colpo importante per lo scalo perugino da molto tempo al centro dell’attenzione per i noti problemi economici. La nuova rotta rientra nella strategia di sviluppo del “San Francesco di Assisi” e consentirà, grazie ai collegamenti in prosecuzione sul network Lufthansa / Star Alliance, di inserire l’Umbria come destinazione nei sistemi di prenotazione globali. Gli orari proposti infatti, grazie anche all’estrema fruibilità dello scalo di Monaco “Franz Josef Strauss”, consentono già quelle connessioni sul medio e lungo raggio richieste dagli stakeholder regionali. I voli saranno operati con aeromobili Embraer 195 da 120 posti. Come la prenderà Ryanair adesso? Non ci resta che aspettare e sperare che il vettore irlandese non blocchi i suoi voli

PostModernissimo, martedì 16 dicembre la presentazione ai sostenitori

Dopo quasi sei mesi, l’Anonima Impresa Sociale, è pronta a presentare il PostModernissimo, il nuovo spazio dedicato alle arti visive a Perugia. La data scelta non è casuale: questo stesso giorno del 1978, Serena Donati inaugura il Modernissimo d’Essai, con un film altrettanto voluto, Una donna tutta sola. Martedì 16 dicembre, dalle ore 18:00, saranno presenti al PostMod anche i ragazzi del progetto Vignaioli Resistenti. L’evento è riservato ai soci e ai funders che potranno visitare tutti i nuovissimi spazi: un foyer che è anche galleria d’arte, un bistrot ricco, una Waiting Room accogliente dove rilassarsi, leggere un libro o incontrarsi tra un film e l’altro ma soprattutto le tre nuove sale: la SALA DONATI, nostra sala principale dedicata alla famiglia che ha reso possibile l’esistenza stessa del PostModernissimo; la SALA VISCONTI, intitolata a uno dei maestri della cinematografia italiana; la TERZASALA, fiore all’occhiello del cinema dedicata a retrospettive, rassegne tematiche e sperimentazione. Sempre martedì si potranno ritirare i biglietti omaggio, reward del crowd funding, ed assistere alla primissima proiezione del PostModernissimo, un film a sorpresa riservato a tutti quelli che hanno contribuito a far diventare questo sogno realtà.

UJ15 presenta il concerto di Tony Bennet & Lady Gaga (dalla fascia di prezzo notevole)

La notizia era nell’aria da qualche tempo ed oggi c’è stata la conferma ufficiale. Mercoledì 15 luglio all’Arena Santa Giuliana ci sarà l’unica data italiana per il tour europeo di Tony Bennett e Lady Gaga che presentano il loro album di standard jazz dal titolo “Cheek To Cheek”. L’album contiene classici standard jazz cantati da Lady Gaga e Tony Bennett in duetto e performance soliste: da “It Don’t Mean A Thing (If It Ain’t Got That Swing)” a “Sophisticated Lady” passando per “Lush Life” e il brano che dà il titolo al disco “Cheek To Cheek”. Senza dubbio sarà un concerto imperdibile e farà il tutto esaurito, ma non sarà alla portata di tutti. Infatti i prezzi vanno dalle 165 €  per la platea 1 settore e 110 € per la platea 2 settore alle 55 € per la gradinata. Un prezzo elevato che potrebbe far da deterrente per tutti quelli che frequentano Umbra Jazz da anni e se lo ricordano in modo diverso. Un modo di intrattenere con la musica che negli ultimi anni è andato sempre più scemando. Cambiano volti in Fondazione e si cercano nuovo sbocchi commerciali, ma la verità è che non basterà un signor concerto per ridare a Umbria Jazz quello che ha perso col tempo

Alla fine cari politici pattinare su ghiaccio che male fa? A Perugia nessuno

Nei grandi centri storici dell’Umbria va tanto di moda la pista di pattinaggio sul ghiaccio. Nulla in contrario, un attimo di svago per le famiglie e i tanti giovani che di corso Vannucci ne hanno sentito parlare solo negativamente. La vera polemica non sarebbe pista si o pista no, caro PD. Di temi importanti per la città ce ne sarebbero tanti e tutti fermi al capolinea di una giunta comunale che non trova verso sulle cose. Perciò sarebbe il caso di smetterla di fare giochini e concentrarsi concretamente sulla città

Terme Umbre, una due giorni dedicata al relax

L’obiettivo è quello di diffondere la cultura del benessere termale “made” in Umbria. E’ stato presentato da Sviluppumbria e dalla Regione ‘Terme Umbre’ che sarà in programma il 13 e 14 dicembre negli stabilimenti termali dell’Umbria riconosciuti dalla Regione. Particolari trattamenti, offerte speciali e pacchetti soggiorno “tutto incluso” in un fine settimana che si terrà contemporaneamente nelle Terme Francescane di Spello, nelle Terme di Fontecchio di Città di Castello e a Villa Valentina di Umbertide, all’insegna del benessere, del fitness, del relax e della convivialità. Previsti spettacoli, degustazioni di acque e prodotti tipici del territorio, passeggiate, corsi di cucina, escursioni e visite guidate delle città termali. Una proposta che arricchisce l’offerta turistica che già il territorio offre

“Sviluppumbria snella, rapida ed efficace”. Dove sta il risanamento?

Una Regione che non vuole cambiare non vuole nemmeno verificare veramente dove si trovano gli errori per poi rimuoverli. Le parole usate sono sempre le stesse ormai da anni: risanamento, internazionalizzazione, promozione integrata. Giuste senza dubbio, ma poco coerenti in un contesto in cui è sempre più difficile rompere gli equilibri e quando nessuno vuol perdere posizioni sia nel pubblico che nel privato. Perciò, anche se rientrato in Umbria da poco, il direttore di Sviluppumbria Agostini si allinea subito ed evita qualsiasi analisi sia del presente che del futuro come ovvio nella sua recente intervista rilasciata al Giornale dell’Umbria. Cosa si poteva sperare da un personaggio prossimo alla pensione? Ditecelo voi

Umbria la ‘nostra’ regione. Solo nei manifesti

L’Umbria, durante un convegno della Facoltà di Economia, viene paragonata ad un secchio pieno di buchi ma la presidenza della giunta regionale ignora il tutto e conquista molti spazi di affissione in tante città umbre. Sicuramente le aziende di affissione potranno ringraziare

Regione Umbria e Confindustria in Sud Africa, ma di positivo niente da segnalare

Nei giorni scorsi (dal 23 al 28 novembre) una missione economica, istituzionale e culturale, organizzata da Confindustria Umbria in stretta collaborazione con la Regione Umbria – hanno partecipato anche Sviluppumbria, Camera di Commercio di Perugia, Centro Estero Umbria, Casse di Risparmio dell’Umbria, Umbria Jazz, Università per Stranieri di Perugia, Terni Energia spa – si è recata in Sud Africa in occasione delle celebrazioni per il ventesimo anniversario dell’elezione di Nelson Mandela alla Presidenza della Repubblica. A guidare la delegazione la presidente della Giunta Regionale e il presidente regionale di Confindustria. Sulla missione conclusasi nessuna parola ma dal Corriere della Sera, più precisamente nell’inserto domenicale “La Lettura” (qui il link) non si legge alcunché di positivo riguardo l’attuale situazione in Sud Africa, anzi. Mettiamola come se la delegazione avesse fatto una breve vacanza che forse è meglio. Tanto ormai i contribuenti, che pagano, si sono abituati

Tk-Ast, raggiunto l’accordo ma i problemi permangono

Accordo raggiunto e immediatamente comunicato da Renzi a Montecitorio. Sull’ottimo risultato abbiamo qualche dubbio perchè sembra un rimandare ancora i tanti problemi che permangono. Da precisare che i licenziamenti non ci sono stati perché circa trecento operai hanno scelto volontariamente di abbandonare il lavoro. Chissà chi paga l’energia? Ma questo viene dopo… ora meglio salire sul carro dei vincitori, non si sa mai

SergioPerLaMusica: via al crowdfunding per sostenere la fondazione

A nove mesi dalla scomparsa di Sergio Piazzoli è iniziato il vero percorso della Fondazione SergioPerLaMusica ideata in memoria dello storico promoter perugino. Dopo la presentazione del progetto alla città di Perugia durante l’incontro pubblico del 29 settembre scorso al teatro Turreno e la nascita, il 7 novembre, del comitato promotore provvisorio,  ecco ora la prima azione concreta, che consiste nel raccogliere i fondi per la costituzione e le attività della Fondazione. Presso la nuova sede di via Curtatone e Montanara 23 a Perugia, dove si trova anche lo studio di registrazione ed etichetta discografica Hemiolia, è stata lanciata, questa mattina, la campagna di crowdfunding con l’obiettivo di raccogliere “50.000 euro in 90 giorni”. Con l’occasione è stato presentato anche il programma di eventi messo in campo dalla Fondazione per i prossimi mesi, alla presenza di Patrizia Marcagnani, compagna di Piazzoli e coordinatrice artistica, di Virgilio Ambroglini, coordinatore generale e di Fabrizio Croce, tra i soci fondatori.

Non saremo un’agenzia di eventi musicali e di spettacoli – ha spiegato Patrizia Marcagnani – visto che porteremo avanti la parti artistiche e culturali più elevate a cui ci aveva abituato Sergio”. Un primo evento, solamente rimandato per problemi di salute di Jon Hassell, doveva essere in programma l’8 dicembre: il celebre trombettista statunitense doveva infatti esibirsi per un evento unico con il trombettista italiano Paolo Fresu, grazie ad un concerto-omaggio a Piazzoli. Read More

Darvin, i lavoratori senza stipendio minacciano lo sciopero

Come già accennato da Limpiccione in questo articolo, non se la passano bene le strutture comunali gestite dalla Darvin, i cui lavoratori non vengono pagati da tre mesi. La situazione è più seria del previsto tanto che Cgil e Cisl dell’Umbria spiegano di aver richiesto per due volte un incontro all’assessore allo Sport Emanuele Prisco e al sindaco Andrea Romizi «senza però aver avuto ancora alcuna risposta, fatto di per sé inaccettabile, in quanto i problemi – scrivono – sono gravi e il futuro dei lavoratori non può essere lasciato nella totale incertezza» e se non avranno alcuna risposta da venerdì 5 dicembre faranno partire lo sciopero. Tanti gli articoli usciti in questi giorni che dicevano che la Giunta del Comune si era già mossa per risolvere il problema, ma non è stato mai effettivamente così. Limpiccione dal canto suo aveva già chiesto spiegazione via twitter al consigliere del PD Bori, apparentemente più interessato ad esprimersi  sulla mancata ripavimentazione della pista del Santa Giuliana che sulla crisi economica in cui versa la Darvin, cooperativa facente capo ad un Ati insieme alla «La Vannucci», «Coop London», «Pr.A.It» e «Piazzoli Sergio» che nel 2007 si aggiudica la gara bandita dal Comune per la gestione di alcuni impianti sportivi come tutti quelli di Pian di Massiano, compreso il palasport Evangelisti, il palazzetto di via Pellini e appunto lo stadio Santa Giuliana. Alla fine del 2013, per evitare il distacco dell’acqua e quindi l’interruzione di un pubblico servizio, il Comune dell’allora giunta Boccali si impegnò a pagare le bollette, scalando poi gli importi (nel 2014 circa tremila euro) dal corrispettivo annuale che viene versato a tranche tutti i mesi. Una situazione particolarmente delicata che non sembra risolversi nell’immediato e che denota come il Comune, grazie alla politica dell’assegnazione tramite  ‘gare d’appalto’ a terzi, in parte scarichi le proprie responsabilità.


Copyright 2011 Limpiccione.it